Martedì 19 Gennaio 2021 | 21:45

NEWS DALLA SEZIONE

La disgrazia
Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni il travestito vittima di insulti

Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni il travestito vittima di insulti

 
Maltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 
emergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 
nel Barese
Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

 
Nella Bat
Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

 
La novità
Andria, Castel del Monte diventa un «HoloMuseum» visitabile in 3D

Andria, Castel del Monte diventa un «HoloMuseum» visitabile in 3D

 
la tragedia
Canosa, travolto in bici da un furgone sulla SS 93: muore medico 52enne

Canosa, travolto in bici da un furgone sulla SS 93: muore medico 52enne

 
Paura in città
Canosa, boato nella notte: bomba carta esplode davanti portone in zona centrale

Canosa, boato nella notte: bomba carta esplode davanti portone in zona centrale

 
Storie
Covid: Carlo, l'imprenditore dal cuore d'oro, primo guarito della Bat tra aiuti e beneficenza

Covid: Carlo, l'imprenditore dal cuore d'oro, primo guarito della Bat tra aiuti e beneficenza

 
Teatro
Barletta: «Io cronista nel Curci senza pubblico»

Barletta: «Io cronista nel Curci senza pubblico»

 
Agroalimentare
Olio di qualità ma produzione dimezzata nella BAT

Olio di qualità ma produzione dimezzata nella BAT

 

Il Biancorosso

Biancorossi
Bari, i numeri in grigio: Ternana avanti in tutto

Bari, i numeri in grigio: Ternana avanti in tutto

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceIl caso
Mafia, annullata interdittiva a società steward dello stadio di Lecce

Mafia, annullata interdittiva a società steward dello stadio di Lecce

 
Covid news h 24Il virus
Coronavirus a Mottola, focolaio in una Rsa: 22 positivi

Coronavirus a Mottola, focolaio in una Rsa: 22 positivi

 
BatLa disgrazia
Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni il travestito vittima di insulti

Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni il travestito vittima di insulti

 
PotenzaIl virus
Covid 19, focolaio in una Rsa a Brienza, nel Potentino: morti 4 anziani

Covid 19, focolaio in una Rsa a Brienza, nel Potentino: morti 4 anziani

 
BariIl caso
Sanità, l'accusa di Zullo (FdI): «Da Asl Bari 30mila avvisi di accertamento»

Sanità, l'accusa di Zullo (FdI): «Da Asl Bari 30mila avvisi di accertamento»

 
Foggiaparto record
Dal Canada a Foggia per far nascere tre gemellini: mamma dimessa

Dal Canada a Foggia per far nascere tre gemellini: mamma dimessa

 
MateraIl caso
Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

 
Brindisila denuncia
Covid, nel Brindisino 100 vaccinati senza averne diritto: presentata interrogazione a Lopalco

Covid, nel Brindisino 100 vaccinati senza averne diritto: presentata interrogazione a Lopalco

 

i più letti

Teatro

Barletta: «Io cronista nel Curci senza pubblico»

Il racconto in prima persona di un'esperienza assoluta: sul palco due spettacoli per la rassegna Indovina chi viene a (s)cena

Barletta: «Io cronista nel Curci senza pubblico»

Premessa: il teatro è sempre un luogo emozionante. Anche quando si è il solo spettatore. Avete letto bene. Uno solo.
Benvenuti, e grazie in anticipo per la compagnia al vostro cronista con la lettura di questo racconto, nel meraviglioso comunale «Giuseppe Curci» di Barletta dove l’altra sera sono andati in scena, in un clima inimmaginabile i due spettacoli della rassegna «Indovina chi viene a (s)cena», il nuovo format del Teatro Pubblico Pugliese che vede all’opera compagnie teatrali pugliesi che recitano ed entrano nelle case di tutti in diretta streaming.

Ero solo. Sbarrato l’ingresso di corso Vittorio Emanuele. Non vi erano nemmeno i rassicuranti vigili del fuoco.
La funzione di vigilanza anti incendio la hanno assolta gli specialisti della cooperativa Sette Rue. Entro da via Ospedale dei Pellegrini. L’ingresso e l’uscita degli attori. Il benvenuto me lo ha dato, interpretando il cuore sofferente del teatro, la signora Maria: «Il teatro sta piangendo». Ha ragione. Così è. Del resto questa meravigliosa creatura, abituata ad ospitare la gioia e il cuore felice degli spettatori, da troppo tempo vive in solitudine a causa di questo tempo di pandemia di Covid 19.
Un groppo al cuore appena sono entrato in platea. Alzo gli occhi verso i palchi e non vedo nessuno. Nel loggione men che meno. Tuttavia sento il calore degli spettatori di sempre.

Siedo in prima fila accanto ai tecnici pronti a far rimbalzare gli spettacoli nelle case. A loro un grazie immenso. Pochi minuti prima delle 19.30 sento: «merda, merda, merda». La compagnia «Fattoria degli Artisti» - composta da Michela Diviccaro, Giuseppe Piazzolla, Alessandro Piazzolla, Maria Pia Assunta Filograsso, Francesca Loredana De Giglio, Giambattista Rossi, recita in maniera impeccabile. Il loro lavoro «La commedia all’improvviso» è una lezione di commedia dell'arte con riferimento al Sud e la sua Storia e l'influenza esercitata sulla scena contemporanea. Con loro anche Don Pancrazio Cucuzziello e altri. Raffinata la regia televisiva di Brunella Filì e il coordinamento di regia di Fortunata Mosca.

Alle 21 è il momento del Teatro dei Borgia con «Rising 3 Ottobre 2011» progetto e regia del talentuoso Giampiero Borgia con i testi del poliedrico Francesco Asselta. I volti di Christian Di Domenico e di Elena Cotugno sono l’immagine della polvere di morte di via Roma a Barletta e delle Torri Gemelle di New York. Le voci suadenti delle cantanti Raffaella Distaso, Paola Durante, Claudia Guaglione e Federica Leone accarezzano il cuore. I collegamenti, nella galassia mondo del web nonostante qualche problema tecnico, sono tanti. Da casa i piccoli Raffaella e Nicola si sono divertiti molto e hanno fatto il tifo per «il teatro aperto».
Il sipario intanto si abbassa. Ciao e grazie al teatro Curci. Ci rivediamo in presenza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie