Sabato 16 Febbraio 2019 | 08:40

NEWS DALLA SEZIONE

Provoca il cancro
Al Perrino in anatomia patologica è allarme formaldeide

Al Perrino in anatomia patologica è allarme formaldeide

 
Sulla via di San Vito
Brindisi, cc scoprono casolare con 50 africani tra droga e degrado, un arresto

Brindisi, scoperti 50 africani in casolare tra droga e degrado: un arresto

 
La rapina a Brindisi
Brindisi, legano il portiere dell'hotel Internazionale: caccia a 2 rapinatori

Legano il portiere dell'hotel Internazionale: caccia a 2 rapinatori

 
Dai cc di Brindisi Casale
Carne conservata male e prodotti proibiti: multato macellaio

Carne conservata male e prodotti proibiti: multato macellaio

 
Il caso
Oria, sequestrati dalla Gdf villa e terreno ad esponente della Scu

Oria, sequestrati dalla Gdf villa e terreno ad esponente della Scu

 
La rapina
Brindisi, armati di pistola assaltano la Total Erg

Brindisi, armati di pistola assaltano la Total Erg

 
Sequestrati anche 30 kg di pesce
carabinieri Nas

Latiano, lavavano pesce con acqua contaminata: ristorante sospeso

 
NEL RIONE SANT'ANGELO
Brindisi, 2 fratelli minacciati con la pistola: «I cellulari o sparo»

Brindisi, 2 fratelli minacciati con la pistola: «I cellulari o sparo»

 
Operazione dei Cc
Carovigno, nel «fortino» 2 quintali di droga: sotto accusa una famiglia

Carovigno, nel «fortino» 2 quintali di droga: sotto accusa una famiglia

 
Lotta alla droga
Carovigno, beccato mentre spacciava cocaina: arrestato 42enne

Carovigno, preso dai Cc 42enne mentre spacciava cocaina

 
Al Perrino
Brindisi, si esercita in sala operatoria su carne animale: ginecologo sotto procedimento

Brindisi, si esercita in sala operatoria su carne animale: ginecologo sotto accusa

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatIl caso
«Ti amo Luigi», a Trani imbrattata la Cattedrale. Il sindaco: fidanzata idiota

«Ti amo Luigi», a Trani imbrattata la Cattedrale. Il sindaco: fidanzata idiota

 
BariL'anniversario
Bari, 20 anni dalla morte Tatarella: un libro per ricordarlo

Bari, ricordato Tatarella a 20 anni dalla morte

 
FoggiaSfiducia al sindaco
San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

 
MateraNel 2009
Bernalda, tentò di picchiare il sindaco in aula: in manette 71enne

Bernalda, tentò di picchiare il sindaco in aula: in manette 71enne

 
TarantoDenunce
Nel circolo privato furto di elettricità e 6 slot machine abusive: sequestri a Taranto

Nel circolo privato furto di elettricità e 6 slot machine abusive: sequestri a Taranto

 
PotenzaNel potentino
Francavilla in Sinni, crolla tetto di casa, madre e figlio in ospedale, uomo ancora sotto le macerie

Francavilla in Sinni: crolla tetto di casa, 3 persone estratte vive, grave un uomo

 
BrindisiProvoca il cancro
Al Perrino in anatomia patologica è allarme formaldeide

Al Perrino in anatomia patologica è allarme formaldeide

 
LecceNuove accuse
Ugento: Roberta, uccisa 20 anni fa, forse fu molestata

Ugento: Roberta, uccisa 20 anni fa, forse fu molestata

 

mamma e bimbo stanno bene

Nato dopo appena 23 settimane
«Miracolo» di Natale al Perrino

nati

OSTUNI - Ha avuto vasta eco la notizia del piccolo Giuseppe, nato prematuramente presso il reparto di ginecologia-ostetricia dell’ospedale di Brindisi, con i medici che hanno salvato la vita al neonato e alla mamma, la 32enne Maria Pecere di Ostuni. Il bimbo di sole 23 settimane, ora è in una incubatrice del reparto di terapia intensiva neonatale mentre i genitori: Francesco Galizia e Maria Pecere, gli sono vicini sperando che possa continuare la sua crescita.

La signora Pecere ha indirizzato una lettera al direttore generale dell’Asl Giuseppe Pasqualone per ringraziare ed elogiare il comportamento dei medici e del personale tutto che sono intervenuti la notte di Natale per far nascere il neonato di soli sei mesi e salvarle la vita.

in una situazione di estrema gravità di salute. Se sono viva con il mio piccolo è solo grazie ad una squadra efficientissima. Per la mia famiglia il miracolo della notte di Natale, è stato trovarsi nelle mani di questi grandi professionisti>. Ora si spera che questa bella storia, possa avere un lieto fine (di fronte ad un quadro clinico ) mentre il giovane padre ricorda che «durante la notte dello scorso 24 dicembre il dott. Cisaria e l’equipe di turno, hanno attivato immediatamente la sala operatoria con tutti i mezzi e le risorse necessarie all’intervento, convocando anche il medico Lapenna. Oggi mio figlio é in una piccola incubatrice, collegato a tante apparecchiature mediche che lo aiutano a sopravvivere. Giuseppe lotta per il suo diritto alla vita con il monitoraggio incessante dei medici e infermieri del reparto Utin che con amore e professionalità si prendono cura del bambino. Speriamo tutti in un grande miracolo. Per noi, intanto, il grande miracolo della vigilia di Natale, è stato quello di trovarci nelle manie di questi grandi professionisti».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400