Domenica 17 Febbraio 2019 | 08:18

NEWS DALLA SEZIONE

Ai domiciliari
Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

 
Provoca il cancro
Al Perrino in anatomia patologica è allarme formaldeide

Al Perrino in anatomia patologica è allarme formaldeide

 
Sulla via di San Vito
Brindisi, cc scoprono casolare con 50 africani tra droga e degrado, un arresto

Brindisi, scoperti 50 africani in casolare tra droga e degrado: un arresto

 
La rapina a Brindisi
Brindisi, legano il portiere dell'hotel Internazionale: caccia a 2 rapinatori

Legano il portiere dell'hotel Internazionale: caccia a 2 rapinatori

 
Dai cc di Brindisi Casale
Carne conservata male e prodotti proibiti: multato macellaio

Carne conservata male e prodotti proibiti: multato macellaio

 
Il caso
Oria, sequestrati dalla Gdf villa e terreno ad esponente della Scu

Oria, sequestrati dalla Gdf villa e terreno ad esponente della Scu

 
La rapina
Brindisi, armati di pistola assaltano la Total Erg

Brindisi, armati di pistola assaltano la Total Erg

 
Sequestrati anche 30 kg di pesce
carabinieri Nas

Latiano, lavavano pesce con acqua contaminata: ristorante sospeso

 
NEL RIONE SANT'ANGELO
Brindisi, 2 fratelli minacciati con la pistola: «I cellulari o sparo»

Brindisi, 2 fratelli minacciati con la pistola: «I cellulari o sparo»

 
Operazione dei Cc
Carovigno, nel «fortino» 2 quintali di droga: sotto accusa una famiglia

Carovigno, nel «fortino» 2 quintali di droga: sotto accusa una famiglia

 
Lotta alla droga
Carovigno, beccato mentre spacciava cocaina: arrestato 42enne

Carovigno, preso dai Cc 42enne mentre spacciava cocaina

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl premio
Ex Ilva Taranto, azienda di pulizie da 100 euro a chi non si fa male sul lavoro

Ex Ilva Taranto, azienda di pulizie dà 100 euro a chi non si fa male sul lavoro

 
BariL'appello
Puglia, i giovani di Forza Italia: «Il rilancio del partito passa da noi»

Puglia, i giovani di Forza Italia: «Il rilancio del partito passa da noi»

 
LecceVerso le elezioni
Lecce, il centrodestra ufficializza le primarie

Lecce, il centrodestra ufficializza le primarie

 
MateraIl caso
matera bari

Matera, svaligiavano appartamenti: in manette 3 ladri baresi

 
BatDavanti al porto
Trani, anziana in acqua: soccorsa in tempo, rischiava assideramento

Trani, anziana in acqua: soccorsa in tempo, rischiava assideramento

 
BrindisiAi domiciliari
Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

 
PotenzaDal gip di Potenza
Lavello, donna di mezza età in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

Lavello, donna 40enne in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

 
FoggiaSfiducia al sindaco
San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

 

Coltivavano marijuana

Droga, intera famiglia
in manette a Ostuni

Arrestati padre, madre e figlia: sequestrate complessivamente 15 «piante»

Droga, intera famigliain manette a Ostuni

OSTUNI - Un’intera famiglia – padre, madre e figlia – si era data alla coltivazione di marijuana. Dopo che la piantagione domestica è stata scoperta dai carabinieri, per i tre è scattato l’arresto. Renato Gari (74 anni), Simona Manzoni (60 anni), e Maya Gari (36 anni), ostunesi, sono finiti agli arresti domiciliari. L’accusa, per padre, madre e figlia, è concorso in coltivazione e produzione di sostanze stupefacenti. L’operazione che si è conclusa con l’arresto della famiglia ostunese è stata condotta dai carabinieri della stazione della città bianca.
I militari dell’Arma – al comando del maresciallo Domenico Barletta – hanno bloccato Maya Gari mentre stava estirpando sette piante di cannabis che erano a dimora nel giardino retrostante l’abitazione di famiglia. La perquisizione del garage, annesso alla casa, ha portato al rinvenimento di altre 8 piante di marijuana già tagliate ed essiccate, quindi pronte per essere usate. Nell’abitazione dei genitori della 36enne ostunese i carabinieri hanno trovato 37 grammi di marijuana e un grammo di hashish. La perquisizione è stata estesa anche ad una casa che gli investigatori hanno accertato che era occupata da Maya Gari. All’interno dell’appartamento i militari dell’Arma hanno rinvenuto due involucri contenenti 5 grammi di marijuana e 20 grammi di hashish.
Non era certo coltivatori in proprio di «erba» improvvisati. Nel corso delle perquisizioni eseguite nelle case e nelle pertinenze degli immobili occupati dalla famiglia Gari i militi hanno trovato tutto quello che serve per far crescere rigogliose le piante di cannabis.
È un dato di fatto: con la crisi economica globale che non accenna a mordere il freno il numero dei coltivatori in proprio di «erba» continua a crescere in modo esponenziale. Con un investimento di poche decine di euro si possono realizzare, se la marijuana prodotta è destinata ad essere commercializzata, considerevoli guadagni. Se la coltivazione di cannabis è, invece, intrapresa a uso e consumo personale i costi di approvvigionamento della marijuana praticamente si azzerano. Il clima che c’è dalle nostre parti favorisce questo tipo di coltivazione. Solo che, se per il peperone e il cavolo, due ortaggi di «casa» nelle campagne del Brindisino, non c’è nessuna norma che ne vieti la coltivazione, per la cannabis il discorso è diverso: la coltivazione in proprio della marijuana è vietata dalla legge. Lo ha sperimentato sulla propria pelle la famiglia ostunese che, dopo che i carabinieri hanno scoperto la loro piantagione domestica di «erba», è finita al completo agli arresti domiciliari. [m.mong.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400