Venerdì 03 Luglio 2020 | 22:25

NEWS DALLA SEZIONE

Serie A
Lecce calcio, Liverani: «Essere positivi per la salvezza»

Lecce calcio, Liverani: «Essere positivi per la salvezza»

 
Calcio serie A
Lecce rialzati: non ci sono incontri dall'esito scontato

Lecce rialzati: non ci sono incontri dall'esito scontato

 
Serie A
Lecce, affondano i giallorossi in casa contro la Sampdoria

Lecce, affondano i giallorossi in casa contro la Sampdoria

 
Documento congiunto
Calcio, Lecce e Bari chiedono alla Regione riapertura stadi al pubblico

Calcio, Lecce e Bari chiedono alla Regione riapertura stadi al pubblico

 
L'INTERVISTA
Lecce, in arrivo un mercoledì da leoni. Contro la Samp primo bivio salvezza

Lecce, in arrivo un mercoledì da leoni. Contro la Samp primo bivio salvezza

 
serie a
Lecce calcio, caso Barak, centrocampista in bilico cobn l'Udinese

Lecce calcio, caso Barak, centrocampista in bilico con l'Udinese

 
Calcio serie A
Meluso tiene il Lecce a galla «Con la Samp per ripartire»

Meluso tiene il Lecce a galla: «Con la Samp per ripartire»

 
Calcio serie A
Il Lecce e le mille distrazioni fatali, così la salvezza si fa sempre più dura

Il Lecce e le mille distrazioni fatali, così la salvezza si fa sempre più dura

 
Serie A
Lecce agguerrito, regge un tempo contro la Juve poi cade e perde 4-0

Lecce agguerrito, regge un tempo contro la Juve poi cade e perde 4-0

 
SERIE A

Il Lecce con la Juve cerca il colpaccio, Liverani suona la carica

 
L'INTERVISTA
Questo Lecce non si arrende: parola del ds Meluso

Questo Lecce non si arrende: parola del ds Meluso

 

Il Biancorosso

SERIE C
Bari calcio, Schiavone: «In campo sempre per vincere»

Bari calcio, Schiavone: «In campo sempre per vincere»

 

NEWS DALLE PROVINCE

GdM.TVIl video
Bari, incivili festeggiano a Largo Giannella: all'alba i resti del degrado

Bari, incivili festeggiano a Largo Giannella: all'alba i resti del degrado

 
LecceEmergenza nel territorio
Le campagne in balìa delle bande. Maxi-furto sventato in extremis

Salento, le campagne in balìa delle bande: maxi-furto sventato in extremis

 
FoggiaIl salvataggio
Tartaruga in difficoltà perde uova in mare: visitata nel centro di Manfredonia

Tartaruga in difficoltà perde uova in mare: visitata nel centro di Manfredonia

 
MateraIl caso
Matera, minaccia di morte la moglie poi va in questura con un taglierino: arrestato

Matera, minaccia di morte la moglie poi va in questura con un taglierino: arrestato

 
Potenzasicurezza
Potenza, Tempa Rossa: «risultati analisi non concordanti»

Potenza, Tempa Rossa: «Risultati analisi non concordanti»

 
Tarantofase3
Taranto, uffici comunali: pronta ordinanza per riaprirli al pubblico

Taranto, uffici comunali: pronta ordinanza per riaprirli al pubblico

 
Brindisinel brindisino
Fasano, sparò all'interno di un bar arrestato 32enne: era ricercato anche per traffico di droga

Fasano, sparò all'interno di un bar arrestato 32enne: era ricercato anche per traffico di droga

 
Batfase 3
Asl BAT, dopo 4 mesi accesso controllato negli ospedali

Asl BAT, dopo 4 mesi accesso controllato negli ospedali

 

i più letti

L'INTERVISTA

Questo Lecce non si arrende: parola del ds Meluso

«Guardiamo avanti, ai 15 punti che significano salvezza»

Questo Lecce non si arrende: parola del ds Meluso

LECCE - «Affronteremo la Juventus consapevoli dell’enorme difficoltà del nostro compito, ma anche decisi a giocarci le carte a nostra disposizione, a dispetto delle assenze. Alcuni addetti ai lavori sostengono che il nostro campionato inizierà contro la Sampdoria, ma nessuno di noi la pensa così. Vogliamo provare a fare punti anche in una partita sulla carta proibitiva, come quella con i bianconeri, in cartellone domani. Se non ci riusciremo, ci concentreremo sulla sfida successiva. Abbiamo già pareggiato contro i campioni d’Italia, il Milan e l’Inter, centrando un grande successo a Napoli. Pertanto, non andremo certo a Torino in gita». Il direttore sportivo Mauro Meluso chiarisce che il Lecce non intende mollare di un millimetro, che ha la ferma volontà di dare battaglia.

Contro il Milan, è maturata una pesante sconfitta. È preoccupato?

«Abbiamo mille attenuanti. Il lockdown ha avuto un peso enorme in quanto, una volta ripresa l’attività, ci ha portato infortuni ed acciacchi vari. Abbiamo affrontato i rossoneri con numerose assenze. Alcuni degli uomini che sono andati in campo erano in condizioni precarie, ma hanno stretto i denti. Il Lecce non può permettersi di fare a meno di tanti giocatori e comunque, per fare risultato contro compagini del calibro del Milan, deve riuscire a dare il centoventi per cento».

Anche a Torino sarete in emergenza, un grosso problema, no?

«Dobbiamo recuperare per gradi chi è fuori. Contro la Juventus rientrerà Donati, che ha scontato la squalifica. Vedremo se ci sarà anche Barak, che è sulla via del rientro. Gli esami strumentali eseguiti ieri da Lapadula hanno escluso lesioni, ma l’attaccante sarà out per qualche tempo. Vengono monitorate quotidianamente le condizioni di Farias, Majer, Deiola. Stante il momento delicato, tutti cercheremo di dare qualcosa in più, ciascuno per la propria parte. Credevamo nelle nostre possibilità di restare in A prima di affrontare il Milan e sarebbe assurdo se ora la pensassimo diversamente per il solo fatto che le cose sono andate male con i rossoneri. Occorre essere equilibrati, non farsi prendere dall’ansia».

Al termine del match con il “Diavolo”, Fabio Liverani ha parlato di calciatori che, durante la quarantena, hanno staccato la spina mentalmente o fisicamente. Come vanno interpretate le sue parole?

«Il mister ha voluto solo stimolare il gruppo. In 40 giorni ci giocheremo l’intera stagione. Ogni punto conquistato o lasciato per strada potrebbe essere determinante. Liverani ha inteso tenere tutti sulla corda. Del resto, nessuno conosce meglio di lui lo spogliatoio. Sa come motivare la squadra. Ciò che ha detto non era certo un atto di accusa verso qualcuno. In casa Lecce, tutti faranno la propria parte con la massima abnegazione pur di meritare la permanenza».

Sia lei che il presidente Saverio Sticchi Damiani avete spesso invitato l’ambiente a non farsi condizionare dall’esito di uno o due incontri. Lo avete fatto nel timore che le sfide con il Milan e la Juventus potessero andare male?

«Abbiamo solo constatato che al Lecce, per salvarsi, servono 15 punti. L’importante sarà metterli in cassaforte. Se ci riusciremo presto saremo felici, ma se dovessimo conquistarli negli ultimi cinque turni nessuno si rammaricherebbe, in quanto raggiungeremmo comunque il traguardo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie