Venerdì 17 Gennaio 2020 | 23:00

NEWS DALLA SEZIONE

calciomercato
Lecce, Falco in bilico: emergenza senza fine

Lecce, Falco in bilico: emergenza senza fine

 
mercato
Lecce, le mani su Acquah: un guerriero per Liverani

Lecce, le mani su Acquah: un guerriero per Liverani

 
Serie A
Lecce calcio, Tabanelli passa a titolo definitivo al Frosinone

Lecce calcio, Tabanelli passa a titolo definitivo al Frosinone

 
Serie A
Lecce calcio, Sticchi Damiani: «Difendere la Serie A a tutti i costi»

Lecce calcio, Sticchi Damiani: «Difendere la Serie A a tutti i costi»

 
Serie A
Lecce

Parma batte il Lecce 2-0 e prosegue la corsa alla zona europea

 
serie a
Lecce, addio a La Mantia: attaccante ceduto all'Empoli

Lecce, addio a La Mantia: attaccante ceduto all'Empoli

 
il caso
Lecce, ex bomber Chevanton a processo per evasione di un milione di euro

Lecce, ex Chevanton a processo per evasione di 1mln di euro

 
Calcio
Lecce, arriva dal Cagliari il centrocampista Deiola

Lecce, arriva dal Cagliari il centrocampista Deiola

 
Calcio
Lecce, Babacar, Lapadula e Tabanelli a rischio contro il Parma

Lecce, Babacar, Lapadula e Tabanelli a rischio contro il Parma

 
serie a
Il Lecce vuole Ionita, ma c'è anche un piano B

Il Lecce vuole Ionita, ma c'è anche un piano B

 
serie a
Lecce, dopo la sconfitta con l'Udinese suona l'allarme

Lecce, dopo la sconfitta con l'Udinese suona l'allarme

 

Il Biancorosso

mercato
Ancora nessun botto: il Bari col freno tirato

Ancora nessun botto: il Bari col freno tirato

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiLa tragedia
Ostuni, si ribalta il trattore in un canale di scolo: muore 56enne

Ostuni, si ribalta il trattore in un canale di scolo: muore 56enne

 
TarantoA Taranto
«ArcelorMittal», monta la protesta degli autotrasportatori

«ArcelorMittal», monta la protesta degli autotrasportatori

 
PotenzaLa relazione Dia
In Basilicata aumentano i tentativi di «infiltrare» l’economia legale

In Basilicata aumentano i tentativi di «infiltrare» l’economia legale

 
Leccenel Leccese
Infiltrazioni mafiose: in Salento sciolto comune di Scorrano

Infiltrazioni mafiose: in Salento sciolto comune di Scorrano

 
Barila procura
Bari, chiesto processo per ex giudice Bellomo: accusato anche di calunnia a Conte

Bari, chiesto processo per Bellomo: accusato anche di calunnia a Conte

 
Batnel nordbarese
Bisceglie, petardo esplode davanti farmacia ex europarlamentare Silvestris: si indaga

Bisceglie, petardo esplode davanti farmacia ex europarlamentare: si indaga

 
MateraIl caso
Metaponto, nel portafogli aveva 53 pasticche «da stupro»: denunciato

Metaponto, nel portafogli aveva 53 pasticche «da stupro»: denunciato

 

i più letti

Serie B

Lecce, stai in guardia: il Perugia ha mille risorse

I giallorossi si preparano a uno scoppiettante finale di stagione

Lecce, stai in guardia: il Perugia ha mille risorse

Tra le squadre che, nel girone di ritorno, hanno espugnato il «Renato Curi», battendo a domicilio il Perugia, figura il Cosenza dell’ex giallorosso Stefano Trinchera, passato per 1-0 in terra umbra alla venticinquesima giornata. Il direttore sportivo del club calabrese ha visto all’opera il team biancorosso anche nell’ultimo turno, nel quale ha pareggiato per 1-1 a Pescara.
«Quella diretta da Nesta è una signora squadra - sostiene Trinchera - Dispone di calciatori di spessore per la categoria, è viva e motivata, decisa a giocare al meglio le proprie carte per meritare un posto nei playoff, nei quali, una volta ottenuto il pass, sarebbe una mina vagante, pur partendo presumibilmente da una delle ultime posizioni utili. Per l’undici allenato da Liverani, pertanto, si profila innegabilmente un test estremamente delicato, ma questo varrà per tutte le restanti sfide, per la compagine salentina come per le sue rivali. Oramai la lotta per i due posti che garantiscono la promozione diretta riguarda solo Brescia, Lecce e Palermo. Per il complesso lombardo sembra essere la stagione giusta in quanto, oltre alla forza della rosa si aggiunge il fatto che spesso gli episodi gli sono favorevoli. La formazione siciliana potrebbe essere avvantaggiata dal calendario, non avendo più scontri diretti. Mancosu e compagni, invece, avranno dalla propria parte un grandissimo entusiasmo e la forza del gioco di alto livello che esprimono. Sarà una volata avvincente ed anche estremamente incerta perché dubito che una delle tre big possa crollare di schianto».


Il Cosenza ha sbancato il “Renato Curi”. «La nostra è stata una bella impresa, compiuta al termine di un confronto complicato, nel quale siamo stati bravi e fortunati - afferma Trinchera - Nella gara contro di noi, il Perugia mi ha fatto un’ottima impressione. Il medesimo discorso devo ripeterlo per la prova che i biancorossi hanno sfoderato a Pescara. Al Lecce servirà quindi una prova da Lecce, di quelle che gli stanno permettendo di fare faville in casa da diverso tempo. Del resto, se i giallorossi rischieranno in Umbria, nessuno pensi che gli impegni del Brescia, con la Salernitana, e del Palermo, con un Padova affamato di punti salvezza, abbiano un esito scontato».


A Perugia, Fabio Liverani sarà alle prese con un vero e proprio rebus difesa. Nel reparto arretrato, l’allenatore romano avrà gli uomini contati e dovrà fare a meno, contemporaneamente, dei titolari Fabio Lucioni e Marco Calderoni. «Sono innegabilmente assenze gravi - ammette Trinchera - L’esperienza e la bravura del centrale umbro ha una importanza-chiave per la manovra giallorossa, come del resto le sgroppate sulla fascia sinistra del terzino friulano. Il tutto è aggravato dal fatto che siano out anche Bovo e Fiamozzi, i sostituti naturali. A questo punto della stagione e con un traguardo di altissimo livello nel mirino, però, è fondamentale che la forza del gruppo sopperisca alle assenze, sia pure pesanti, cosa che, del resto, sino ad oggi è sempre accaduta. Il “Curi” è uno stadio nel quale i supporter fanno sono a contatto con il terreno di gioco e fanno sentire il proprio calore, ma Liverani è un ex del Perugia e conosce bene l’ambiente. Saprà quindi fornire le giuste dritte ai propri uomini anche da questo punto di vista».


Sul fronte della squadra da schierare lunedì, stante l’emergenza con la quale dovrà fare i conti nel reparto arretrato a causa dei numerosi forfait, il tecnico capitolino ha altri due giorni per trovare la soluzione migliore. Si tratta di decidere se utilizzare contemporaneamente, accanto al terzino Lorenzo Venuti, i tre centrali Biagio Meccariello, Antonio Marino e Davide Riccardi, puntando su quest’ultimo che, dopo l’infortunio subito nel febbraio 2018, ha disputato solo uno scampolo di gara, oppure se spostare sulla linea difensiva un centrocampista, o nel ruolo di centrale, accanto a Meccariello, oppure lungo la fascia. Nella prima ipotesi non verrebbe mutato l’assetto della formazione nella zona nevralgica del campo, mentre nella seconda andrebbe ritoccato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie