Giovedì 21 Gennaio 2021 | 16:59

NEWS DALLA SEZIONE

Nella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 
Il caso
Andria, muore transessuale: è polemica sull'«identità»

Andria, muore transessuale: è polemica sull'«identità»

 
sanità
Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

 
La disgrazia
Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni il travestito vittima di insulti

Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni una transessuale vittima di insulti

 
Maltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 
emergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 
nel Barese
Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

 
Nella Bat
Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

 
La novità
Andria, Castel del Monte diventa un «HoloMuseum» visitabile in 3D

Andria, Castel del Monte diventa un «HoloMuseum» visitabile in 3D

 
la tragedia
Canosa, travolto in bici da un furgone sulla SS 93: muore medico 52enne

Canosa, travolto in bici da un furgone sulla SS 93: muore medico 52enne

 

Il Biancorosso

Biancorossi
Le grandi manovre del Bari: c’è anche Bellomo nella lista

Le grandi manovre del Bari: c’è anche Bellomo nella lista

 

NEWS DALLE PROVINCE

Potenzaeconomia
Tavares in Basilicata, riconosciuta centralità dello stabilimenti di Melfi nel nuovo gruppo Stellantis

Tavares in Basilicata, riconosciuta centralità stabilimento di Melfi nel nuovo gruppo Stellantis

 
Barila decisione
Bari, concessione spiaggia Torre Quetta: prosciolto ex comandante Polizia locale

Bari, concessione spiaggia Torre Quetta: prosciolto ex comandante Polizia locale

 
Tarantoil progetto
Taranto, piantine antinquinanti nelle scuole: al via «La Natura entra in classe»

Taranto, piantine antinquinanti nelle scuole: al via «La Natura entra in classe»

 
FoggiaL'accaduto
Foggia, fuggono con macchina rubata, ma fanno incidente e scappano sfondando il parabrezza

Foggia, fuggono con macchina rubata, ma fanno incidente e scappano sfondando il parabrezza

 
BrindisiL'intervista
Gli antifascisti e i comunisti nella provincia di Brindisi: processi, confino, democrazia

Gli antifascisti e i comunisti nella provincia di Brindisi: processi, confino, democrazia

 
BatNella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 
MateraIl caso
Incendia auto per dissidi lavorativi con la proprietaria: denunciata 41enne a Matera

Incendia auto per dissidi lavorativi con la proprietaria: denunciata 41enne a Matera

 
LecceLe dichiarazioni
Fidanzati uccisi a Lecce, il killer: «Se fossi libero avrei di nuovo l'impulso di uccidere»

Fidanzati uccisi a Lecce, il killer: «Se fossi libero avrei di nuovo l'impulso di uccidere»

 

i più letti

A settembre sentenza

Barletta, cementeria Buzzi: processo verso l'assoluzione

La pubblica accusa ha chiesto l'assoluzione degli 8 imputati dai reati di danno ambientale

Barletta, cementeria Buzzi: processo verso l'assoluzione

La cementeria Buzzi

TRANI - Tutto porta ad ipotizzare che la sentenza sarà d’assoluzione. Ora che anche la pubblica accusa ha chiesto, anzi ribadito, di scagionare dalle rispettive contestazioni gli 8 imputati nel giudizio abbreviato per i presunti illeciti sul funzionamento della Cementeria Buzzi Unicem di Barletta. Un assist per le difese degli imputati che da sempre respingono gli addebiti. In pratica, nell’ultima udienza davanti al giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Trani Raffaele Morelli pubblico ministero (Simona Merra) e le difese hanno chiesto la stessa cosa: l’assoluzione di tutti gli imputati.

Un altro segnale è venuto dall’assenza del Comitato Operazione Aria Pulita Bat, che già negli scorsi mesi aveva rinunciato alla costituzione di parte civile per il presunto disastro ambientale. L’avvocato Michele Cianci ritenne troppo debole l’impianto accusatorio imbastito dalla Procura della Repubblica di Trani, che, peraltro, in passato aveva già chiesto il non luogo a procedere, disatteso però dall’ex gup tranese Francesco Messina.

Certamente il gup Morelli non è vincolato alle richieste, seppure concordi, delle parti; ma è comunque evidente che per gli imputati la prospettiva volge all’ottimismo.

Hanno, invece, continuato a presenziare le parti civili “pubbliche”: Comune di Barletta, Provincia, Regione.
La sentenza del gup Morelli è attesa per il 18 settembre, dopo le formali controrepliche delle parti. Che alla luce di quanto accaduto nell’ultima udienza non avranno più nulla da dirsi.

Sempre a settembre sono previste le ultime battute del dibattimento a carico degli altri 9 imputati che non hanno optato per il rito abbreviato.

I due tronconi processuali hanno la stessa matrice: le indagini imbastite dall’ex pm tranese Antonio Savasta.
Complessivamente considerati i due tronconi vedono coinvolti i legali rappresentanti di alcune società (tra cui la Buzzi Unicem Spa, più semplicemente nota come la Cementeria), membri del Comitato Tecnico Provinciale Bat, dirigenti della Regione Puglia e dipendenti dell’Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione dell’Ambiente (A.R.P.A.-Puglia).

Le ipotesi di reato contestate, a vario titolo e a seconda delle presunte rispettive responsabilità, sono: delitto colposo di danno, delitti colposi contro l’ambiente, falso ideologico, abuso d’ufficio, e violazione della normativa in tema ambientale (D. Lgs. n.152/2006). I fatti contestati vanno dal 18 febbraio 2012 ai giorni nostri.

C’è chi, come gli amministratori della società, che ha preferito la via del dibattimento per dar ampio sfogo alle proprie difese e c’è chi, come ad esempio i tecnici dell’Arpa Puglia, cioè i controllori, che ha chiesto di esser giudicato con rito abbreviato, cioè allo stato degli atti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie