Lunedì 23 Novembre 2020 | 23:31

NEWS DALLA SEZIONE

Calcio
Il Lecce asfalta la Reggiana: vince 7-1 in casa al Via del Mare

Il Lecce asfalta la Reggiana: vince 7-1 in casa al Via del Mare

 
Giallorossi
Lecce, parla il ds della Reggiana: «Una corazzata. Mancosu e Coda super»

Lecce, parla il ds della Reggiana: «Una corazzata. Mancosu e Coda super»

 
Il portiere
Gabriel innamorato di Lecce: «Qui mi sento come in Brasile»

Gabriel innamorato di Lecce: «Qui mi sento come in Brasile»

 
Serie B
Lecce calcio, staff e calciatori tutti negativi al Covid

Lecce calcio, staff e calciatori tutti negativi al Covid

 
Serie B
Lecce calcio, Mancosu. Gabriel e Calderoni rinnovano contratto

Lecce calcio, Mancosu. Gabriel e Calderoni rinnovano contratto

 
Serie B
Lecce calcio, Corvino: «È un grande gruppo ma per vincere deve trasformarsi in un branco»

Lecce calcio, Corvino: «È un grande gruppo ma per vincere deve trasformarsi in un branco»

 
Il virus
Lecce calcio, altri due calciatori positivi al Covid 19

Lecce calcio, due calciatori ancora positivi al Covid 19

 
Giallorossi
La sosta della «B» aiuta il Lecce: Listkowski e Pettinari rientrano

La sosta della «B» aiuta il Lecce: Listkowski e Pettinari rientrano

 
Giallorossi
Tachtsidis, Paganini e Henderson: il «grande centro» fa felice il Lecce

Tachtsidis, Paganini e Henderson: il «grande centro» fa felice il Lecce

 
Giallorossi
Lecce, i giallorossi hanno l'attacco più prolifico del torneo

Lecce, i giallorossi hanno l'attacco più prolifico del torneo

 
Serie B
Lecce calcio, infortunio per il capitano Mancosu: frattura alla mano

Lecce calcio, infortunio per il capitano Mancosu: frattura alla mano

 

Il Biancorosso

SERIE C
Casertana-Bari 0-2: i biancorossi si rialzano dopo il ko con la Ternana

Casertana-Bari 0-2: i biancorossi si rialzano dopo il ko con la Ternana

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceIl caso
Covid 19, positiva addetta ai pasti: chiusa scuola dell'infanzia a Lecce

Covid 19, positiva addetta ai pasti: chiusa scuola dell'infanzia a Lecce

 
BariIl caso
Covid, rientra l'allarme in casa di riposo ad Alberobello: ora solo 1 positivo

Covid, rientra l'allarme in casa di riposo ad Alberobello: ora solo 1 positivo

 
FoggiaIl caso
Sparatoria in un quartiere popolare di Foggia: un ferito

Sparatoria in un quartiere popolare di Foggia: un ferito FOTO

 
TarantoL'evento
Vela, sarà Taranto a ospitare la prima tappa europea della SailGP 2021

Vela, sarà Taranto a ospitare la prima tappa europea della SailGP 2021

 
BatA Barletta
Natale al tempo del Covid 19, Boccia: «Con 700 morti al giorno è fuori luogo parlare di cenoni»

Natale col Covid, Boccia: «Con 700 morti al giorno fuori luogo parlare di cenoni. Aree provinciali? Non cambia»

 
PotenzaIl caso
Potenza, i pilomat «vandalizzati» costano cari al Comune

Potenza, i pilomat «vandalizzati» costano cari al Comune

 
BrindisiVita amministrativa
Brindisi, bufera al Comune: sul bilancio Forza Itala e il Pd ai ferri corti

Brindisi, bufera al Comune: sul bilancio Forza Itala e il Pd ai ferri corti

 
Potenzadati regionali
Covid in Basilicata, 281 nuovi positivi su circa 2mila test durante il week end e altri 4 decessiA Matera tamponi drive in con la Marina

Covid Basilicata, + 281 positivi su circa 2mila test durante week end e + 4 decessi. A Matera tamponi drive in con la Marina

 

i più letti

L'intervista

Bonato: «Tra Lecce e Cremonese partita tirata fino all'ultimo»

Il direttore sportivo della formazione lombarda analizza: campionato molto equilibrato

Bonato: «Tra Lecce e Cremonese partita tirata fino all'ultimo»

«Tra Lecce e Cremonese, mi aspetto una gara tirata e molto combattuta. I salentini vorranno vincere per riscattarsi immediatamente dopo la sconfitta subita a Brescia, ma noi siamo decisi ad ottenere un risultato positivo. Il Lecce farà leva sulla qualità di molti dei suoi interpreti, mentre noi punteremo sull’organizzazione di gioco e sulle buone caratteristiche che abbiamo a disposizione». È così che Nereo Bonato, direttore sportivo della Cremonese, mette a fuoco la sfida tra la compagine allenata da Eugenio Corini e la formazione lombarda, in cartellone domani, alle 19, al Via del Mare.

Che impressione le ha fatto il Lecce visto all’opera a Brescia?
«Il 3-0 finale è bugiardo, in quanto è stato un match equilibrato, tra due compagini attrezzatissime, entrambe reduci dalla retrocessione dalla massima serie. La prima rete realizzata dalle “Rondinelle” ha indirizzato l’incontro, ma a “spaccarlo” sono stati altri due episodi. Mi riferisco al gol annullato ai salentini, che avrebbe permesso loro di portarsi sull’1-1 in un momento nel quale stavano profondendo il massimo sforzo per pareggiare, ed al raddoppio dei padroni di casa, giunto poco dopo. Ciò che è accaduto in seguito, soprattutto nei minuti finali, è stato una conseguenza».

Come valuta l’avvio della Cremonese?
«Non è stato certo brillantissimo, se si considera che abbiamo inanellato due pareggi ed una sconfitta, ma siamo solo all’inizio. Ci sta che ci siano dei meccanismi ancora da oliare e che si debba crescere, come singoli e come collettivo. La partita con il Lecce si preannuncia difficile, in quanto ce la vedremo con un team molto forte, ma siamo pronti a dare il meglio, decisi a far bene».

Nelle prime 3 gare la Cremonese ha realizzato un solo gol. Avete dei problemi in fase di finalizzazione?
«I numeri sembrerebbero dire questo, ma è prematuro giungere a delle conclusioni. Il cammino da compiere è molto lungo. C’è il tempo per progredire».

Quali indicazioni sono emerse dalle prime tre giornate del torneo cadetto?
«Che l’equilibrio regna sovrano, come del resto accade sempre in B in tutte le stagioni. Basti pensare che esattamente la metà delle squadre in lizza, dieci su venti, non ha ancora vinto la prima partita. Ci sono 5-6 formazioni sulla carta più forti e più quotate delle altre, che sono alla ricerca del proprio volto migliore, ma c’è comunque un livellamento ed è verso l’alto. Ci sarà bagarre ad ogni turno di campionato».

Pensa anche lei, come molti addetti ai lavori, che quello 2020/2021 è il campionato cadetto più competitivo degli ultimi anni?
«Questo lo chiarirà il campo. Ragionando a tavolino, però, le tre retrocesse sono tutte di grande spessore, con Brescia e Spal che hanno cambiato poco rispetto alla A, due neopromosse come Monza e Reggina che hanno investito tanto e le altre due, il Vicenza e la Reggiana, che dispongono di buoni numeri. Né è possibile tralasciare le compagini che erano in B nel 2019/2020, la maggior parte delle quali si sono rinforzate».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie