Mercoledì 16 Gennaio 2019 | 12:49

NEWS DALLA SEZIONE

Forse per un litigio
Agguato a Triggiano, grave un 38enne: due colpi all'addome

Agguato a Triggiano, grave un 38enne: due colpi all'addome

 
In un panificio
Bari, in fiamme la friggitrice: panico a Torre a Mare

Bari, in fiamme la friggitrice: panico a Torre a Mare

 
Per Filippo Capriati
Il clan Capriati al porto di Bari, Autorità chiede 1mln di danni

Il clan Capriati al porto di Bari, Autorità chiede 1mln di danni

 
Il commento
Modello Emiliano, esame pugliese

Modello Emiliano, esame pugliese

 
Fermato dalla polizia
Bari, droga e armi in casa: arrestato 22enne al quartiere Libertà

Bari, droga e armi in casa: arrestato 22enne al quartiere Libertà

 
Il dibattito
Antico palazzo demolito a Bari, proteste: «Ennesimo scempio»

Antico palazzo demolito a Bari, proteste: «Ennesimo scempio»

 
Ha 44 anni
Bari, M5S sceglie la musicista Elisabetta Pani come candidato sindaco

Bari, M5S sceglie la musicista Elisabetta Pani come candidato sindaco

 
Dopo l'arresto di settembre
Bari, chiuse indagini su Giancaspro, spunta anche l'accusa di estorsione

Bari, chiuse indagini su ex patron Giancaspro, spunta anche l'accusa di estorsione

 
La storia è una bufala
Bari, ristruttura villa e trova 150mln di lire del padre. Bankitalia: «Troppo tardi per il cambio»

Bari, trova 150mln di lire del padre. Bankitalia: «Tardi per il cambio», ma è una fake news

 
Gesto senza motivo
Cassonetti bruciati a Bari, telecamere incastrano una 36enne: ha agito senza motivo

Cassonetti bruciati a Bari, telecamere incastrano una 36enne della provincia

 

Timori per la sicurezza

Migranti, Noi con Salvini
no a trasferimento in rioni Bari

In corso petizione dei cittadini contro l'uso di Villa Serena tra Carrassi e Poggiofranco

Potenza, migranti in marcia per la Giornata della Pace

Migranti a Potenza

BARI - Noi con Salvini esprime «profonda preoccupazione per quanto si sta verificando a Bari e precisamente tra i quartieri Carrassi e Poggiofranco, dove la popolazione è allarmata da un probabile trasferimento presso la struttura denominata 'Villa Serenà di un non meglio identificato numero di clandestini provenienti da fuori regione».

«Casualmente - afferma in una nota il coordinatore regionale, Rossano Sasso - ho appreso di una raccolta firme che i cittadini hanno avviato presso esercizi commerciali, lamentando il rischio che nel loro quartiere, Poggiofranco, possa sorgere un centro di accoglienza per clandestini. Se fosse vero, e chiediamo al sindaco Decaro una smentita, sarebbe un fatto molto grave che andrebbe a danneggiare sia economicamente, con la conseguente svalutazione degli immobili, che sotto il profilo della sicurezza, un quartiere senza che i cittadini siano stati preventivamente informati ed ascoltati; un sindaco può esprimere un parere, seppure non vincolante, nell’ambito degli accordi Sprar-Anci in materia di accoglienza, ma su questa vicenda è calato il silenzio più totale, come confermato dal presidente del Municipio II Dammacco, il quale non è stato in grado di fornire ulteriori informazioni in merito durante un incontro con alcuni residenti di pochi giorni fa».

«Temiamo per la sicurezza dei cittadini - prosegue Sasso - che negli anni hanno già fatto i conti con numerosi episodi di violenza perpetuati dagli ospiti dei vari Cara, Cie ubicati sul nostro territorio, e aumentare il numero dei richiedenti asilo nella nostra città non ci pare buona notizia; Decaro deve dirci la verità».

«Chiederemo - conclude - al nostro segretario nazionale on. Angelo Attaguile di fare una interrogazione parlamentare urgente al ministro Alfano in cui chiederemo sia l’immediato sgombero dei campi rom abusivi dal quale ogni giorno partono individui che spesso compiono atti criminosi e chiederemo lumi sulla vicenda di Villa Serena».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400