Giovedì 15 Novembre 2018 | 10:05

NEWS DALLA SEZIONE

Sanità e occupazione
Addio lavoro precario per 103 lavoratori dell'Asl Bat

Addio lavoro precario per 103 lavoratori dell'Asl Bat

 
La strage
Scontro treni in Puglia, per i dirigenti del MIT: «Rispettate norme sicurezza»

Scontro treni in Puglia, per i dirigenti del MIT: «Rispettate norme sicurezza»

 
Turismo
Barletta, il faro napoleonico ha lanciato il suo «Sos»

Barletta, il faro napoleonico ha lanciato il suo «Sos»

 
Gastronomia
Norbarese: burrata e cipolla protagoniste a Milano

Nordbarese: burrata e cipolla protagoniste a Milano

 
A Trani
Compie 106 anni il cittadino più longevo della Bat

Compie 106 anni il cittadino più longevo della Bat

 
il ritrovamento
Bisceglie, sub trova ordigno bellico e lo consegna

Bisceglie, sub trova ordigno bellico e lo consegna

 
La proposta
Bat, Polo museale in agitazione: operatori culturali, pochi e ignorati

Bat, Polo museale in agitazione: operatori culturali, pochi e ignorati

 
Giù le entrate
Mercato di Andria abbandonato a se stesso: la protesta

Mercato di Andria abbandonato a se stesso: la protesta

 
Nel pomeriggio
Termoli, muore 51enne di Barleta: era un senza fissa dimora

Termoli, muore 51enne di Barletta: era un senza fissa dimora

 
Tra Barletta e Trani
Clean sea life, un progetto per ripulire il lungomare

Clean sea life, un progetto per ripulire il lungomare

 
Sanità
Trani, vicenda ospedale, l'assessore Santorsola: «diffido» la Asl Bat

Trani, vicenda ospedale, il consigliere Santorsola: «diffido» la Asl Bat

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

A Barletta

Droga e violenta un minore, arrestato venezuelano senza fissa dimora

Il ragazzino, di origine rumena, ha avvertito i genitori. L'uomo, 53 anni, ha adescato il ragazzino per strada

Violenza di genere, un milionedi finanziamento dalla Regione

BARLETTA - Avrebbe abusato sessualmente di un minorenne di origine romena, residente a Barletta, inducendolo ad assumere sostanze stupefacenti per inibirne le proprie capacità di reazione. Per questo un 53enne senza fissa dimora, originario del Venezuela e domiciliato a Barletta, è stato arrestato dai carabinieri con l’accusa di violenza sessuale e spaccio di sostanze stupefacenti in danno di un minorenne.

È stato lo stesso ragazzo, un 15enne romeno - a quanto si è saputo - a riferire ai propri genitori quanto accaduto, facendo scattare le indagini dei militari. L'uomo lo avrebbe adescato per strada e poi lo avrebbe drogato per poi abusarne sessualmente. Secondo quanto emerso dalle indagini il rapporto tra i due durava da circa un anno e questo al padre del 15enne, ignaro di tutto, non andava giù. Tanto che, la scorsa settimana il genitore ha fatto irruzione nella abitazione del venezuelano e lo ha picchiato. È stato allora che suo figlio, messo alle strette, ha raccontato cosa accadeva realmente fra quelle mura e ha raccontato della droga e dei rapporti sessuali. Il genitore del ragazzo ha allora denunciato l'uomo che è stato arrestato. Il 53enne vive per strada ma ha a Barletta una abitazione dove risulta essere domiciliato e all’interno della quale i carabinieri hanno trovato cocaina e hashish, giochi erotici e due telefoni cellulari contenenti foto e filmati pedopornografici.

L'uomo ha precedenti per maltrattamenti, risalenti a quando viveva nella vicina San Ferdinando di Puglia. Sottoposto a obbligo di dimora, aveva chiesto di cambiare domicilio e si era trasferito a Barletta.
Secondo quanto ricostruito, il primo contatto fra lui e il ragazzino di cui avrebbe abusato sessualmente risalirebbe appunto a un anno fa quando il minorenne, allora 14enne, in una zona frequentata da entrambi, nella piazza antistante il vecchio ospedale civile di Barletta, gli aveva chiesto una sigaretta. Il 15enne ha riferito agli investigatori dei rapporti sessuali e anche dell’uso della cocaina e dell’hascish

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400