Martedì 28 Settembre 2021 | 01:11

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

La cerimonia

Trani, il ministro Lamorgese inaugura la caserma dei carabinieri

La nuova sede del Comando della Bat è intitolato al brigadiere Antonio Cezza

Emergenza Covid, ministra Lamorgese ai sindaci Città metropolitane: «Avrete forze di polizia necessarie»Decaro: «Più agenti per controlli»

TRANI - Il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese ha inaugurato questa mattina a Trani la sede del comando provinciale dei carabinieri di Barletta - Andria - Trani. Il presidio è intitolato al brigadiere Antonio Cezza, morto nel 1990 alcuni giorni dopo essere intervenuto, libero dal servizio, per sedare una rissa, dopo essere stato gravemente ferito.

«Questa è una delle province nelle quali ho svolto la mia attività di magistrato della Direzione Distrettuale Antimafia e devo dire che a quel tempo abbiamo fatto veramente i salti mortali per contrastare fenomeni criminali potentissimi. Personalmente mi sono occupato delle indagini sul clan Anacondia, sulle estorsioni di Barletta, sullo spaccio di droga a Molfetta, tutte cose che abbiamo combattuto a mani nude ripristinando la legalità. Poter oggi festeggiare il ripristino di una convivenza civile accettabile con la costituzione di questi uffici nuovi, la Questura di Andria, la Prefettura di Barletta che era già operativa, i Comandi provinciali dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, è una grande soddisfazione e la gente è estremamente contenta». Così il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano commenta in una nota, al termine delle visite nella provincia di Barletta-Andria-Trani (Bat), con la ministra dell’Interno Luciana Lamorgese, alla nuova Questura di Andria e ai Comandi provinciali dei Carabinieri a Trani e della Guardia di Finanza a Barletta.

«Ritengo che oggi l’apertura contemporanea, in ciascuno dei tre co-capoluoghi, Barletta, Andria e Trani, di un presidio di sicurezza, sia un grande momento di affermazione di sicurezza del territorio e del diritto di ognuno a essere liberi». Lo ha detto la ministra del'Interno Luciana Lamorgese in prefettura a Barletta, dopo la cerimonia di inaugurazione della questura ad Andria e dei comandi provinciali dei carabinieri a Trani e della guardia di finanza a Barletta. Lamorgese ha anche riferito di avere incontrato, prima della stampa, le autorità locali, la magistratura, le forze di pubblica sicurezza, i sindaci, il presidente della provincia, i parlamentari del territorio. "Il confronto con loro è stato un momento davvero importante», ha concluso la ministra.

«Sul territorio ci sono circa 880 unità, certamente la cosa importante è avere aperto questi presidi, poi tutto è migliorabile». Lo ha detto a Barletta la ministra dell’Interno Luciana Lamorgese, riferendosi alla richiesta di incremento degli organici delle forze dell’ordine nella provincia Bat rinnovata oggi dagli amministratori locali in occasione delle inaugurazioni della Questura di Andria e dei comandi provinciali dei carabinieri a Trani e della guardia di finanza a Barletta. "Abbiamo assicurato l’impegno di tutti noi a che il territorio non abbia mai a sentirsi abbandonato dalle istituzioni - ha aggiunto la ministra - e ciò non accadrà mai perché il fatto che oggi siamo tutti qui presenti, anche i sottosegretari, è importante, ci teniamo che la presenza dello Stato venga avvertita».

«I furti d’auto ci preoccupano e certamente seguiremo il fenomeno, ma quello cui dobbiamo mostrare maggiore attenzione sono i segnali che la criminalità organizzata dà con la sua presenza invasiva sul territorio, ed è su questo che dobbiamo muoverci, soprattutto considerate le notevoli risorse che arriveranno a livello nazionale e sui territori dal Pnrr». Lo ha detto il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, rispondendo a una domanda sulle emergenze criminali nel corso di una conferenza stampa in prefettura a Barletta.
«La Guardia di finanza - ha aggiunto la ministra - sta facendo un’opera meritoria e attenta, bisogna tutelare l'economia legale e anticipare con attività anche di prevenzione quelle che sono le infiltrazioni nell’economia legale». «Laddove si arrivasse a questo - ha concluso Lamorgese - si andrebbe a pregiudicare la crescita di un territorio e noi dobbiamo evitarlo».

IL COMMENTO DI SCALFAROTTO - «Oggi, con le inaugurazioni simultanee della Questura e dei comandi provinciali dei Carabinieri e della Guardia di finanza, alla presenza della ministra e dei vertici della Polizia, dell’Arma e della GdF, si è segnata una giornata storica per per tutto il territorio della provincia di Barletta-Andria-Trani». Lo dichiara il sottosegretario all’Interno, Ivan Scalfarotto.
«La mancanza di presidi permanenti di sicurezza - spiega - è sempre stata una rilevante carenza strutturale di questo territorio. Sono stato quindi davvero emozionato di poter testimoniare anche con la mia presenza l’impegno che il Governo ha rivolto a questa bellissima e operosa provincia, che mi è particolarmente cara». «Un felice epilogo - evidenzia il sottosegretario - per cui ringrazio di cuore la ministra Luciana Lamorgese per aver da subito supportato questo progetto, e il prefetto Maurizio Valiante per averne seguito l’istituzione con evidenti determinazione ed efficacia. Un progetto che si incanala nel più ampio percorso di costruzione della legalità e che rende giustizia e conforto a tutti i coloro che sono in prima linea per garantire la sicurezza, rispetto delle regole, nonché il contrasto alle mafie ed ai fenomeni corruttivi».
«È proprio attraverso l’inaugurazione di oggi, a cui ho partecipato insieme con entrambi i miei colleghi sottosegretari Nicola Molteni e Carlo Sibilia - conclude - che siamo in grado di rilanciare l’immagine e la crescita di una regione attiva e vitale come la Puglia».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie