Mercoledì 23 Ottobre 2019 | 09:09

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Trani, introduce droga e una spycam in carcere: arrestato agente penitenziario

Trani, introduce droga e una spycam in carcere: arrestato agente penitenziario

 
In municipio
Barletta, «Rimpastino-bis» nella Giunta Cannito: esce Lacerenza entra Salvemini

Barletta, «Rimpastino-bis» nella Giunta Cannito: esce Lacerenza entra Salvemini

 
il caso
Barletta, la mostra sulla luna «vietata» ai disabili

Barletta, la mostra sulla luna «vietata» ai disabili

 
Alla stazione
Trani, indagini su denuncia 12enne: «Molestata da un anziano»

Trani, indagini su denuncia 12enne: «Molestata da un anziano»

 
L'incidente
Crolla parte di una palazzina ad Andria: il video del ferimento del vvf

Crolla parte di una palazzina ad Andria: il video del ferimento del vvf

 
Il caso
Barletta, campo di gioco non omologato: chiuso lo stadio «Simeone»

Barletta, campo di gioco non omologato: chiuso lo stadio «Simeone»

 
L'inchiesta
Trani, rifiuti da cava cammuffati come inerti: indagini su laboratorio analisi a Corato

Trani, rifiuti da cava cammuffati come inerti: indagini su laboratorio analisi a Corato

 
La viabilità in centro
Barletta, nessun beneficio con la chiusura di piazza Caduti

Barletta, nessun beneficio con la chiusura di piazza Caduti

 
Danza
«Libero Corpo»: a Bisceglie Regione Puglia finanzia corso di formazione per danzatori professionisti

«Libero Corpo»: a Bisceglie Regione Puglia finanzia corso di formazione per danzatori professionisti

 

Il Biancorosso

la partita
Il Bari fa indietro tutta: è un punto guadagnato

Il Bari fa indietro tutta: è un punto guadagnato

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaSul Gargano
Vieste, maxi operazione antidroga dei cc, decapitato clan: 15 arresti

Vieste, maxi operazione antidroga dei cc, decapitato clan: 15 arresti

 
BariI disagi
Bari, tornelli al vecchio tribunale: code e attese, protesta avvocati

Bari, tornelli al vecchio tribunale: code e attese, protesta avvocati

 
LecceUN 22enne
Otranto, adesca minorenne sui social e la violenta: in cella

Otranto, adesca minorenne sui social e la violenta: in cella

 
TarantoA 8 giorni dal via
Taranto, il bluff facoltà di Medicina: Rettore Bari dice stop a lezioni

Taranto, il bluff facoltà di Medicina: Rettore Bari dice stop a lezioni

 
BrindisiDanni a impianto
Mesagne, nuova intimidazione a coop che gestisce terreni confiscati

Mesagne, nuova intimidazione a coop che gestisce terreni confiscati

 
BatIl caso
Trani, introduce droga e una spycam in carcere: arrestato agente penitenziario

Trani, introduce droga e una spycam in carcere: arrestato agente penitenziario

 
PotenzaSicurezza in città
Potenza, 20 «occhi elettronici» per contrastare lo spaccio davanti le scuole

Potenza, 20 «occhi elettronici» per contrastare lo spaccio davanti le scuole

 
MateraL'intervista
Matera, Mariolina Venezia svela la «sua» Imma Tataranni

Matera, Mariolina Venezia svela la «sua» Imma Tataranni

 

i più letti

La storia

Brahima: dopo le torture in Libia, l'atleta ivoriano vince torneo di boxe a Taranto

Il ragazzo di 31 anni, della Costa d'Avorio, vive a Barletta, e con tenacia e determinazione sta conquistando un successo dietro l'altro

Brahima: dopo le torture in Libia, l'atleta ivoriano vince torneo di boxe a Taranto

Una storia di sport e determinazione. Solidarietà e valorizzazione degli immigrati. A scrivere e beneficiare di questa pagina di umanità Brahima Almami Coulibaly, 31enne della Costa d’Avorio, che nei giorni scorsi a Taranto ha vinto un trofeo interregionale di pugilato nella categoria senior 75 Kg organizzato nella palestra della dalla Fiamme oro. Ma questo è il meno se si considera che ha iniziato a combattere da pochi mesi dopo aver sopportato un vero e proprio calvario che lo ha portato dalla sua nazione in Italia transitando - sotto le grinfie di delinquenti che lo hanno anche torturato - dalla Nigeria e dalla Libia.


Ad accogliere questo ragazzone con gli vispi la palestra «Boxing Academy Cafagna Barletta» diretta da Andrea Cafagna figlio d’arte dell’indimenticabile Rino. Un luogo dove la parola d’ordine e è sudore ed umanità. Del resto proprio il compianto Rino era emigrato in Australia 1967. Antonio Cinieri, preparatore atletico e tecnico pugilistico collaboratore di Andrea, si è occupato di rimettere in forma il campione. «Mi ha colpito la sua determinazione. Non si stanca mai.», ha detto Antonio. Infatti dopo avergli fatto perdere oltre 10 chili gli ha insegnato tecnica e volontà con l’ausilio determinante il ruolo di Andrea. «Per noi è stato naturale accogliere questo atleta dalla volontà di ferro che si è voluto mettere in gioco. Per storia famigliare e sportiva conosco bene quello che vivono gli immigrati. Mio padre me lo raccontava sempre e non lo dimenticherò mai». Brahima Almami quando racconta la sua impresa gli brillano gli occhi. «Ho provato una gioia immensa che ho comunicato ai miei genitori. Lo sport per me è tutto. Grazie di cuore a chi crede in me», ha riferito felice.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie