Domenica 09 Agosto 2020 | 19:34

NEWS DALLA SEZIONE

L'intervista
«Bene Corvino, ora porti nel Salento una punta con la fame di La Mantia»

«Bene Corvino, ora porti nel Salento una punta con la fame di La Mantia»

 
SERIE B
Lecce, c'è folla alle partenze

Lecce, c'è folla alle partenze: Falco-Petriccione-Mancosu suonano le sirene della A

 
La decisione
Il Lecce calcio licenzia Meluso, il nuovo dg è Corvino

Il Lecce calcio licenzia Meluso, il nuovo dg è Corvino

 
LA TRATTATIVA
Corvino-Lecce, ultimi dettagli

Corvino-Lecce, ultimi dettagli per il futuro del nuovo direttore sportivo

 
CALCIO
Lecce guarda subito avanti

Lecce guarda subito avanti: Corvino direttore sportivo

 
calcio
La promessa solenne di Sticchi Damiani:«Ripartiremo dalla B con un progetto serio»

Lecce, la promessa di Sticchi Damiani: «Ripartiremo dalla B con un progetto serio»

 
SERIE A
Parma - Lecce

Nulla di fatto per il Lecce: 3-4 in casa col Parma e scende in B

 
Calcio
Lecce, notte batticuore. Ecco la partita della vita

Lecce, notte al cardiopalma: tutto pronto per la partita della vita

 
SERIE A
L'urlo di Sticchi Damiani: «Orgoglioso del Lecce»

L'urlo di Sticchi Damiani: «Orgoglioso del Lecce»

 
SERIE A
Il Lecce si aggrappa a nuovi eroi

Il Lecce si aggrappa a nuovi eroi, da Mancosu a Lapadula

 
L'invito
Comune Lecce espone bandiera giallorossa: «Fatelo tutti»

Comune Lecce e Arcivescovo Seccia espongono bandiera giallorossa: «Fatelo tutti»

 

Il Biancorosso

serie c
Troppi over, il Bari col bisturi  taglio chirurgico a ogni arrivo

Troppi over: il Bari col bisturi, taglio chirurgico a ogni arrivo

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaDopo 3 anni
Strage san Marco in Lamis, ricordati fratelli Luciani vittime innocenti della criminalità

Strage San Marco in Lamis, ricordati fratelli Luciani vittime innocenti della criminalità

 
TarantoOccupazione
Taranto, approvato piano straordinario di 315 assunzioni per Arsenale: l'impegno del Governo

Taranto, approvato piano straordinario di 315 assunzioni per Arsenale: l'impegno del Governo

 
Leccenel basso salento
Cade da scogliera a Santa Maria di Leuca: ferito 61enne

Cade da scogliera a Santa Maria di Leuca: ferito 61enne

 
MateraIl caso
Matera, questione Ztl: «Beffati ancora una volta i B&B»

Matera, questione Ztl: «Beffati ancora una volta i B&B»

 
PotenzaIl caso
Potenza, il Consorzio verso il crac. Stop a stipendi e servizi?

Potenza, il Consorzio verso il crac. Stop a stipendi e servizi?

 
Batverso il voto
Barletta, manifesti abusivi. È già polemica

Barletta, manifesti abusivi in spazi non ancora assegnati: è già polemica

 
Brindisil'appuntamento
Ceglie Messapica, domani sera il premier Conte ospite de «La Piazza»

Ceglie Messapica, il premier Conte ospite de «La Piazza»

 

i più letti

Calcio

Lecce con due sardi nel motore e il forte Cagliari all'orizzonte

LIverani potrebbe schierare sia Vigorito che Mancosu. E Barak promette battaglia

Lecce calcio, ora è scattata l’operazione «tagli»

LECCE - A Cagliari, domani, il Lecce potrebbe schierare dal primo minuto entrambi i calciatori sardi che fanno parte della rosa. Oltre a capitan Mancosu, infatti, dovrebbe giocare anche il portiere Vigorito, in quanto il titolare Gabriel è alle prese con una elongazione a livello dei muscoli dell’addome, a causa della quale probabilmente salterà la trasferta sull’isola.
Mancosu, è di Cagliari, e prima di cimentarsi in massima serie con il Lecce lo aveva fatto con la squadra della propria città, ad inizio carriera, collezionando 13 presenze. Vigorito è di Macomer, in provincia di Nuoro, ed anche lui ha esordito in A con il complesso rossoblù, raggranellando 2 presenze.

Ma gli ex della società sarda in forza al Lecce non sono solo loro. Deiola ha militato nel Cagliari sino a gennaio scorso. Tachtsidis ci ha giocato nel 2016/2017, Farias dal 2014/2015 al 2018/2019 ed è approdato nel Salento in prestito proprio dal sodalizio isolano. Petriccione ha fatto parte del settore giovanile del club rossoblù, come del resto mister Liverani. Ma ex sono anche Gabriel e Rossettini, che salteranno il match.

Tra i calciatori usciti malconci dal confronto vinto contro la Lazio, dovrebbe recuperare Babacar, mentre saranno ancora indisponibili oltre a Rossettini, che difficilmente tornerà in campo prima della prossima annata, Meccariello e Lapadula.
Insomma, ci saranno dei forfait in difesa e in attacco, mentre il ventaglio delle scelte a disposizione di Liverani sarà più ampio a centrocampo, dove tornerà disponibile Tachtsidis, che ha scontato il turno di squalifica che gli era stato inflitto dal giudice sportivo, mentre già contro la Lazio hanno messo 25’ circa nelle gambe Majer e Deiola, senza contare l’ottima prestazione sfoderata da Petriccione nel ruolo di play.

I tifosi si aspettano molto anche da Barak, autentico trascinatore nel tris di vittorie centrato, prima del lockdown, contro Torino, Napoli e Spal. «Sto bene - dice il calciatore ceco - Ho preso una brutta botta in allenamento prima della partita col Milan, che mi ha costretto a dare forfait. Contro la Juventus non ero al top. Ora conta giocare perché solo così si acquisisce il ritmo migliore, in quanto non ci si allena praticamente più, con tante gare ravvicinate. Da qui alla conclusione, voglio dare il massimo per la squadra. Siamo attesi da sette finali, ma per noi dev’essere una finale anche il lavoro quotidiano perché solo con questa mentalità riusciremo a salvarci. Dobbiamo pensare solo a noi stessi, a conquistare i punti che servono per restare in A. Guardare cosa fanno le nostre rivali sarebbe un errore. Domani cercheremo di vincere a Cagliari. Poi andremo avanti con la sfida seguente, quella con la Fiorentina».

La prova sfoderata contro la Lazio fa ben sperare: «Sapevamo quanto fosse importante la gara. In questa fase della stagione ogni punto è pesantissimo. Siamo stati concentrati dall’inizio alla fine, attenti nella fase difensiva, bravi tatticamente. Nella ripresa non ci siamo espressi allo stesso livello del primo tempo sul piano del gioco, ma a noi servivano i punti ed abbiamo ragionato solo in quest’ottica. Possiamo vincere o perdere contro chiunque, come abbiamo dimostrato a Napoli, contro la Lazio ed il Torino. Questo discorso vale a maggior ragione in un periodo nel quale ci sono tante variabili».

Occorre limitare gli errori: «Abbiamo perso diversi incontri per qualche sbaglio di troppo. Dobbiamo metterci più attenzione perché un episodio può cambiare l’esito della stagione. Contro la Lazio sotto questo profilo abbiamo fatto un passo in avanti ed è importante compierne un altro contro il Cagliari».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie