Sabato 06 Marzo 2021 | 03:55

NEWS DALLA SEZIONE

La corsa per i playoff
Lecce, a Via Del Mare nulla di fatto contro l'Entella: finisce 0-0

Lecce, a Via Del Mare nulla di fatto contro l'Entella: finisce 0-0

 
Serie B
Parità (1-1) tra ra Pescara e Lecce nella 25esima giornata del campionato

Parità (1-1) tra Pescara e Lecce nella 25esima giornata del campionato

 
serie b
Lecce-Cosenza 3-1: riparte la corsa dei giallorossi ai playoff

Lecce-Cosenza 3-1: riparte la corsa dei giallorossi ai playoff

 
Serie B
Hjulmand, regista venuto dal freddo: «La B è dura ma al Lecce darò tutto»

Hjulmand, regista venuto dal freddo: «La B è dura ma al Lecce darò tutto»

 
Serie b
Il Lecce torna a vincere: Cremonese battuta in trasferta, finisce 1-2

Il Lecce torna a vincere: Cremonese battuta in trasferta, finisce 1-2

 
giallorossi
Lecce, la mini rivoluzione di Corini, fuori Mancosu e subito Rodriguez

Lecce, la mini rivoluzione di Corini, fuori Mancosu e subito Rodriguez

 
Serie b
Lecce punta sulla certezza Hjulmand: un lottatore sulla strada dei play-off

Lecce punta sulla certezza Hjulmand: un lottatore sulla strada dei play-off

 
Serie B
Lecce-Brescia, finisce in parità: 2-2 al Via del Mare

Lecce-Brescia, finisce in parità: 2-2 al Via del Mare

 
Il post-partita
Lecce, Corini: «Trasformare la delusione in energia»

Lecce, Corini: «Trasformare la delusione in energia»

 
Serie B
Oggi (ore 21) al Via del Mare è di scena l'Ascoli: Corini spinge sull’acceleratore

Sconfitta per il Lecce contro l'Ascoli al Via del Mare: perde 2-1

 

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, ridotta la squalifica di Bianco, ok con Potenza

Calcio Bari, ridotta la squalifica di Bianco, ok con Potenza

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaNuove proposte
Il foggiano Gaudiano trionfa a Sanremo Giovani

Sanremo 2021, il foggiano Gaudiano trionfa nella categoria giovani

 
BariMisure restrittive
Covid 19 a Bari, stop all'asporto dalle 18 nei fine settimana: l'ordinanza

Covid Bari, stop all'asporto nei fine settimana a partire dalle 18: l'ordinanza

 
PotenzaL'idea
Basilicata, nozze in zona rossa: gli invitati ricevono il pranzo a casa

Basilicata, nozze in zona rossa: gli invitati ricevono il pranzo a casa

 
TarantoLa storia
Martina Franca, Graziana e il Covid sconfitto: «La malattia ci invita a riflettere»

Martina Franca, Graziana e il Covid sconfitto: «La malattia ci invita a riflettere»

 
LecceLa curiosità
Le si rompono le acque e partorisce di notte in treno: il bimbo nasce sull'Intercity Torino-Lecce

Le si rompono le acque e partorisce di notte in treno: il bimbo nasce sull'Intercity Torino-Lecce

 
Brindisiil blitz
Brindisi, riciclaggio e appropriazione indebita: 10 arresti all'alba

Ostuni, scacco a clan per riciclaggio e appropriazione indebita: 9 ordinanze Vd

 
MateraIl caso
Migranti, nel Materano al via progetti per accoglienza lavoratori

Migranti, nel Materano al via progetti per accoglienza lavoratori

 
BatL'emergenza
Covid nella BAT, oltre 200 contagi tra bimbi e ragazzi in nove comuni

Covid nella BAT, oltre 200 contagi tra bimbi e ragazzi in nove comuni

 

i più letti

L'INTERVISTA

Questo Lecce non si arrende: parola del ds Meluso

«Guardiamo avanti, ai 15 punti che significano salvezza»

Questo Lecce non si arrende: parola del ds Meluso

LECCE - «Affronteremo la Juventus consapevoli dell’enorme difficoltà del nostro compito, ma anche decisi a giocarci le carte a nostra disposizione, a dispetto delle assenze. Alcuni addetti ai lavori sostengono che il nostro campionato inizierà contro la Sampdoria, ma nessuno di noi la pensa così. Vogliamo provare a fare punti anche in una partita sulla carta proibitiva, come quella con i bianconeri, in cartellone domani. Se non ci riusciremo, ci concentreremo sulla sfida successiva. Abbiamo già pareggiato contro i campioni d’Italia, il Milan e l’Inter, centrando un grande successo a Napoli. Pertanto, non andremo certo a Torino in gita». Il direttore sportivo Mauro Meluso chiarisce che il Lecce non intende mollare di un millimetro, che ha la ferma volontà di dare battaglia.

Contro il Milan, è maturata una pesante sconfitta. È preoccupato?

«Abbiamo mille attenuanti. Il lockdown ha avuto un peso enorme in quanto, una volta ripresa l’attività, ci ha portato infortuni ed acciacchi vari. Abbiamo affrontato i rossoneri con numerose assenze. Alcuni degli uomini che sono andati in campo erano in condizioni precarie, ma hanno stretto i denti. Il Lecce non può permettersi di fare a meno di tanti giocatori e comunque, per fare risultato contro compagini del calibro del Milan, deve riuscire a dare il centoventi per cento».

Anche a Torino sarete in emergenza, un grosso problema, no?

«Dobbiamo recuperare per gradi chi è fuori. Contro la Juventus rientrerà Donati, che ha scontato la squalifica. Vedremo se ci sarà anche Barak, che è sulla via del rientro. Gli esami strumentali eseguiti ieri da Lapadula hanno escluso lesioni, ma l’attaccante sarà out per qualche tempo. Vengono monitorate quotidianamente le condizioni di Farias, Majer, Deiola. Stante il momento delicato, tutti cercheremo di dare qualcosa in più, ciascuno per la propria parte. Credevamo nelle nostre possibilità di restare in A prima di affrontare il Milan e sarebbe assurdo se ora la pensassimo diversamente per il solo fatto che le cose sono andate male con i rossoneri. Occorre essere equilibrati, non farsi prendere dall’ansia».

Al termine del match con il “Diavolo”, Fabio Liverani ha parlato di calciatori che, durante la quarantena, hanno staccato la spina mentalmente o fisicamente. Come vanno interpretate le sue parole?

«Il mister ha voluto solo stimolare il gruppo. In 40 giorni ci giocheremo l’intera stagione. Ogni punto conquistato o lasciato per strada potrebbe essere determinante. Liverani ha inteso tenere tutti sulla corda. Del resto, nessuno conosce meglio di lui lo spogliatoio. Sa come motivare la squadra. Ciò che ha detto non era certo un atto di accusa verso qualcuno. In casa Lecce, tutti faranno la propria parte con la massima abnegazione pur di meritare la permanenza».

Sia lei che il presidente Saverio Sticchi Damiani avete spesso invitato l’ambiente a non farsi condizionare dall’esito di uno o due incontri. Lo avete fatto nel timore che le sfide con il Milan e la Juventus potessero andare male?

«Abbiamo solo constatato che al Lecce, per salvarsi, servono 15 punti. L’importante sarà metterli in cassaforte. Se ci riusciremo presto saremo felici, ma se dovessimo conquistarli negli ultimi cinque turni nessuno si rammaricherebbe, in quanto raggiungeremmo comunque il traguardo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie