Domenica 14 Agosto 2022 | 18:00

In Puglia e Basilicata

Nel Brindisino

Pantanagianni, sequestrato il lido meta delle vacanze dei vip

Pantanagianni, sequestrato il lido meta delle vacanze dei vip

Sigilli al lido dei vip

Sigilli attorno ai gazebo del «Lido pineta a mare», oasi da diverse migliaia di euro al mese

30 Giugno 2022

Redazione Brindisi

PANTANAGIANNI (Carovigno) - Sigilli ad un lido esclusivo lungo un tratto di costa tra i più belli d’Italia, non lontano dall’Area marina protetta di Torre Guaceto, immediatamente a nord della frazione marina di Specchiolla.

Capitaneria di porto, Carabinieri e Polizia locale hanno dato vita ad un blitz con l’ausilio anche di un elicottero, ponendo sotto sequestro «Lido pineta a mare», che insiste sul tratto più a sud della località di Pantanagianni. Le cause del sequestro penale, non sono state rese ancora note e dai cartelli affissi sulle strutture dello stabilimento, contornate dal nastro bianco e rosso, null’altro si evince.

I sigilli sono stati applicati attorno ai baldacchini ed ai gazebo per i quali era stata già avviata la campagna di prenotazione, a tariffe degne dei luoghi frequentati dai cosiddetti vip. Appena pochi giorni fa, una signora aveva contattato i gestori per conoscere prezzi e modalità di fruizione del lido, apprendendo che la disponibilità di un gazebo per il mese di luglio e agosto le sarebbe costata diverse migliaia di euro.

Stando alle scarne notizie trapelate il sequestro sarebbe scaturito dal mancato rispetto di alcune norme relative alla «metratura ed agli spazi assegnati» dalla concessione demaniale.
L’esclusivo lido è sicuramente uno dei luoghi più gradevoli in cui trascorrere le vacanze al mare e sarebbe gestito da un’azienda con sede a Milano. Il lido in passato fu di proprietà di un ex amministratore del comune di Carovigno, che successivamente cedette l’attività. Nel 2018, durante la campagna elettorale per le elezioni amministrative, lo stabilimento fu dato alle fiamme da ignoti: il rogo distrusse la struttura in legno del chioschetto, a ridosso della suggestiva pineta.

I sigilli apposti nelle scorse ore arrivano a pochi giorni dal tutto esaurito per le vacanze estive in ogni angolo di litorale della Puglia, un indotto che per lo stabilimento in questione diventa a forte rischio. La struttura, a detta dei frequentatori abituali, è un fiore all’occhiello del territorio carovignese, città rinomata sia per la riserva naturale di Torre Guaceto, appunto, sia per i resort di cui il territorio è costellato, strutture che rendono la provincia di Brindisi appetibile sotto il punto di vista turistico-ricettivo. La città di Carovigno insieme a Fasano gode, infatti, di un numero di posti letto importante per l’ospitalità dei turisti in provincia di Brindisi. Adesso spetterà agli organi preposti avviare l’iter previsto per legge a seguito del provvedimento adottato.

Sequestro lido a Pantanagianni non è il «Pineta a mare villaggio camping» che è a Specchiolla
La nota dell’amministratore unico Mastrototaro

In merito al sequestro penale di un lido a Pantanagianni del quale la «Gazzetta» aveva riferito parlando del provvedimento e considerando il lido «meta delle vacanze dei vip», l’amministratore unico di «Pineta al mare villaggio camping» di Specchiolla, Alberto Mastrototaro sostiene che si è parlato di un «lido attrezzato geograficamente localizzato sulla “costa immediatamente a nord della frazione marina di Specchiolla”» e considerando che le notizie sarebbero «possibile fonte di pregiudizio per la nostra azienda che gestisce un camping/villaggio turistico proprio in località Specchiolla di Carovigno» fa presente che «nel corpo di tale articolo si cita (addirittura virgolettandolo) il “Lido Pineta a Mare” che si dà il caso sia il nome del lido attrezzato gestito dalla nostra struttura ricettiva, il quale ovviamente non ha nulla a che fare con quello oggetto del provvedimento di sequestro enunciato nell’articolo». «È appena il caso di precisare infatti che il nostro lido è allo stato perfettamente efficiente - aggiunge -, funzionante e in regola con tutte le autorizzazioni previste dalla legge, ma ciò nonostante alcuni nostri ospiti, avendo letto la notizia in oggetto, si sono allarmati e sono corsi a chiedere spiegazioni che non senza fatica si è riusciti per il momento a fornire». Da parte nostra - ripubblicando la foto che ritrae il provvedimento del decreto penale di sequestro al lido di Pantanagianni -, ribadiamo che il sequestro penale del lido è avvenuto in quella località marina ben diversa da Specchiolla, benchè entrambi appartenenti al territorio di Carovigno. [red. br.]

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725