Martedì 28 Gennaio 2020 | 01:50

NEWS DALLA SEZIONE

Il salvataggio
Brindisi, cucciolo di foca spiaggiato a Torre San Gennaro: ha bisogno di cure

Brindisi, cucciolo di foca spiaggiato a Torre San Gennaro: ha bisogno di cure

 
Shoah
Giorno della Memoria, il messaggio di Liliana Segre a studenti di Fasano: «Siate vigili»

Giorno della Memoria, il messaggio di Liliana Segre a studenti di Fasano: «Siate vigili»

 
L'aggressione
Mesagne, armato di coltelli assalta l'ambulanza del 118

Mesagne, armato di coltelli assalta l'ambulanza del 118

 
In piazza
Mesagne, picchia il figlio minore e aggredisce i Cc: in manette 50enne

Mesagne, picchia il figlio minore e aggredisce i Cc: in manette 50enne

 
Una 50enne romena
Ostuni, botte e parolacce alla nonnina 90enne sul girello: in cella badante

Ostuni, botte e parolacce alla nonnina 90enne sul girello: in cella badante

 
Le dichiarazioni
Brindisi, Al Bano con Boccia a convegno su futuro centrale Enel: «Rispettiamo questa terra»

Brindisi, Al Bano con Boccia a convegno su futuro centrale Enel: «Rispettiamo questa terra»

 
L'annuncio
Emiliano a Brindisi: «Enel dismette un gruppo a carbone nella centrale di Cerano»

Emiliano a Brindisi: «Enel dismette un gruppo a carbone nella centrale di Cerano»

 
Nel Brindisino
Ceglie Messapica, due cadaveri trovati in una casa: indagano i carabinieri

Ceglie Messapica, trovati morti in casa: si sono uccisi a coltellate dopo una lite

 
Nel Brindisino
Mesagne, manomette contatore e ruba elettricità per 8mila euro: arrestato

Mesagne, manomette contatore e ruba elettricità per 8mila euro: arrestato

 
L'iniziativa
Sos influenza, parte domani da Brindisi il «Vitamina Day»

Sos influenza, parte domani da Brindisi il «Vitamina Day»

 
nel brindisino
Ceglie Messapica, in casa pistole, gioielli, quadri e 5mila euro: arrestato

Ceglie Messapica, in casa pistole, gioielli, quadri e 5mila euro: arrestato

 

Il Biancorosso

23ma Giornata serie C
Bari in casa Reggina per riaprire la corsa al primato

Perrotta salva il Bari al Granillo: 1-1 in casa della Reggina. La diretta

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatL'accusa
«Mio fratello pestato in cella»: la denuncia della sorella dell'andriese Filippo Griner

«Mio fratello pestato in cella»: la denuncia della sorella dell'andriese Filippo Griner

 
Potenzaregione basilicata
Potenza, manca il numero legale, sciolta riunione del consiglio regionale

Potenza, manca il numero legale, sciolta riunione del consiglio regionale

 
FoggiaL'intervento
San Severo, riprende la raccolta rifuti dopo l'incendio dei mezzi della Buttol

San Severo, riprende la raccolta rifuti dopo l'incendio dei mezzi della Buttol

 
HomeIl giallo
Bari, recuperato in mare il cadavere di una donna: forse un suicidio

Bari, recuperato in mare il cadavere di una donna: forse un suicidio (FOTO)

 
TarantoIl caso
Omicidio in sala giochi: 3 condanne a 30 anni a Taranto

Omicidio in sala giochi: 3 condanne a 30 anni a Taranto

 
BrindisiIl salvataggio
Brindisi, cucciolo di foca spiaggiato a Torre San Gennaro: ha bisogno di cure

Brindisi, cucciolo di foca spiaggiato a Torre San Gennaro: ha bisogno di cure

 
MateraIl caso
Matera, hanno tentato di truffare una nonnina: in due agli arresti domiciliari

Matera, hanno tentato di truffare una nonnina: in due agli arresti domiciliari

 
LecceNel centro storico
Lecce, Ztl: parte la rivolta dei commercianti

Lecce, Ztl: parte la rivolta dei commercianti

 

i più letti

Operazione «Poncio»

Falsi incidenti, un medico
e un avvocato fra i 13 condannati

Falsi incidenti, un medico e un avvocato fra i 13 condannati

Piero Argentiero

Tredici condanne un’assoluzione e una raffica di prescrizioni per uno dei quattro tronconi dell’operazione «Poncio», sinistri stradali, con o senza feriti ma sempre con danni consistenti ai mezzi, scoperti a seguito delle denunce di alcune compagnie di assicurazioni. In questo troncone, tra i condannati ci sono un avvocato, Giuseppe Scuteri, e un medico, Maria Angela Monfregola. Ad entrambi sono stati inflitti due anni e nove mesi di reclusione. Il pubblico ministero Milto Stefano De Nozza aveva chiesto la condanna di Monfregola a quattro anni e di Scuteri a tre anni e dieci mesi. Secondo il capo di imputazione l’avvocato realizzava a tavolino i falsi incidenti, allestendo le pratiche di risarcimento, e il medico attestava prognosi di guarigione per infortuni non veri.

Le altre condanne hanno riguardato Milva Aggiano: un anno e tre mesi di reclusione con generiche prevalenti sull’aggravante (un anno di reclusione aveva chiesto il pubblico ministero); Valeria Bramato: un anno e tre mesi con generiche prevalenti (un anno); Salvatore Carocuore: un anno e tre mesi e generiche prevalenti (un anno). Per tutti è tre disposta la sospensione della pena. Fabio Corinti: un anno e tre mesi e generiche prevalenti (un anno); Daniela De Giorgi: un anno e tre mesi e generiche prevalenti (un anno); Francesco Iacobbe: un anno e tre mesi e generiche prevalenti (un anno); Lucia Licciardello: un anno e sei mesi di reclusione (un anno e un mese); Lino Longo: un anno e tre mesi e generiche prevalenti (un anno); Giuseppe Motta: un anno e sei mesi (un anno e 7 mesi); Salvatore Narda: un anno e tre mesi e generiche prevalenti (un anno), e Guido Trane: un anno e tre mesi (un anno e 4 mesi), tutti brindisini.

Assolto Raffaele Reho per non avere commesso il fatto: il pubblico ministero aveva chiesto la condanna a un anno di reclusione.

Non doversi procedere per sopravvenuta prescrizione, così come aveva chiesto De Nozza, per gli altri imputati: Luca Perugino, Mario Ragione, Giuseppe Ribezzi, Marcello Ricchiuti, Antonio Rillo, Domenico Rillo, Antonio Rollo, Angelo Santoro, Nicola Scagliarini, Francesco Semeraro, Bruna Solito, Teresa Sparaccio, Vanda Spinosa, Armando Tara, Andrea Tomasini e Gina Torsello.

Per il medico e per l’avvocato le condanne sono state più alte in quanto rispondono di corruzione per atti contrari ai loro doveri di ufficio. La prima, originaria del Leccese ma lavora a Brindisi, come ortopedico, avrebbe attestato malattie non vere a persone mai visitate; l’altro avrebbe fornito le indicazioni al medico su cosa doveva fare.

L’inchiesta fu svolta dai militari della Guardia di finanza e nel 2013 porto all’iscrizione nel registro degli indagati oltre ducento persone per avere truffato le compagnie di assicurazione Toro, Milano, Aurora, Fondiaria, Lloyd, Ina, Trigalv, Tua, Reale Mutua, Sai e Zurich.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie