Venerdì 21 Febbraio 2020 | 10:41

NEWS DALLA SEZIONE

cinema
David di Donatello, candidatura anche per Diodato

David di Donatello, candidatura anche per Diodato

 
La nomina
David di Donatello 2020, al molfettese Mastromauro il miglior cortometraggio

David di Donatello 2020, al molfettese Mastromauro il miglior cortometraggio

 
La curiosità
Il film con Sophia Loren girato in Puglia sbarca su Netflix

Il film con Sophia Loren girato in Puglia sbarca su Netflix

 
fiction
Luisa Ranieri è la commissaria Lolita Lobosco: primi ciak a marzo a Bari Vecchia

Luisa Ranieri è la commissaria Lolita Lobosco: primi ciak a marzo a Bari Vecchia

 
cinema
«Si vive solo una volta»: dottori in allegria per il Verdone in salsa pugliese

«Si vive solo una volta»: dottori in allegria per il Verdone in salsa pugliese

 
La novità
Bif&st da Oscar a Bari, per il 2020 arrivano Roberto Benigni e Helen Mirren

Bif&st da Oscar a Bari, per il 2020 arrivano Roberto Benigni e Helen Mirren

 
La foto
Il murales di Regeni che abbraccia Zaki è un inno alla Libertà: l'opera di Laica a Roma

Il murales di Regeni che abbraccia Zaki è un inno alla Libertà: l'opera di Laica a Roma

 
la cerimonia
Oscar 2020, Parasite miglior film, prima volta per uno straniero

Oscar 2020, Parasite miglior film, prima volta per uno straniero

 
Lutto nel mondo del cinema
Morto Kirk Douglas, leggenda del cinema Usa: l'annuncio sui social del figlio Michael

Morto Kirk Douglas, leggenda del cinema Usa: l'annuncio sui social del figlio Michael

 
verso il festival
Sanremo, in città luminarie dedicate a Domenico Modugno

Sanremo, in città luminarie dedicate a Domenico Modugno

 
Il ricordo di Braynt
Kobe, la morte di un semidio innamorato del Belpaese

Kobe, la morte di un semidio innamorato del Belpaese

 

Il Biancorosso

serie c
Bari, Simeri: «Con la Cavese ci giochiamo tanto»

Bari, Simeri: «Con la Cavese ci giochiamo tanto»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Bariverso l'arrivo del papa
Incontro vescovi a Bari: oggi ospiti in parrocchie diocesi, ecco dove andranno

Incontro vescovi a Bari: oggi ospiti in parrocchie diocesi, ecco dove andranno

 
Foggianel Foggiano
S.Paolo Civitate, tentò di uccidere 30enne per debito di droga: arrestato

S.Paolo Civitate, tentò di uccidere 30enne per debito di droga: arrestato

 
TarantoNel Tarantino
Grottaglie, spacciano ai giardinetti, accanto ai bimbi che giocano: polizia intercetta 3 responsabili

Grottaglie, spacciano ai giardinetti, accanto a bimbi che giocano: 3 in cella

 
Materail 23 febbario
Le maschere antiche della Basilicata sfileranno al Carnevae di Fiume

Le maschere antiche della Basilicata sfileranno al Carnevae di Fiume

 
Potenzanel Potentino
«Paga 300 euro o diffondo notizie sulla tua vita privata»: un arresto ad Atella

«Paga 300 euro o diffondo notizie sulla tua vita privata»: un arresto ad Atella

 
LeccePresi dai Cc
Carmiano, rapinatori portano via carte Bancomat e si fanno fotografare allo sportello: arrestati

Carmiano, rapinatori portano via carte Bancomat e si fanno fotografare allo sportello: arrestati

 
Bariil bilancio
Aeroporti Bari e Brindisi, traffico in aumento del 9,6% rispetto al 2019

Aeroporti Bari e Brindisi, traffico in aumento del 9,6% rispetto al 2019

 
BatLa curiosità
Canosa, santini e fiori: il cruscotto dell'auto diventa un «altarino»

Canosa, santini e fiori: il cruscotto dell'auto diventa un «altarino»

 

i più letti

cinema

«Si vive solo una volta»: dottori in allegria per il Verdone in salsa pugliese

Il film nelle sale dal 26 febbraio

«Si vive solo una volta»: dottori in allegria per il Verdone in salsa pugliese

Molto Amici miei, nonostante le smentite di Carlo Verdone, un pizzico malinconico e con qualche volgarità di troppo: si presenta così Si vive solo una volta, in sala dal 26 febbraio in oltre 700 copie distribuite da Filmauro e Vision Distribution. Il nuovo film del regista romano, il 27mo, arriva a quaranta anni di distanza da Un sacco bello. Di scena una grande amicizia tra quattro medici: ovvero il primario chirurgo Umberto (Carlo Verdone), il suo assistente tombeur de femme, Corrado (Max Tortora), la ferrista Lucia (Anna Foglietta) e, infine, l’anestetista Amedeo (Rocco Papaleo). Tutti grandi professionisti in sala operatoria, ma con vite fallimentari nel privato.

Uniti da anni e molto affiatati, questi quattro amici sono un po’ ossessionati dagli scherzi la cui vittima è sempre e solo il povero e ingenuo Amedeo. Tutto si capovolge quando Umberto, Lucia e Corrado scoprono, dopo un controllo di routine, che la loro vittima preferita è gravemente ammalata, ha pochi mesi di vita. Ora il problema è come dirglielo. La soluzione viene ad Umberto: fare un viaggio tutti insieme in Puglia (riprese effettuate a Bari, Polignano a Mare, Monopoli, Conversano, Castro, Otranto e Porto Badisco, Diso e Melendugno col supporto di Apulia Film Commission) e trovare il momento in cui confidare ad Amedeo la dura verità sulle sue condizioni di salute.

«Non volevamo fare un omaggio ad Amici miei - ci tiene a dire Verdone -. Quel film aveva tutta un’altra struttura. Questo comunque - aggiunge - era davvero difficile da girare, rischiava di essere solo una storiellina, necessitava così di uno spessore. E in questo senso devo ringraziare Giovanni Veronesi che ha partecipato alla sceneggiatura insieme a Pasquale Plastino. Certo la comicità toscana di Veronesi è cinica e cattiva, mentre la mia è diversa, ma tutto questo crea un cortocircuito che secondo me funziona».

Da Verdone poi la voglia di continuare a fare film corali: «Credo che sarà questo il comune denominatore dei miei prossimi lavori. Per me è arrivato il momento di condividere i miei film con gli altri».
Soddisfazione poi da parte dell’attore-regista romano per come sta andando il cinema italiano: «Quest’anno - dice - ha ottenuto un 15-16% in più e di questo dobbiamo essere contenti. Il fatto non è casuale, oggi si lavora con più cura».
Un film triste questo Si vive una volta sola? «Certo c’è un po’ di solitudine e i personaggi sono tutti un po’ smarriti, non sono felici - dice - , ma alla fine questo lavoro lancia anche un grande segnale, quello della speranza». Scherzi nella vita di Verdone? «Ne ho fatti tanti. Uno l’ho fatto a mio figlio Paolo quando aveva otto anni. Lui giocava a calcio ed era molto bravo. Così un giorno imito la voce del procuratore di Francesco Totti e lo chiamo. Gli dico che l’ho notato e che Totti vuole vederlo. Quando ha scoperto la verità non mi ha parlato per un mese e mezzo. Ancora adesso gli chiedo perdono. Da allora ho detto basta scherzi».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie