Sabato 18 Gennaio 2020 | 00:56

Il Biancorosso

mercato
Ancora nessun botto: il Bari col freno tirato

Ancora nessun botto: il Bari col freno tirato

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiLa tragedia
Ostuni, si ribalta il trattore in un canale di scolo: muore 56enne

Ostuni, si ribalta il trattore in un canale di scolo: muore 56enne

 
TarantoA Taranto
«ArcelorMittal», monta la protesta degli autotrasportatori

«ArcelorMittal», monta la protesta degli autotrasportatori

 
PotenzaLa relazione Dia
In Basilicata aumentano i tentativi di «infiltrare» l’economia legale

In Basilicata aumentano i tentativi di «infiltrare» l’economia legale

 
Leccenel Leccese
Infiltrazioni mafiose: in Salento sciolto comune di Scorrano

Infiltrazioni mafiose: in Salento sciolto comune di Scorrano

 
Barila procura
Bari, chiesto processo per ex giudice Bellomo: accusato anche di calunnia a Conte

Bari, chiesto processo per Bellomo: accusato anche di calunnia a Conte

 
Batnel nordbarese
Bisceglie, petardo esplode davanti farmacia ex europarlamentare Silvestris: si indaga

Bisceglie, petardo esplode davanti farmacia ex europarlamentare: si indaga

 
MateraIl caso
Metaponto, nel portafogli aveva 53 pasticche «da stupro»: denunciato

Metaponto, nel portafogli aveva 53 pasticche «da stupro»: denunciato

 

i più letti

Lega Pro

Foggia, Supercoppa: c’è la Cremonese

Il debutto del Foggia contro i lombardi, quindi la chiusura in trasferta a Venezia

Giovanni Stroppa, allenatore del Foggia Calcio

Giovanni Stroppa, allenatore del Foggia Calcio

CALCIO FOGGIA - Il Foggia debutterà in casa nella Supercoppa di Lega Pro, manifestazione in cui si sfidano le tre squadre classificate al primo posto nel campionato di terza serie. I rossoneri affronteranno allo “Zaccheria”, sabato prossimo alle 20:30, la Cremonese. Poi, il 27 maggio, l’undici allenato da Giovanni Stroppa sarà impegnato in trasferta, a Venezia.

Ieri pomeriggio, si è disputata la prima giornata della competizione che eleggerà la squadra regina della Lega Pro per la stagione 2016/17. A Cremona, vittoria per 2-1 del Venezia. La formazione veneta ha sbloccato subito il punteggio, in avvio di partita, grazie ad una rete dell’attaccante spagnolo Geijo, ex Brescia ed Udinese. A dieci minuti dall’intervallo, la Cremonese ha ristabilito la parità (a segno Talamo). Nel finale di partita, è arrivato il gol-vittoria per gli ospiti, firmato dall’esperto centrocampista Bentivoglio, ex Chievo.

Falsa partenza nella Supercoppa, dunque, per la Cremonese, sconfitta in casa: il tecnico Tesser ha fatto ricorso al turnover, schierando diverse seconde linee. Il Venezia è invece partito con il piede giusto, vincendo in trasferta: la classifica della manifestazione vede, così, i veneti in testa, con 3 punti. La squadra allenata da Pippo Inzaghi sogna il «triplete»: vuole aggiudicarsi anche la Supercoppa, dopo aver vinto il campionato e aver conquistato la Coppa Italia di Lega Pro, superando in finale il Matera.

Ma la Supercoppa è un obiettivo a cui tiene anche il Foggia: il club rossonero non ha mai partecipato a questa manifestazione e vorrebbe vincerla, per porre il suggello su una stagione memorabile, che ha visto i «Satanelli» festeggiare la promozione in B con due turni d’anticipo, seminando in classifica le altre tre aspiranti al primo posto.

La formazione rossonera si gode, oggi, l’ultimo dei due giorni di riposo concessi dal tecnico Stroppa. Domani la ripresa degli allenamenti in vista del match interno con la Cremonese. Per capitan Agnelli e compagni si tratta del primo fine settimana senza calcio dopo più di tre mesi e mezzo vissuti tutti d’un fiato, a partire dalla trasferta di Vibo Valentia del 21 gennaio scorso, quando il campionato riprese dopo la lunga sosta invernale.

La Supercoppa di Lega Pro è giunta alla 18^ edizione e si articola in un minigirone da tre squadre: tre giornate in programma, gare di sola andata. Ogni formazione gioca una partita in casa ed una in trasferta. Al termine dei tre turni, la prima classificata si aggiudicherà il trofeo. La società vincitrice riceverà la Supercoppa in argento e 25 medaglie in argento, per i calciatori e i tecnici della squadra. In caso di parità di punteggio in classifica, sarà determinante la differenza reti. Se l’equilibrio dovesse persistere, si guarderà al maggior numero di reti segnate e poi al maggior numero di gol realizzati in trasferta. In ultima ipotesi, il sorteggio. L’anno scorso il trofeo fu vinto dalla Spal, che ieri ha festeggiato la promozione in Serie A, secondo salto di categoria consecutivo per il club di Ferrara.
Raffaele Fiorella

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie