Sabato 16 Febbraio 2019 | 18:33

NEWS DALLA SEZIONE

Ai domiciliari
Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

 
Provoca il cancro
Al Perrino in anatomia patologica è allarme formaldeide

Al Perrino in anatomia patologica è allarme formaldeide

 
Sulla via di San Vito
Brindisi, cc scoprono casolare con 50 africani tra droga e degrado, un arresto

Brindisi, scoperti 50 africani in casolare tra droga e degrado: un arresto

 
La rapina a Brindisi
Brindisi, legano il portiere dell'hotel Internazionale: caccia a 2 rapinatori

Legano il portiere dell'hotel Internazionale: caccia a 2 rapinatori

 
Dai cc di Brindisi Casale
Carne conservata male e prodotti proibiti: multato macellaio

Carne conservata male e prodotti proibiti: multato macellaio

 
Il caso
Oria, sequestrati dalla Gdf villa e terreno ad esponente della Scu

Oria, sequestrati dalla Gdf villa e terreno ad esponente della Scu

 
La rapina
Brindisi, armati di pistola assaltano la Total Erg

Brindisi, armati di pistola assaltano la Total Erg

 
Sequestrati anche 30 kg di pesce
carabinieri Nas

Latiano, lavavano pesce con acqua contaminata: ristorante sospeso

 
NEL RIONE SANT'ANGELO
Brindisi, 2 fratelli minacciati con la pistola: «I cellulari o sparo»

Brindisi, 2 fratelli minacciati con la pistola: «I cellulari o sparo»

 
Operazione dei Cc
Carovigno, nel «fortino» 2 quintali di droga: sotto accusa una famiglia

Carovigno, nel «fortino» 2 quintali di droga: sotto accusa una famiglia

 
Lotta alla droga
Carovigno, beccato mentre spacciava cocaina: arrestato 42enne

Carovigno, preso dai Cc 42enne mentre spacciava cocaina

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceVerso le elezioni
Lecce, il centrodestra ufficializza le primarie

Lecce, il centrodestra ufficializza le primarie

 
BariSanità
Medicina «narrativa» Un corso per i medici

Medicina «narrativa» Un corso per i medici

 
TarantoLa manifestazione
Taranto, anche Caparezza sostiene la fiaccolata per i bimbi morti di cancro

Taranto, anche Caparezza sostiene la fiaccolata per i bimbi morti di cancro

 
MateraIl caso
matera bari

Matera, svaligiavano appartamenti: in manette 3 ladri baresi

 
BatDavanti al porto
Trani, anziana in acqua: soccorsa in tempo, rischiava assideramento

Trani, anziana in acqua: soccorsa in tempo, rischiava assideramento

 
BrindisiAi domiciliari
Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

 
PotenzaDal gip di Potenza
Lavello, donna di mezza età in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

Lavello, donna 40enne in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

 
FoggiaSfiducia al sindaco
San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

 

preso bracconiere

Brindisi, sparava ai tordi
senza neanche il porto d'armi

corpo forestale dello stato

BRINDISI - Per porto abusivo di armi e munizioni, e furto venatorio, gli agenti del Comando Stazione Forestale di Ostuni, con informativa alla Procura della Repubblica di Brindisi, hanno denunciato a piede libero un 59enne brindisino incensurato. Sono stati inoltre sequestrati il fucile, le cartucce e la selvaggina che aveva abbattuto.
La pattuglia della Forestale, mentre era in perlustrazione nelle campagne alla periferia di Brindisi, in contrada Grottamiranda, udendo degli spari provenire dagli oliveti della zona, si è avvicinata all’uomo che imbracciava un fucile da caccia il quale, alla vista degli agenti, ha iniziato una fuga a piedi, fino ad un deposito agricolo di sua proprietà, all’interno del quale si è rinchiuso. Resosi conto che non poteva sfuggire agli agenti che lo aspettavano fuori dal deposito, l’uomo è uscito consentendo ai forestali di accertare che era sprovvisto di porto d’armi e che aveva abbattuto alcuni esemplari di tordo.

Quest’ultimo episodio riporta l’attenzione sul grave fenomeno del bracconaggio che avviene in questo periodo con l’utilizzo sia di richiami che di armi da caccia da parte di persone sprovviste di autorizzazioni dell’autorità di pubblica sicurezza, all’uso di fucili o armi similari. Durante i numerosi controlli venatori svolti dal Comando Stazione Forestale nel territorio di competenza, gli agenti hanno elevato sanzioni nei confronti di pseudo-cacciatori che esercitavano l’attività venatoria senza avere nè i titoli, nè le autorizzazioni nè i prescritti versamenti regionali, assicurativi e di concessione governativa; il tutto in violazione dei divieti previsti dalle norme a tutela della fauna omeoterma.
Il Corpo, pur con organici di personale assai ridotti, in considerazione del dilagare di forme illegali della caccia, compreso il fenomeno del bracconaggio, continua a svolgere serrati controlli per tutta la durata della stagione venatoria.
Gli uomini con senso di sacrificio continuano a profondere il massimo impegno nel controllo sull’attività venatoria, al fine di garantire la legalità e la tutela dell’ambiente e dei cittadini e questi potranno segnalare al numero di emergenza ambientale “1515”, qualsiasi infrazione che riguardi il bracconaggio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400