Venerdì 03 Luglio 2020 | 22:50

NEWS DALLA SEZIONE

Serie A
Lecce calcio, Liverani: «Essere positivi per la salvezza»

Lecce calcio, Liverani: «Essere positivi per la salvezza»

 
Calcio serie A
Lecce rialzati: non ci sono incontri dall'esito scontato

Lecce rialzati: non ci sono incontri dall'esito scontato

 
Serie A
Lecce, affondano i giallorossi in casa contro la Sampdoria

Lecce, affondano i giallorossi in casa contro la Sampdoria

 
Documento congiunto
Calcio, Lecce e Bari chiedono alla Regione riapertura stadi al pubblico

Calcio, Lecce e Bari chiedono alla Regione riapertura stadi al pubblico

 
L'INTERVISTA
Lecce, in arrivo un mercoledì da leoni. Contro la Samp primo bivio salvezza

Lecce, in arrivo un mercoledì da leoni. Contro la Samp primo bivio salvezza

 
serie a
Lecce calcio, caso Barak, centrocampista in bilico cobn l'Udinese

Lecce calcio, caso Barak, centrocampista in bilico con l'Udinese

 
Calcio serie A
Meluso tiene il Lecce a galla «Con la Samp per ripartire»

Meluso tiene il Lecce a galla: «Con la Samp per ripartire»

 
Calcio serie A
Il Lecce e le mille distrazioni fatali, così la salvezza si fa sempre più dura

Il Lecce e le mille distrazioni fatali, così la salvezza si fa sempre più dura

 
Serie A
Lecce agguerrito, regge un tempo contro la Juve poi cade e perde 4-0

Lecce agguerrito, regge un tempo contro la Juve poi cade e perde 4-0

 
SERIE A

Il Lecce con la Juve cerca il colpaccio, Liverani suona la carica

 
L'INTERVISTA
Questo Lecce non si arrende: parola del ds Meluso

Questo Lecce non si arrende: parola del ds Meluso

 

Il Biancorosso

SERIE C
Bari calcio, Schiavone: «In campo sempre per vincere»

Bari calcio, Schiavone: «In campo sempre per vincere»

 

NEWS DALLE PROVINCE

GdM.TVIl video
Bari, incivili festeggiano a Largo Giannella: all'alba i resti del degrado

Bari, incivili festeggiano a Largo Giannella: all'alba i resti del degrado

 
LecceEmergenza nel territorio
Le campagne in balìa delle bande. Maxi-furto sventato in extremis

Salento, le campagne in balìa delle bande: maxi-furto sventato in extremis

 
FoggiaIl salvataggio
Tartaruga in difficoltà perde uova in mare: visitata nel centro di Manfredonia

Tartaruga in difficoltà perde uova in mare: visitata nel centro di Manfredonia

 
MateraIl caso
Matera, minaccia di morte la moglie poi va in questura con un taglierino: arrestato

Matera, minaccia di morte la moglie poi va in questura con un taglierino: arrestato

 
Potenzasicurezza
Potenza, Tempa Rossa: «risultati analisi non concordanti»

Potenza, Tempa Rossa: «Risultati analisi non concordanti»

 
Tarantofase3
Taranto, uffici comunali: pronta ordinanza per riaprirli al pubblico

Taranto, uffici comunali: pronta ordinanza per riaprirli al pubblico

 
Brindisinel brindisino
Fasano, sparò all'interno di un bar arrestato 32enne: era ricercato anche per traffico di droga

Fasano, sparò all'interno di un bar arrestato 32enne: era ricercato anche per traffico di droga

 
Batfase 3
Asl BAT, dopo 4 mesi accesso controllato negli ospedali

Asl BAT, dopo 4 mesi accesso controllato negli ospedali

 

i più letti

CALCIO

Lecce, parla l'ex capitano Giacomazzi: «Si vince con l'intero gruppo»

«C’è una rosa lunga, ma tutti devono dare un contributo»

Il Lecce e Giacomazzo: si vince con gruppo

L’uruguaiano Guillermo Giacomazzi

LECCE - «In chiave salvezza, per il Lecce, quando si ripartirà, sarà fondamentale l’apporto di quei calciatori che, sino ad oggi, hanno dato di meno alla causa della squadra, o perché sono stati alle prese con qualche acciacco che ne ha limitato l’utilizzo ed il rendimento oppure per scelta tecnica. Mi riferisco, ad esempio, a Babacar e a Farias, due giocatori in grado di garantire tanto, per qualità e per esperienza, ma che sono stati frenati da alcuni infortuni ogni qualvolta sono stati sul punto di raggiungere la migliore condizione. Ma il discorso vale anche per altri elementi che hanno avuto scarso minutaggio, dai quali è lecito attendersi che sappiano fare rifiatare i compagni più utilizzati quando ne avranno bisogno». Punta sull’importanza della rosa al gran completo, Guillermo Giacomazzi, ex capitano del Lecce, nel proiettarsi sul futuro della formazione allenata da Fabio Liverani.

L’uruguaiano aggiunge: «Si tratterà di disputare dodici incontri in circa un mese e mezzo ed a tirare la carretta non potranno essere sempre gli stessi calciatori. Ecco perché sarà determinante che tutti riescano ad esprimersi al top delle proprie possibilità. Questo sarà un aspetto decisivo nell’ottica del risultato finale, in quanto si scenderà in campo ogni tre giorni, per di più a temperature elevate ed in presenza di un tasso di umidità molto alto. Non ci sarà praticamente il tempo per allenarsi tra una sfida e l’altra. Conteranno più del solito l’alimentazione ed il riposo, tutti aspetti che certamente gli staff tecnici staranno già analizzando per stabilire come muoversi».

Secondo l’ex centrocampista giallorosso dovranno essere bravi Liverani e i suoi collaboratori a gestire le risorse, ma dovranno esserlo anche i singoli atleti a capire le proprie condizioni. «Il discorso, naturalmente, vale per il Lecce come per tutti gli altri team - nota Giacomazzi - Con tante partite ravvicinate crescerà il rischio che i calciatori si facciano male ma, dovendo disputare dodici gare in breve tempo, perderne uno per un infortunio potrebbe significare non averlo a disposizione per tanti incontri, addirittura per il resto del torneo. Questa considerazione fa capire quanto sia importante non correre mai il rischio di spingere sino al limite di rottura. Si tratta evidentemente di una bella sfida anche perché una situazione del genere è completamente inedita per la maggior parte delle compagini, eccezion fatta per quelle che sono abituate a cimentarsi nelle coppe europee e che vantano organici con numerose e valide alternative in ogni reparto ed in tutti i ruoli».

Giacomazzi è convinto che la filosofia del Lecce non muterà: «Si tratta di uno schieramento che ha una propria identità, grazie alla quale, nei primi ventisei turni, si è comportato bene, restando in lizza per la permanenza come gli si chiedeva di fare. Non penso che Liverani cambierà lo spartito, non ne vedo il motivo».

L’ex capitano, tante stagioni alle spalle nella massima serie italiana, vede l’undici giallorosso in lotta per la permanenza sino all’ultima giornata con altre tre-quattro formazioni: «Fermo restando che la matematica concede delle chance di salvezza anche al Brescia ed alla Spal, staccate rispettivamente di nove e di sette lunghezze dalla zona che permetterebbe di restare in A, penso che le probabilità che risalgano la china siano relativamente scarse. Il Lecce dovrà cercare di lasciarsi alle spalle una squadra tra Genoa, Sampdoria, Torino ed Udinese. Rispetto alle dirette rivali, Mancosu e compagni avranno un piccolo vantaggio, quello che erano predisposti sin dalla scorsa estate a dovere soffrire sino alla fine. Gli altri complessi impelagati in zona-rischio non si aspettavano certo di avere le difficoltà con le quali hanno dovuto fare i conti. Sarà una bagarre avvincente».

Circa il fatto che la A ripartirà, Giacomazzi dice: «Pian piano stanno riprendendo tutte le attività economiche ed il calcio è una di queste. Ci sta quindi che si torni in campo, anche perché dovremo convivere con il virus in attesa di un vaccino che lo debelli. Mi auguro che sia possibile concludere la stagione».

In caso contrario, si andrà verso i playoff ed i playout oppure verso la cristallizzazione della classifica: «Meglio giocarsi i verdetti in uno spareggio, ma è evidente che una strada perché vengano emessi andrà trovata, per quanto dolorosa possa essere la scelta. È indispensabile, però, che le regole da seguire siano chiare, inequivocabili ed accettate da tutti prima di ripartire, altrimenti poi saranno guai».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie