Giovedì 17 Gennaio 2019 | 18:11

NEWS DALLA SEZIONE

Forse per un litigio
Agguato a Triggiano, grave un 38enne: due colpi all'addome

Agguato a Triggiano, grave un 38enne: due colpi all'addome

 
In un panificio
Bari, in fiamme la friggitrice: panico a Torre a Mare

Bari, in fiamme la friggitrice: panico a Torre a Mare

 
Per Filippo Capriati
Il clan Capriati al porto di Bari, Autorità chiede 1mln di danni

Il clan Capriati al porto di Bari, Autorità chiede 1mln di danni

 
Il commento
Modello Emiliano, esame pugliese

Modello Emiliano, esame pugliese

 
Fermato dalla polizia
Bari, droga e armi in casa: arrestato 22enne al quartiere Libertà

Bari, droga e armi in casa: arrestato 22enne al quartiere Libertà

 
Il dibattito
Antico palazzo demolito a Bari, proteste: «Ennesimo scempio»

Antico palazzo demolito a Bari, proteste: «Ennesimo scempio»

 
Ha 44 anni
Bari, M5S sceglie la musicista Elisabetta Pani come candidato sindaco

Bari, M5S sceglie la musicista Elisabetta Pani come candidato sindaco

 
Dopo l'arresto di settembre
Bari, chiuse indagini su Giancaspro, spunta anche l'accusa di estorsione

Bari, chiuse indagini su ex patron Giancaspro, spunta anche l'accusa di estorsione

 
La storia è una bufala
Bari, ristruttura villa e trova 150mln di lire del padre. Bankitalia: «Troppo tardi per il cambio»

Bari, trova 150mln di lire del padre. Bankitalia: «Tardi per il cambio», ma è una fake news

 
Gesto senza motivo
Cassonetti bruciati a Bari, telecamere incastrano una 36enne: ha agito senza motivo

Cassonetti bruciati a Bari, telecamere incastrano una 36enne della provincia

 

Oltre a tre condanna a 20 anni

Omicidio a Giovinazzo
chiesto anche un ergastolo

Gaetano Spera, il 21enne ucciso nell’ambito di un regolamento di conti per il controllo delle attività di pesca

Omicidio a Giovinazzochiesto anche un ergastolo

La Dda di Bari ha chiesto una condanna alla pena dell’ergastolo e altre tre a 20 anni di reclusione ciascuna per i presunti autori dell’omicidio di Gaetano Spera, il 21enne ucciso con colpi di pistola il 25 marzo 2015 nell’ambito di un regolamento di conti per legato al controllo delle attività di pesca nelle acque antistanti i litorali di Giovinazzo e Bari-Santo Spirito.
Stando alle indagini dei Carabinieri, coordinati dal pm Isabella Ginefra, la vittima, intercettata nei pressi della villa comunale di Giovinazzo, fu avvicinata dal gruppo e uccisa con nove colpi sparati con due diverse pistole al torace e alla testa. Dinanzi al gup del Tribunale di Bari Annachiara Mastrorilli si sta celebrando il processo con rito abbreviato per omicidio volontario aggravato dalla premeditazione e dall’aver favorito un’associazione mafiosa nei confronti del 20enne Vito Arciuli, ritenuto l’esecutore materiale del delitto (per lui, che è reo confesso, è stata chiesta la massima pena), del 24enne Luca Lafronza, del 27enne Ignazio Chimenti, del 32enne Pio Mauro Sparno, accusati di concorso in omicidio (chiesti 20 anni). Un minorenne, ritenuto co-esecutore materiale del delitto, è attualmente a processo dinanzi al Tribunale per i minori.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400