Sabato 17 Aprile 2021 | 02:21

NEWS DALLA SEZIONE

L'emergenza
Policlinico Bari, vaccini anti Covid a pazienti con malattie rare. Domani dosi ad autistici over 16

Policlinico Bari, vaccini anti Covid a pazienti con malattie rare
Domani dosi ad autistici over 16

 
dati regionali
Covid in Puglia, cala curva contagi (+1537) e indice positività (11,47%) ma tanti i morti: 50 nelle ultime 24 ore

Covid in Puglia, cala curva contagi (+1537) e indice positività (11,4%) ma tanti i morti: 50 nelle ultime 24 ore. Regione resta in zona rossa

 
L'emergenza
Bari, attesa di ore per la consegna dei vaccini ai medici di base

Bari, attesa di ore per la consegna dei vaccini ai medici di base

 
L'emergenza
Bari, in trincea nell'ospedale Covid in Fiera c'è anche Antonio Moschetta

Bari, in trincea nell'ospedale Covid
in Fiera c'è anche Antonio Moschetta

 
L'emergenza
D'Attis: «Commissariate la sanità pugliese»

D'Attis: «Commissariate la sanità pugliese»

 
Il virus
Vaccini in Puglia, somministrate 845mila dosi: + 30mila, oltre 40mila inoculazioni dai medici di base

Vaccini in Puglia, somministrate 845mila dosi: oltre 40mila inoculazioni dai medici di base. Ma Pfizer non basta

 
Lotta al virus
Vaccini anti Covid 19, consegnate circa 90mila dosi di Pfizer in Puglia

Vaccini anti Covid 19, consegnate circa 90mila dosi di Pfizer in Puglia

 
Il virus
Vaccini, Bardi: «Modello Basilicata scelto anche a livello nazionale»

Vaccini, Bardi: «Modello Basilicata scelto anche a livello nazionale»

 
Lotta al virus
Basilicata, vaccini AstraZeneca senza prenotazione a centinaia di over 70

Basilicata, vaccini AstraZeneca senza prenotazione a centinaia di over 70

 

Il Biancorosso

Serie C
Gli ex di Bari-Palermo: Floriano, il "re" della serie D

Gli ex di Bari-Palermo: Floriano, il «re» della serie D

 

NEWS DALLE PROVINCE

Newsweekl'iniziativa
Bari, infermieri del Di Venere su tute Covid: «DDL ZAN» contro discriminazioni di genere

Bari, infermieri del Di Venere su tute Covid: «DDL ZAN» contro discriminazioni di genere

 
Tarantola protesta
Mittal Taranto, presidio al Mise il 22 aprile per operaio licenziato

Mittal Taranto, sciopero e presidio al Mise il 22 aprile per operaio licenziato

 
Leccel'esposto
Galatina, donna incinta abortisce dopo essere andata in ospedale per controllo e rimandata a casa

Galatina, donna incinta abortisce dopo essere andata in ospedale per controllo e rimandata a casa

 
PotenzaL'intervento
Stellantis di Melfi, il sottosegretario Moles: «No si perda neanche un posto di lavoro»

Stellantis di Melfi, il sottosegretario Moles: «Non si perda neanche un posto di lavoro»

 
Foggiala denuncia
Foggia, assistenza psichiatrica insufficiente nel carcere: uno specialista per poche ore al giorno

Foggia, assistenza psichiatrica insufficiente nel carcere: uno specialista per poche ore al giorno

 
Batla decisione
Popolare Bari, truffa su polizze vita: assolti dipendenti filiale di Barletta

Popolare Bari, truffa su polizze vita: assolti dipendenti filiale di Barletta

 
BasilicataEconomia
Bardi: «Con Recovery Fund ridurre divario fra Nord e Sud»

Bardi: «Con Recovery Fund ridurre divario fra Nord e Sud»

 
Brindisial Perrino
Brindisi, muore povero e solo: la città gli paga il funerale

Brindisi, muore povero e solo: la città gli paga il funerale

 

i più letti

Lotta al virus

Vaccini in Puglia, somministrate 612mila dosi

Le consegne proseguiranno anche domani fino alla distribuzione totale delle dosi programmate

Vaccini in Puglia, somministrate 612mila dosi

BARI - Le dosi somministrate sino ad oggi in Puglia sono 612.569, dato aggiornato alle 15.30: lo comunica la Regione Puglia. Sono state consegnate oggi nell’hub Fiera di Bari le prime dosi di vaccino Moderna ai medici di medicina generale che, a partire da oggi, potranno avviare le somministrazioni destinate a soggetti fragili, over 80 a domicilio, disabili gravi, malattie rare ed estremamente vulnerabili. La prima fornitura - 3.298 dosi in tutto il territorio provinciale - è stata assegnata anche ai medici di assistenza primaria di altri distretti della Asl che hanno optato per il proprio studio come sede vaccinale. Le consegne proseguiranno anche domani fino alla distribuzione totale delle dosi programmate. Intanto proseguono le somministrazioni nei centri vaccinali della Asl Bari, dove vengono impiegate ogni giorno tutte le dosi a disposizione.

Quasi 3500 le dosi somministrate nella giornata di oggi. La maggior parte, 3060, è stata riservata alle seconde dosi di Pfizer per ultraottantenni, distribuite in 33 diversi centri vaccinali. Nei palasport di Bari-Carrassi e Valenzano sono state invece somministrate 390 dosi di siero Astrazeneca a soggetti appartenenti a comunità residenziali. Nei centri del territorio della ASL Bari, al 31 marzo, sono stati complessivamente inoculati 208.198 vaccini, di cui 142.225 prime dosi e 65.973 seconde. Saranno effettuate domani pomeriggio al Policlinico di Bari le vaccinazioni di 12 pazienti di onocoematologia pediatrica tra i 16 e i 18 anni.

Nella Asl di Brindisi sono state superate le 50mila somministrazioni, tra prime e seconde dosi. In provincia di Lecce sono 27.056 gli ultra 80enni a cui è stato somministrato il vaccino, tra questi 19.148 hanno già ricevuto la seconda dose. Comincia domani nella provincia Bat la vaccinazione domiciliare a cura dei medici di medicina generale: nella sola mattinata saranno distribuite 60 dosi. Le squadre dei vaccinatori della Asl Foggia, tra domenica di Pasqua e lunedì dell’Angelo, saranno impegnate a Foggia, Troia, Carapelle, Monte Sant'Angelo, Manfredonia e Candela per la somministrazione delle seconde dosi agli ultraottantenni e delle prime dosi alle persone di età compresa tra 70 e 79 anni e ai caregivers. 

L'APPELLO DEI SINDACATI: VACCINI? PRIMA GLI ANZIANI - «In Puglia, gli anziani, contrariamente a quanto previsto dal piano vaccinale, continuano ad essere penalizzati. I dati pubblicati a livello nazionale vedono la Puglia in fondo alla classifica delle regioni che rispettano la priorità per gli anziani», è questo l'appello alle autorità dei sindacati dei pensionati SPI CGIL PUGLIA FNP CISL PUGLIA UILP UIL PUGLIA. «L'impegno era di completare la vaccinazione per gli ultra80nni entro marzo. Ad oggi la percentuale di coloro che hanno ottenuto la seconda dose si aggira purtroppo ancora intorno al 25%. Drammatica è poi la situazione relativa a coloro che hanno richiesto la prestazione domiciliare. Oltre alla beffa iniziale - si legge nella nota - di aver ricevuto in sede di prenotazione una data che si è rivelata fallace (nessuno si è premurato di avvertire le persone interessate) ora siamo alle prese con un patetico rimpallo di responsabilità tra ASL e medici di base. Le persone non sanno più a chi rivolgersi, imbattendosi in un'anarchia che sembra regnare sovrana. Occorre una direttiva chiara e precisa. Se i medici di base non sono in grado di assolvere, quanto pattuito nell'accordo che hanno siglato, siano le ASL a provvedere. Le persone non possono essere lasciate sole. Specialmente quelle più fragili» «Noi del sindacato siamo disponibili a sostenere questa battaglia. Si convochino tutte le parti sociali e si costruisca una posizione comune, forte e autorevole. Però intanto si faccia in modo che le 90 mila dosi che in Puglia si hanno ad oggi a disposizione vengano quanto prima somministrate», concludono. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie