Venerdì 24 Maggio 2019 | 23:45

NEWS DALLA SEZIONE

Calciomercato
Lecce: cercasi portiere esperto di Serie A

Lecce: cercasi portiere esperto di Serie A

 
Le dichiarazioni
Lecce in serie A, presidente Sticchi Damiani: «Promozione inaspettata»

Lecce in serie A, Sticchi Damiani: «Promozione inaspettata»

 
I giallorossi festeggiano
Lecce da sogno, ritorna in serie ALa città in delirio: ora si festeggiaDall'inferno al paradiso: il miracolo in 60"

Lecce da sogno, ritorna in serie A, la città in delirio Dall'inferno al paradiso: il miracolo

 
Lecce-Spezia
Liverani: «Tutto pronto per domani, ultimo tassello per la A». Via del Mare sold out

Liverani: «Tutto pronto per domani, ultimo tassello per la A». Via del Mare sold out

 
La promessa
Lucioni: «Lecce, se saliamo in A torno a Benevento in bici»

Lucioni: «Lecce, se saliamo in A torno a Benevento in bici»

 
sconfitta padova
Lecce, Liverani: eravamo stanchi, ma la festa è soltanto rimandata

Lecce, Liverani: eravamo stanchi, ma la festa è soltanto rimandata

 
Serie B pugliese
Lecce, spreca anticipo promozione in A: battuto dal Padova 2-1

Lecce spreca anticipo promozione in A: battuto dal Padova 2-1 Foto
Foggia vince ma deve lottare per playout

 
Calcio
Lecce col batticuore, a un passo dal sogno della A

Palermo pareggia 2-2, Lecce brucia anticipo della promozione in A
Padova-Lecce 2-1 (definitivo)

 
Serie B
Il Lecce vince al Via del Mare contro il Brescia: la A è sempre più vicina

Il Lecce vince al Via del Mare contro il Brescia: la A è sempre più vicina

 
Serie B
Lecce calcio, mister Liverani resta fino al 2022: confermato contratto

Lecce calcio, mister Liverani resta fino al 2022: confermato contratto

 

Il Biancorosso

L'INTERVISTA
Bellinazzo.: "Il Bari in serie A un affareVarrebbe tra i 70 e gli 80 milioni di euro"

Bellinazzo: «Bari in serie A un affare tra i 70 e gli 80 mln di euro»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Speciale Elezioni 2019Verso il voto
Comunali, Decaro: «La nostra è una storia straordinaria: Bari è più moderna e europea»

Comunali, Decaro: «La nostra è una storia straordinaria: Bari è più moderna e europea»

 
PotenzaAuto e motori
Melgi, record in Fca: è stata prodotta la 500millesima Fiat 500 X

Melfi, record in Fca: è stata prodotta la 500millesima Fiat 500 X

 
TarantoA Grottaglie
Non si ferma all'alt e investe un poliziotto: arrestato 46enne

Non si ferma all'alt e investe un poliziotto: arrestato 46enne

 
LecceL'episodio domenica scorsa
Lecce, assalto a gazebo Lega: denunciati 5 uomini e 2 donne di area anarchica

Lecce, assalto a gazebo Lega: denunciati 5 uomini e 2 donne di area anarchica

 
BatNella Bat
Andria: molestie sessuali e foto osé a bimbo di 11 anni, arrestato 22enne

Andria: molestie sessuali e foto osé a bimbo di 11 anni, arrestato 22enne

 
BrindisiLa segnalazione
Brindisi: cous-cous a mensa, i genitori protestano

Brindisi: cous-cous a mensa, i genitori protestano

 
MateraSanità
Ospedale Tinchi, il nuovo assessore si vergogna: non è dignitoso

Ospedale Tinchi, nuovo assessore si vergogna: non è dignitoso

 

i più letti

Serie B

Lecce, nel fortino di Salerno la spinta di Tachtsidis

Vigorito: ai vertici sarà bagarre e il Lecce parteciperà alle sfide

lecce calcio

LECCE -  Si pensa alla trasferta di Salerno, in casa Lecce, dopo l’ottima prova sfoderata nel match interno disputato con il Benevento, che però ha regalato al team salentino solo un punto.
«Ci prepariamo ad affrontare una squadra forte, che è reduce dal successo colto sul terreno del leader Palermo, una impresa non da poco – afferma il portiere Mauro Vigorito – I nostri prossimi rivali si cimenteranno in casa, in uno stadio che per loro, tradizionalmente, è sempre stato una sorta di fortino. Va messa in preventivo una partita dura, nella quale proveremo a riprenderci qualcuno dei punti che abbiamo lasciato per strada sino ad oggi, ma senza perdere di vista il fatto che l’incontro si preannuncia difficile. Come sempre, cercheremo di meritare un risultato positivo attraverso il gioco, facendo leva su quella che, dall’inizio del torneo, è la nostra identità».

Vigorito ammette che in seno all’entourage giallorosso ci sia un certo «rammarico per l’1-1 ottenuto contro il Benevento». «Abbiamo creato tanto ed avremmo meritato di imporci – aggiunge - Purtroppo abbiamo pagato una disattenzione difensiva che può starci nell’arco di 95’. Sono stati bravi i nostri avversari a sfruttarla. Bisognerà ripartire dalla prestazione, che è stata ottima, e dal risultato, che non è da disprezzare se si considera che è stato centrato contro una formazione costruita per vincere il campionato. Ora però il confronto con il Benevento fa parte del passato. Si pensa solo alla Salernitana».
A tenere banco sono l’esordio di Panagiotis Tachtsidis, avvenuto domenica scorsa, e la decisione della società, presa alla vigilia del match con i sanniti, di non lasciare partire il difensore centrale Fabio Lucioni, corteggiato dal Sassuolo. «Il centrocampista greco può aiutarci a compiere un salto di qualità – nota Vigorito – Più giocherà e più migliorerà la sua condizione. Qualitativamente è forte. Mi ha impressionato la sua capacità di sapersi adattare immediatamente a quello che gli ha chiesto il mister. Da qui alla chiusura del mercato, chiunque arriverà a Lecce per dare una mano sarà il benvenuto».
Su Lucioni, il portiere giallorosso sottolinea: «Fabio è un calciatore di spessore e la società, trattenendolo, ha dato un segnale forte. Sono contento che sia rimasto perché, da quando è tornato in campo, ha sempre dato un grande contributo alla causa della nostra formazione. D’altro canto, non bisogna dimenticare che, quando non ha potuto giocare, lo hanno fatto Meccariello, Bovo, Cosenza e Marino, che hanno garantito un apporto prezioso. Sino ad oggi tutti, quando sono stati schierati, si sono comportati bene e questo significa che ciascuno di noi si allena costantemente al massimo per farsi trovare pronto quando viene chiamato in causa».

Nelle alte sfere della classifica, impazza la bagarre. Nel primo turno di ritorno, il Verona è caduto a Padova, mentre il Pescara è stato fermato sul pareggio dalla Cremonese. «Sarà così sino alla fine perché la B è un campionato molto equilibrato – dice Vigorito - Alla lunga, a prevalere sarà il complesso che riuscirà ad avere maggiore continuità di rendimento. Ci sono diverse squadre che possono ambire a lottare per le posizioni che contano. Inoltre, chi ne aveva bisogno si è rinforzato e sta continuando a farlo e questo fatto porterà ad un innalzamento del livello del torneo, che sarà ancora più complicato e maggiormente competitivo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400