Giovedì 13 Dicembre 2018 | 02:32

NEWS DALLA SEZIONE

Lecce
Liverani: testa già al Brescia, il pari non fa calare l'euforia

Liverani: testa già al Brescia, il pari non fa calare l'euforia

 
Serie B
Al Via del Mare: Lecce Perugia termina 0-0

Al Via del Mare: Lecce Perugia termina 0-0

 
Serie B
Calcio Lecce, Liverani: «mi fido dei miei ragazzi»

Calcio Lecce, Liverani: «mi fido dei miei ragazzi»

 
Sabato contro il Perugia
Lecce, l'ex Olive: «La squadra non rinuncerà al mercato. Gruppo coeso»

Lecce, l'ex Olive: «La squadra non rinuncerà al mercato. Gruppo coeso»

 
L'intervista
Ex difensore Brio promuove il Lecce: «Personalità e grande tifo»

Ex difensore Brio promuove il Lecce: «Personalità e grande tifo»

 
Carpi-Lecce 0-1
Lecce, gol di La Mantia decide match a Carpi

Lecce, gol di La Mantia decide match a Carpi

 
La decisione
Curva Nord Lecce intitolata a calciatori Lorusso e Pezzella

Curva Nord Lecce intitolata a calciatori Lorusso e Pezzella

 
Serie B
Lecce attento: «A Carpi come se fosse il match più importante della stagione»

Lecce attento: «A Carpi come se fosse il match più importante della stagione»

 
Serie B
Brini spiana la strada al Lecce: «È forte e può crescere ancora»

Brini spiana la strada al Lecce: «È forte e può crescere ancora»

 
Serie B
Lecce calcio, sulla strada giusta a caccia dell’equilibrio

Lecce calcio, sulla strada giusta a caccia dell’equilibrio

 
Serie B
Lecce, Mancosu esalta La Mantia, Palombi e Falco

Lecce, Mancosu esalta La Mantia, Palombi e Falco

 

Sabato contro il Perugia

Lecce, l'ex Olive: «La squadra non rinuncerà al mercato. Gruppo coeso»

Parla l'ex centrocampista, che ha militato in entrambe le squadre

Lecce, l'ex Olive: «La squadra non rinuncerà al mercato. Gruppo coeso»

«Al Via del Mare, sabato prossimo, Lecce e Perugia daranno vita ad una sfida di alto livello, divertente ed aperta. La squadra salentina ha imboccato la strada giusta sin dalle prime battute del torneo cadetto, ha una identità ben precisa e si nota in maniera inequivocabile la mano di Liverani. Il complesso umbro non ha iniziato il torneo con il piede giusto, ha accusato qualche problema, ma ora dà l’impressione di avere ingranato. Gli organici sono entrambi assai attrezzati»: a presentare così il match tra il Lecce ed il Perugia è Renato Olive, ex centrocampista, di Putignano, che ha indossato la casacca giallorossa dal 1993 al 1996, disputando 88 gare e realizzando 2 reti, e quella biancorossa dal 1998 al 2000, collezionando 70 presenze e firmando 8 gol, che ha centrato la promozione in A sia con i «Lupi» salentini che con il «Grifone», per poi cimentarsi nella massima serie con entrambi i club e con il Bologna.


«Il Lecce è la rivelazione della serie B – sostiene Olive – Gioca un buon calcio, è sempre propositivo, capace di manovrare con precise geometrie e con un ottimo palleggio. Liverani sta facendo un lavoro egregio. Non è usuale, tra i cadetti, vedere un team che si esprime così bene. La strada intrapresa è quella giusta e va percorsa con convinzione».
Marco Mancosu e compagni hanno avuto un rendimento costante indipendentemente dal fatto che si siano cimentati in casa o in trasferta, mentre il Perugia ha la media punti più alta del torneo tra le mura amiche, ma in campo avverso ha raccolto di gran lunga meno.
«La squadra salentina ha il medesimo approccio tattico in ogni match, quando gioca al Via del Mare come quando è impegnato lontano dai propri supporter – rimarca Olive – Lo schieramento umbro, invece, sino ad oggi ha stentato parecchio ed ha messo in mostra minore personalità, ma è in crescita».


Olive è convinto che il Lecce possa reggere sino in fondo nelle alte sfere della graduatoria. «La compagine è ottimamente strutturata e Liverani la guida con sicurezza – sottolinea – potranno anche arrivare dei momenti di difficoltà, ma dubito che saranno tali da affossarla. Pertanto, penso che l’undici salentino sarà protagonista sino alla fine. L’ambiente, però, deve restare tranquillo. L’entusiasmo può solo fare bene, ma non deve trasformarsi in pressioni per chi va in campo».
L’ex giallorosso ipotizza un Lecce pronto a muoversi nel mercato di gennaio. «Conoscendo i componenti del gruppo dirigente, sono certo che non si tireranno indietro se ci sarà l’opportunità di mettere a segno qualche colpo di rilievo – sostiene – ma solo se ne varrà la pena, se potrà permettere all’organico di compiere un salto di qualità. La rosa è già valida e, quel che più conta, dall’esterno si capisce che il gruppo è coeso».
Ieri la squadra giallorossa ha lavorato a Martignano. Andrea La Mantia è stato tenuto a riposo precauzionale per un affaticamento muscolare, mentre Stefano Pettinari ha ripreso a correre, ma si è allenato a parte e per la sfida con il Perugia è ancora out.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400