Venerdì 10 Luglio 2020 | 09:22

NEWS DALLA SEZIONE

la decisione
Barletta, si dimette il vicesindaco Lanotte: si candida alla Regionali

Barletta, si dimette il vicesindaco Lanotte: si candida alla Regionali

 
Verso il voto
Andria, centrodestra unito con Scamarcio

Comunali Andria, centrodestra unito con Scamarcio

 
Controlli polizia ferroviaria
Trani, sottrae da un vagone del treno martelletti frangivetro: denunciato 17enne insospettabile

Trani, sottrae da un vagone del treno martelletti frangivetro: denunciato 17enne insospettabile

 
nella bat
Trani, minacce ed estorsioni ai genitori per comprare alcol: arrestato 50enne

Trani, minacce ed estorsioni ai genitori per comprare alcol: arrestato 50enne

 
La sentenza
Trani, assolto 4 volte dipendnte comunale: risarcito con 30mila euro

Trani, assolto 4 volte dipendente comunale: risarcito con 30mila euro

 
per i dipendenti
Asl-Bat, ecco le «ferie solidali», da cedere a colleghi in difficoltà

Asl-Bat, ecco le «ferie solidali», da cedere a colleghi in difficoltà

 
tecnologia
Barletta, il colosso Arè «rivive» in 3d

Barletta, il colosso Arè «rivive» in 3d

 
nella bat
Bisceglie, insulti e lancio di sassi a uomo disabile: misure cautelari per 3 giovanissimi

Bisceglie, insulti e lancio di sassi a uomo disabile: misure cautelari per 3 giovanissimi

 
Amministrative
Andria, Marmo corre da solo e rispolvera la civica di Tatarella

Andria, Marmo corre da solo e rispolvera la civica di Tatarella

 
Amministrative
Andria, Centrosinistra compatto con Giovanna Bruno

Andria, centrosinistra compatto con Giovanna Bruno

 
nel nordbarese
Mafia, droga e armi: sgominata banda a Trinitapoli, 12 misure cautelari

Mafia, droga e armi: sgominata banda a Trinitapoli,12 arresti VD

 

Il Biancorosso

calcio
Bari, biancorossi «carichi a mille per i playoff»

Bari, biancorossi «carichi a mille per i playoff»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Batla decisione
Barletta, si dimette il vicesindaco Lanotte: si candida alla Regionali

Barletta, si dimette il vicesindaco Lanotte: si candida alla Regionali

 
HomeOperazione della Polizia
Assalto a portavalori sulla Brindisi-Lecce, sgominata la banda

Assalto a portavalori sulla Brindisi-Lecce, sgominata la banda

 
TarantoSondaggio on line
Taranto, Giochi del mediterraneo: scelta la mascotte, sarà «Ionios»

Taranto, Giochi del mediterraneo: scelta la mascotte, sarà «Ionios»

 
PotenzaDalla Polstrada
Potenza, esami patente fasulli: sequestrata autoscuola

Potenza, esami patente fasulli: sequestrata autoscuola

 
Foggiaattimi di tensione
Foggia, aggredisce poliziotti e sputa ai passanti: arrestato ghanese 35enne

Foggia, aggredisce poliziotti e sputa ai passanti: arrestato ghanese 35enne

 
Leccel'evento
Lecce, al via i lavori per la sfilata di Christian Dior del 22 luglio: sarà senza pubblico

Lecce, al via i lavori per la sfilata di Christian Dior del 22 luglio: sarà senza pubblico

 
Materamaltrattamenti in famiglia
Bernalda, minaccia convivente per gelosia col coltello: arrestato 40enne

Bernalda, minaccia convivente per gelosia col coltello: arrestato 40enne

 

i più letti

In municipio

Barletta, «Rimpastino-bis» nella Giunta Cannito: esce Lacerenza entra Salvemini

Ieri la revoca dell’assessora e poi la nuova nomina

Barletta, il primo giornodi lavoro del nuovo sindaco

Il sindaco di Barletta, Cannito

BARLETTA - Giunta Cannito, il «rimpastino»-bis è servito. Nicola Salvemini, 44 anni, consulente del lavoro, figlio di Andrea, già consigliere socialista nella passata consigliatura, allora fianco a fianco sui banchi dell’opposizione con l’attuale sindaco, subentra ai Servizi sociali ad Anna Maria Lacerenza, imprenditrice, indicata dalla lista BarlettAttiva, che rimane così senza rappresentanza nell’esecutivo. Ai nove consiglieri comunali (Grimaldi, Maffione, Mele, Losappio, Lionetti, Marzocca, Pino Dipaola, Antonucci e Memeo) guidati dal vicesindaco Marcello Lanotte, che ieri mattina gli chiedevano di non revocare l’incarico a Lacerenza e di non procedere alla nomina di Maffione, il sindaco ha replicato che l’assessore subentrante va considerato in quota sua personale, anziché ascritto ai consiglieri del gruppo misto, Vincenzo Laforgia e Massimiliano Spinazzola, con i quali il neoassessore ieri pomeriggio si è presentato a Palazzo di Città.

Se così fosse, si tratterebbe di un ben strano caso di aritmetica applicata alla politica: che senso avrebbe avuto, infatti, perdere un voto in consiglio (quello di Ruggiero Marzocca, di BarlettAttiva), non guadagnarne alcuno, anziché consolidarne due (quelli dei caracciolani Laforgia e Spinazzola), anche e soprattutto alla luce del fatto che «la politica delle mani da alzare in aula» all’inizio del mese ha indotto Cannito a defenestrare l’assessore alla Cultura, Michele Ciniero, in favore di Graziana Carbone, sostenuta in sua vece dai consiglieri Antonello Damato e Luigi Dimonte (cognato della Carbone)? I «nove» più il vicesindaco hanno preannunciato una «risposta congrua» alla decisione di ieri: tipo il «ruggito del coniglio»?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie