Domenica 19 Gennaio 2020 | 17:43

NEWS DALLA SEZIONE

Nel Brindisino
Fasano, ubriaco alla guida di un camion a zig-zag sulla statale: denunciato

Fasano, ubriaco alla guida di un camion a zig-zag sulla statale: denunciato

 
La tragedia
Ostuni, si ribalta il trattore in un canale di scolo: muore 56enne

Ostuni, si ribalta il trattore in un canale di scolo: muore 56enne

 
Buon compleanno
Nonna Maria spegne 105 candeline: la festa a San Michele Salentino

Nonna Maria spegne 105 candeline: la festa a San Michele Salentino

 
Nel Brindisino
S.Vito dei Normanni, 79enne abbandona in strada 4 cagnolini di pochi giorni, denunciato

S.Vito dei Normanni, 79enne abbandona in strada 4 cagnolini di pochi giorni, denunciato

 
Il caso
Mesagne, villa con piscina e carrozzerie allacciate abusivamente a rete elettrica: 3 indagati

Mesagne, villa con piscina e carrozzerie allacciate abusivamente a rete elettrica: 3 indagati

 
La storia
Torre Guaceto, Cohiba tartaruga con gli occhi chiusi: il sogno di ridarle la vista

Torre Guaceto, Cohiba tartaruga con gli occhi chiusi: il sogno di ridarle la vista

 
Abusivismo
Ceglie Messapica, case popolari occupate: 26 denunce

Ceglie Messapica, case popolari occupate: 26 denunce

 
Un 26enne
Ceglie Messapica, guida l'auto dopo aver bevuto e si scontra con un furgone: denunciato

Ceglie Messapica, guida l'auto dopo aver bevuto e si scontra con un furgone: denunciato

 
I funerali
Fasano, a migliaia per l'addio al «guerriero» Custodero

Fasano, a migliaia per l'addio al «guerriero» Custodero

 
Scarcerato
Ostuni, torna libero l'imprenditore che ha ucciso per sbaglio la moglie

Ostuni, torna libero l'imprenditore che ha ucciso per sbaglio la moglie

 

Il Biancorosso

Serie C
Goleada del Bari contro il fanalino di coda Rieti: il videocommento

Goleada del Bari contro il fanalino di coda Rieti: il videocommento

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl caso
Capitale della Cultura italiana 2021: prove di sintesi fra Taranto e Grecìa Salentina

Capitale della Cultura italiana 2021: prove di sintesi fra Taranto e Grecìa Salentina

 
HomeLa tragedia
Basilicata, auto con tifosi del Melfi investe 2 tifosi del Rionero: uno è morto, l'altro è grave

Lite tra tifoserie: supporter del Melfi investono 2 tifosi del Rionero: uno è morto, l'altro è grave

 
FoggiaTragedia sfiorata
Manfredonia, finiscono con l'auto in mare: due ragazzi salvi per miracolo

Manfredonia, coppia finisce con l'auto in mare: salvi per miracolo

 
BrindisiNel Brindisino
Fasano, ubriaco alla guida di un camion a zig-zag sulla statale: denunciato

Fasano, ubriaco alla guida di un camion a zig-zag sulla statale: denunciato

 
Materaarte
Matera, boom dei musei: presenze salgono del 28,98%

Matera, boom dei musei: presenze salgono del 28,98%

 
Leccenel Salento
S.M. al Bagno, il campanile cade a pezzi: è allarme

S.M. al Bagno, il campanile cade a pezzi: è allarme

 
Batl'ultimo saluto
Barletta saluta il dottor Dimiccoli: fu anche ex sindaco

Barletta saluta il dottor Dimiccoli: fu anche ex sindaco

 

i più letti

Operazione dei Carabinieri

Rapina in gioielleria a Venezia:
arrestati 4 brindisini

Il colpo fu messo a segno a ottobre: titolari e clienti furono sequestrati e chiusi in un retrobottega

Gioielleria Dolo rapina

La gioielleria assaltata (foto La Nuova)

Quattro arresti nel Brindisino nell'ambito delle indagini su una rapina in una gioielleria avvenuta il 13 ottobre scorso a Dolo, in provincia di Venezia. All'alba, i Carabinieri dei Comandi provinciali di Venezia e Brindisi, hanno eseguito quattro ordinanze di custodia cautelare emessi dal gip del tribunale di Venezia Roberta Marchiori, su richieste dal pm veneto, Giorgio Gava, nei confronti degli autori del colpo. In carcere , con l'accusa di rapina pluriaggravata in concorso e porto e detenzione illegale di arma da fuoco, sono finiti Francesco Andriola, 39 anni, Luciano Pagano, 34, Ugo Ugolini, 32 e Maurizio Cannalire, 57.

La rapina fu messa a segno nel pomeriggio con modalità abbastanza cruente: due malviventi, dopo essersi introdotti nella storica oreficeria/orologeria "Ciach", gestita dalla famiglia Canova, dopo essersi finti clienti, sotto la minaccia delle armi immobilizzarono con fascette di plastica la commessa e un'altra persona che era all'interno, chiudendole nel retrobottega. In questo frangente di tempo, si sarebbero impossessati di oggetti d'oro e preziosi, per un valore di 45mila euro, per poi fuggire.

Alla rapina hanno assistito due adolescenti che hanno dato l'allarme ai Carabinieri comunicando in tempo reale quanto stava accadendo e seguendo a distanza i malviventi per fornire la loro posizione durante la fuga. Una pattuglia di militari interveniva sul posto e un sottufficiale si lanciava all'inseguimento dei banditi a bordo di una bicicletta chiesta in prestito a un passante.

Il militare incontrava i due ragazzini-investigatori che gli fornivano indicazioni sull'auto, una Punto blu, che veniva intercettata poco dopo dal carabiniere il quale riusciva a rilevare una parte del numero di targa. Da lì, grazie a una minuziosa indagine e dalle dichiarazioni dei testimoni, si è risaliti all'identità dei quattro arrestati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie