Sabato 15 Maggio 2021 | 01:12

NEWS DALLA SEZIONE

Turismo
Otranto e Bari regine sulla stampa internazionale

Otranto e Bari regine sulla stampa internazionale

 
La novità
San Nicola  multimediale apre le porte a turisti e pellegrini

San Nicola multimediale apre le porte a turisti e pellegrini

 
Il caso
Bari, divieto senza preavviso a San Pasquale: automobilisti in rivolta

Bari, divieto senza preavviso a San Pasquale: automobilisti in rivolta

 
Nel Barese
Monopoli, negozio vendeva centinaia di mascherine FFP2 non conformi: denunce

Monopoli, negozio vendeva centinaia di mascherine FFP2 non conformi: denunce

 
Nel Barese
Carbonara, 46enne ucciso e abbandonato in un casolare: arrestato presunto omicida

Carbonara, 46enne ucciso e abbandonato in un casolare: arrestato presunto killer

 
Lotta al virus
Vaccini in Puglia, trasferite a Bari dalla Sicilia 50mila dosi AstraZeneca

Vaccini in Puglia, trasferite a Bari dalla Sicilia 50mila dosi AstraZeneca

 
Il caso
Cassa Prestanza a Bari, sit in di protesta di lavoratori e pensionati del Comune davanti la Procura

Cassa Prestanza a Bari, sit in di protesta di lavoratori e pensionati del Comune davanti la Procura

 
Il caso
Bari, detenzione di arsenale da guerra: nuovo arresto per ex gip De Benedictis

Bari, nuovo arresto per ex gip: sospetto Dda che custodisse armi per il clan La difesa rinuncia al Riesame. Chiariello resta in carcere

 
Lutto
Bari, addio a Lillino D'Erasmo storico dirigente Msi-An

Bari, addio a Lillino D'Erasmo storico dirigente Msi-An

 
Il caso
Fuga di notizie su tangenti, due avvocati di Bari rischiano processo

Fuga di notizie su tangenti, due avvocati di Bari rischiano processo

 

Il Biancorosso

L'intervista
Galano tra due grandi amori: «Bari e Foggia, che brividi»

Galano tra due grandi amori: «Bari e Foggia, che brividi»

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaDibattito
Moles, «da Forza Italia contributo fondamentale al Governo»

Moles, «da Forza Italia contributo fondamentale al Governo»

 
LecceL'iniziativa
Il riso della Coldiretti contro gli scafisti

Il riso della Coldiretti contro gli scafisti

 
TarantoEx Ilva
«L'aria di Taranto 20 volte più pulita di quella di Milano»

«L'aria di Taranto 20 volte più pulita di quella di Milano»

 
LecceTurismo
Otranto e Bari regine sulla stampa internazionale

Otranto e Bari regine sulla stampa internazionale

 
Brindisila denuncia
Brindisi, arrivano le fototrappole ma il centro storico resta una vergogna

Brindisi, arrivano le fototrappole ma il centro storico resta una vergogna

 
BatLa curiosità
Canosa, volontari dell'Enpa salvano la maialina Mariarosa

Canosa, volontari dell'Enpa salvano la maialina Mariarosa

 
MateraLa novità
Protocollo di collaborazione per la «Carta del potenziale archeologico di Matera»

Protocollo di collaborazione per la «Carta del potenziale archeologico di Matera»

 

i più letti

nel Barese

Recovery, poche risorse al Sud: sindaco di Acquaviva occupa Comune per protesta

Davide Carlucci ha trascorso la notte nel palazzo del Comune insieme ad alcuni consiglieri

Recovery, poche risorse al Sud: sindaco di Acquaviva occupa Comune per protesta

Il letto di fortuna in Comune pubblicato da Carlucci sui social

BARI - «Quale modo migliore per fare rumore, se non occupando giorno e notte il Comune? Noi uomini e donne del Sud non possiamo essere sempre l’ultima ruota del carro». Parole dure quelle del sindaco di Acquaviva delle Fonti, Davide Carlucci, che per primo in Puglia ha aderito alla protesta lanciata da alcuni sindaci siciliani, contro la mancata applicazione dei criteri Ue nella distribuzione delle risorse del Recovery Plan.

Carlucci ha deciso di occupare 24 ore su 24 e fino a data da destinarsi l’aula del consiglio comunale, armato solo della fascia tricolore e di un sacco a pelo, preso in prestito dalla figlioletta, per dormire nel suo ufficio.
«Non sono stato cacciato di casa - scherza - la mia è una semplice e modesta testimonianza. E visto che è un momento drammatico per molti italiani, non è un male se noi rappresentanti delle istituzioni ci ricordiamo ogni tanto che esiste anche la scomodità. Vogliamo che tutti capiscano che il Sud è rimasto indietro di almeno 160 anni, ma non deve essere così per sempre. Il Recovery Plan rappresenta l’ultima occasione per ricominciare a vivere e vedrete che non la perderemo. Battiamo i pugni sul tavolo e non facciamo passare questa "ingiustizia", perché se si fosse rispettato l’algoritmo utilizzato dall’Unione Europea quel calcolo (come indicato anche dal ministro Mara Carfagna) avrebbe premiato il Sud con una quota superiore al 60 per cento del Piano nazionale di ripresa e resilienza. Ma allora, se è così, perché si vuole assegnare al Sud solo il 40 per cento?», tuona Carlucci.

La scomoda «occupazione» è stata ben accolta dagli acquavivesi e da alcuni consiglieri comunali che sono andati a trovarlo per dargli sostegno. «Non mi fermo qui, dormirò nel Comune finché sarà necessario, finché non ci ascolteranno. Già essere meridionali significa essere sfigati - sottolinea Carlucci - ma se sei un meridionale dell’entroterra sei doppiamente sfigato, perché i grandi progetti vanno alle grandi città della costa e invece nelle aree interne, come la Murgia, l’unica visione che ha lo Stato è pensare di metterci le scorie nucleari. Noi sindaci siamo stati lasciati soli davanti alla disperazione e alla rabbia di commercianti, artigiani, titolari di partite Iva, che soffrono la crisi più nera senza che nessuno ci dia gli strumenti per aiutarli a ripartire. Eppure abbiamo grandi progettualità, che però nessuno vuole ascoltare. Perché, visti da Roma, siamo l’ultima ruota del carro. Ma il carro, noi, non lo facciamo fermare».
Carlucci, con altri primi cittadini del Barese, ha annunciato inoltre che parteciperà alla manifestazione di protesta prevista a Napoli il prossimo 25 aprile, alla quale hanno già aderito oltre 500 sindaci del Sud. Tutti insieme chiedono una sola cosa: «Confidiamo che il premier Draghi, che ha più volte delineato un quadro economico impietoso del nostro Mezzogiorno, si metta una mano sulla coscienza e prenda provvedimenti in merito. Il Sud continua a pagare lo scotto di dimenticanze e superficialità. È il momento di dire basta e di farci sentire».

Tutto pronto per la mia prima notte da trascorrere in Comune. Non sarà il massimo della comodità ma quando ero ragazzo...

Pubblicato da Davide Carlucci Sindaco su Mercoledì 21 aprile 2021

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie