Martedì 19 Marzo 2019 | 04:42

NEWS DALLA SEZIONE

In pieno centro
S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

 
Al rione Bozzano
Brindisi, disoccupata 20enne salvata mentre tenta lanciarsi dal ponte

Brindisi, disoccupata 20enne salvata mentre tenta lanciarsi dal ponte

 
Denunciato
Carovigno, guida sotto effetto alcol e droga fa incidente e distrugge 4 auto

Carovigno, guida sotto effetto alcol e droga fa incidente e distrugge 4 auto

 
Ordinanza del Questore
San Donaci, droga e pregiudicati: chiuso circolo per un mese

San Donaci, droga e pregiudicati: chiuso circolo per un mese

 
Indagano i Cc
Fasano, gli sparano mentre fa la pipì per strada: ferito 40enne

Fasano, gli sparano mentre fa la pipì per strada: ferito 40enne

 
Maltrattamento di animali
Brindisi, trovati 6 cani rinchiusi in auto abbandonata: una denuncia

Brindisi, trovati 6 cani rinchiusi in auto abbandonata: una denuncia

 
Il caso
Brindisi, polizze a prezzi di saldo: una truffa non un affare

Brindisi, polizze a prezzi di saldo: una truffa non un affare

 
Champions League
CR7, dopo la vittoria la festa nel locale del fasanese Ancona

CR7, dopo la vittoria la festa nel locale del fasanese Ancona

 
Nel Brindisino
Si addormenta sul bus ubriaco e rifiuta di scendere, nigeriano arrestato a Ceglie Messapica

Si addormenta sul bus ubriaco e rifiuta di scendere, nigeriano arrestato a Ceglie Messapica

 
Nel brindisino
La fortuna bacia Ceglie Messapica: vinti 2,5 mln di euro al 10 e Lotto

La fortuna bacia Ceglie Messapica: vinti 2,5 mln di euro al 10 e Lotto

 
La protesta
Francavilla, via dall'ospedale i distributori di snack abusivi

Francavilla, via dall'ospedale i distributori di snack abusivi

 

Il Biancorosso

LE PAGELLE
Iadaresta aumenta il peso offensivoPozzebon grigio: neanche un tiro

Iadaresta aumenta il peso offensivo
Pozzebon grigio: neanche un tiro

 

NEWS DALLE PROVINCE

MateraLa visita
Di Maio a Matera: «Fare imprese al Sud è da supereroi»

Di Maio a Matera: «Fare imprese al Sud è da supereroi»

 
TarantoIncidente stradale
Scontro a Crispiano: muore una maestra di 46 anni, insegnava a Martina

Scontro a Crispiano: muore maestra di 46 anni. Altro incidente a Manduria: muore 78enne

 
HomeUdienza preliminare
Tangenti ex provincia Bari, l'ente non si costituisce parte civile

Tangenti ex provincia Bari, l'ente non si costituisce parte civile

 
PotenzaI controlli
Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

 
BatL'inchiesta di Lecce
Trani, magistrati arrestati, imprenditore denuncia: «Pagai per la libertà»

Trani, magistrati arrestati, imprenditore denuncia: «Pagai per la libertà»

 
BrindisiIn pieno centro
S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

 
LecceBattuto Messuti
Primarie Centrodestra a Lecce, vince Saverio Congedo, coordinatore pugliese FdI

Primarie Centrodestra a Lecce, vince Saverio Congedo, di Fratelli d'Italia

 

dopo arresto ad ostuni

Per la truffa dei Rolex è psicosi tra i clienti

Decine di telefonate alla Finanza di Brindisi per timore truffa: «Pronto? Ho comprato un Rolex nella gioielleria di Ostuni, temo che sia falso...»

Secondo l'inchiesta, venduti Rolex «made in Napoli», commissionati da un pregiudicato tarantino e assemblati in parte con pezzi autentici e per il resto falsi

uno dei rolex contraffatti

Uno dei rolex contraffatti

BARI - «Pronto? Ho comprato un Rolex nella gioielleria di Ostuni, temo che sia falso...». Da quando la Procura di Brindisi ha ordinato l’arresto dei responsabili della truffa degli orologi, il centralino della Finanza sembra diventato un servizio clienti. Sono decine, a quanto sembra, le persone che ogni giorno chiamano per chiedere aiuto: temono di aver preso il bidone e non sanno come fare.

Due settimane fa i militari hanno eseguito sei ordinanze cautelari, che hanno riguardato tra l’altro Giuseppe Pannofino, 57 anni, ritenuto amministratore di fatto della gioielleria «Lo Scrigno» di Ostuni. Un posto diventato negli anni, grazie al passaparola, una tappa obbligata per gli appassionati di orologi preziosi. Solo che, secondo l’inchiesta del pm Raffaele Casto, Pannofino vendeva Rolex «made in Napoli», commissionati da un pregiudicato tarantino e assemblati in parte con pezzi autentici (i movimenti, a quanto pare venduti sottobanco da qualche centro autorizzato) e per il resto falsi. Falsi di un certo livello (avevano, per esempio, lo stesso peso degli originali), accompagnati da certificati di garanzia contraffatti, che in tantissimi hanno acquistato a Ostuni credendo di aver fatto l’affare.

L’inchiesta non è terminata. Ma nel frattempo i (tanti) clienti di Pannofino sono preoccupati di aver buttato qualche migliaio di euro, e si stanno rivolgendo in massa alla Finanza. Qualcuno si è anche presentato di persona per consegnare l’orologio. A tutti viene detto di inviare una foto e la relativa documentazione (la fattura di acquisto e la «garanzia» consegnata dalla gioielleria): materiale che, con ogni probabilità, verrà sottoposto ai periti Rolex.

La gioielleria aveva in vendita anche pezzi «buoni» (ad esempio quelli procacciati da un pilota Alitalia, beccato nel parcheggio dell’aeroporto di Brindisi con 40mila euro in contanti ricevuti da Pannofino), ma ovviamente la notizia dell’inchiesta ha innescato il panico. Tra i clienti disperati per la truffa c’è anche qualche nome piuttosto noto, e c’è pure chi ha acquistato parecchi orologi Rolex nell’arco di alcuni anni: parliamo di decine di migliaia di euro, a fronte di un valore reale dei falsi pari allo zero assoluto. Una vera e propria truffa, per la quale però è necessaria la querela dei diretti interessati. La Procura di Brindisi procede infatti per le ipotesi di riciclaggio relative a 18 orologi, ipotizzando un giro d’affari annuo di circa 250mila euro. Ma è probabile che l’elenco possa allungarsi.

L’inchiesta sui Rolex, come detto, non è conclusa e mira a passare al setaccio tutta l’attività di Pannofino, chiarendo il significato di alcune intercettazioni telefoniche ritenute di particolare interesse. Negli interrogatori di garanzia, pur rigettando le accuse, i coindagati di Saracino (accusati di aver messo in piedi il traffico degli orologi falsi) hanno preferito non rispondere alle domande del gip.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400