Giovedì 18 Aprile 2019 | 15:04

NEWS DALLA SEZIONE

Al secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
La sentenza
Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

 
Maltrattamenti
Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

 
Nel nordbarese
Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

 
Tra Corato e Bisceglie
Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

 
Il punto
Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

 
Il caso
Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

 
Nel nordbarese
Barletta: a fuoco capannone zona industriale, vv.ff. trovano cadavere

Barletta: evade dai domiciliari, vv.ff. lo trovano morto in azienda in fiamme

 
I controlli
Barletta, sequestrati 140 kg di pesce e bianchetto: dati in beneficenza alla Caritas

Barletta, sequestrati 140 kg di pesce e bianchetto: dati in beneficenza alla Caritas

 
La tragedia nel 2016
Scontro treni Ferrotramviaria, oggi via al processo a Trani: 18 imputati

Scontro treni Andria, via al processo a Trani: 19 imputati
«Regione sia responsabile civile»

 
Il punto
«Ambiente, educare alla legalità»: la conferenza a Barletta

«Ambiente, educare alla legalità»: la conferenza a Barletta

 

Il Biancorosso

LE ULTIME NOTIZIE
Il Bari giocherà col 4-4-2avanti Simeri e Iadaresta

Il Bari giocherà col 4-4-2
avanti Simeri e Iadaresta

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceNel Leccese
Manifesto funebre e proiettili: minacce al candidato sindaco a Parabita

Manifesto funebre e proiettili: minacce al candidato sindaco a Parabita

 
BrindisiOperazione dei cc
Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

 
PotenzaA potenza
Ospedale San Carlo, da giugno sospesi 14 ambiti intramoenia

Ospedale San Carlo, da giugno sospesi 14 ambiti intramoenia

 
TarantoLieto Evento
Martina, nascono 2 cavalli murgesi gemelli: Pamela e Pantaleo

Martina, nascono 2 cavalli murgesi gemelli: Pamela e Pantaleo

 
FoggiaCriminalità
Tentata estorsione a imprenditori agricoli nel Foggiano: arrestati padre e figlio

Tentata estorsione a imprenditori agricoli: arrestati padre e figlio

 
BatAl secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
MateraLa statistica
Turismo in Basilicata, cresce solo nel Materano : al Potentino vanno le briciole

Turismo in Basilicata, cresce nel Materano: al Potentino le briciole

 

Ambiente

Discarica di Trani
scoppia il caso «percolato»

Trani a capo: «Situazione a rischio». L'Amministrazione: «Tutto sotto controllo»

Discarica di Traniscoppia il caso «percolato»

Nico Aurora

Trani«Acqua piovana mista a percolato, che è il liquido inquinato che esce dai rifiuti. Chiederemo alla Procura della Repubblica di acquisire le immagini, perché questa situazione non si può più tollerare». Così Antonio Procacci, portavoce del Movimento Trani a capo, con riferimento alla foto, circolate sul web, che mostrano una porzione della discarica di Trani interessata dal ristagno di acque nere.

LE IMMAGINI E LE ACCUSE «E pensare che solo un mese fa, il 18 gennaio - richiama l’ex candidato sindaco -, gli amministratori hanno fatto una passerella in discarica, dove hanno portato i giornalisti per fare vedere loro solo quello che volevano fare vedere. La verità, invece - afferma Procacci -, la raccontano queste foto: dal primo e secondo lotto esce il percolato e la sostanza inquinata si riversa nel terzo e tracima nella falda. Si sono vantati per mesi dei risultati positivi delle analisi, tralasciando sempre di dire (come invece noi abbiamo puntualmente rimarcato) che i dati erano sì buoni, ma che il 2017 è stato un anno record sul fronte della siccità. Non ha quasi mai piovuto, quindi le analisi erano buone. Ora che sta piovendo - conclude Procacci - sta venendo fuori la vergogna di una discarica sulla quale non hanno fatto nulla, se non raccontare bugie».

Da lì a poco un altro ex candidato sindaco, la pentastellata Antonella Papagni, si è detta testualmente «molto incazzata», accusando il sindaco, Amedeo Bottaro, l’assessore all’ambiente, Michele di Gregorio, e l’amministratore unico di Amiu, Alessandro Guadagnuolo, di essere «dei mentitori seriali, il peggio che Trani abbia mai avuto. Venite in piazza - conclude Papagni - e dite ai cittadini che li state ammazzando».

IL SOPRALLOGO E LA REPLICA Proprio i tre amministratori, espressamente citati dal capogruppo del Movimento cinque stelle, ieri hanno effettuato un sopralluogo urgente. Con loro anche un consigliere comunale di maggioranza, Pietro Lovecchio, ed uno di opposizione, Beppe Corrado che avevano chiesto chiarimenti al sindaco sulla base delle immagini viste e, da questi, sono stati invitati ad unirsi a lui al sopralluogo di ieri mattina.

A loro avviso, «non c’è alcun percolato sversato fuori della vasca. Anzi, non solo la vasca del percolato è assolutamente al di sotto di tutti i limiti possibili e immaginabili, ma la zona ripresa nelle immagini è un canale realizzato appositamente in fase di esecuzione dei lavori di impermeabilizzazione all’interno della discarica. Quindi siamo dentro la discarica e sul piano dei rifiuti del terzo lotto, ancora non coperto dal telo che, invece, ha già chiuso il primo e secondo. Da quel telo scende per essere drenata e condotta direttamente all’interno della vasca del percolato, che poi viene tirato via con apposite pompe».

NUOVO SOPRALLUOGO Domani, lunedì 26 febbraio, potrebbe esserci un nuovo sopralluogo in discarica, aperto a tutta la città, per mostrare lo stato dei luoghi e chiarire che non si sarebbe in presenza di alcun pericolo per la salute pubblica: «Voglio che tutti si rendano conto delle sciocchezze che si dicono - afferma Bottaro - particolarmente gravi se vengono da consiglieri comunali che si permettono il lusso di scrivere che io starei uccidendo le persone: ne risponderanno all’autorità giudiziaria, perché adesso credo che si sia esagerato».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400