Sabato 27 Febbraio 2021 | 23:09

NEWS DALLA SEZIONE

L'appello
Bari, vaccini anti-Covid: «Priorità anche per la Polizia Locale»

Bari, vaccini anti-Covid: «Priorità anche per la Polizia Locale»

 
Nel barese
In trasferta dalla Sicilia a Monopoli per molestare showgirl: divieto di dimora in Puglia per un fan ossessionato

In trasferta dalla Sicilia a Monopoli per molestare showgirl: divieto di dimora in Puglia per un fan ossessionato

 
Sanità
Morti legionella, il Policlinico di Bari chiede il dissequestro dei padiglioni. Dal 3 marzo torna dg Migliore

Morti legionella, il Policlinico di Bari chiede il dissequestro dei padiglioni. Dal 3 marzo torna dg Migliore

 
Il video
«Luoghi del cuore», la Puglia è nella top ten

«Luoghi del cuore», la Puglia è nella top ten

 
Campagna vaccinale
Covid a Bari, altri 2 palazzetti per le vaccinazioni: il PalaCarrassi e il PalaLaforgia

Covid a Bari, altri 2 palazzetti per le vaccinazioni: il PalaCarrassi e il PalaLaforgia

 
La decisione
Parà barese morì dopo lancio, gip rigetta l'archiviazione del caso

Parà barese morì dopo lancio, gip rigetta l'archiviazione del caso

 
Salute
SMA NEONATALE

Puglia, arriva il sì allo screening neonatale obbligatorio per la Sma

 
Il caso
Bari, prete positivo al Covid: sanificata chiesa a Fesca e benedice la comunità su Fb

Bari, prete positivo al Covid: sanificata chiesa a Fesca e benedice la comunità su Fb

 
Mons. Satriano
Bari, l'arcivescovo è positivo al Covid ma non è ricoverato

Bari, l'arcivescovo è positivo al Covid ma non è ricoverato

 
Alla Zona indistriale
Bari, allarme bomba: evacuata la Motorizzazione dopo telefonata anonima

Bari, falso allarme bomba: evacuata la Motorizzazione dopo telefonata anonima

 

Il Biancorosso

Serie C
Nel derby di Puglia, Il Bari in 10 batte il Foggia 1-0: segna il bomber Cianci

Nel derby di Puglia, Il Bari in 10 batte il Foggia 1-0: segna il bomber Cianci

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaTragedia sfiorata
Auto esce di strada tra Foggia e Manfredonia e si ribalta: due persone ferite

Auto esce di strada tra Foggia e Manfredonia e si ribalta: 2 persone ferite

 
Leccel'aggressione
Cannole, bambina azzannata alla gola da un cane: ricoverata in codice rosso

Cannole, bambina azzannata alla gola da un cane: ricoverata in codice rosso

 
PotenzaCoronavirus
«Vaccinateci!», in Basilicata il coro unanime dei malati rari

«Vaccinateci!», in Basilicata il coro unanime dei malati rari

 
TarantoIl caso
Taranto, spara per errore all'amico: 20enne si consegna in Questura, arrestato

Taranto, spara per errore all'amico: 20enne si consegna in Questura, arrestato

 
BatL'episodio
Trani, a fuoco portone del sindaco Bottaro: ieri l'ordinanza anti-stazionamento

Trani, a fuoco portone sindaco Bottaro: ieri l'ordinanza anti-stazionamento

 
Covid news h 24Lotta al virus
Vaccini, l'appello del sindaco di Matera a Bardi: «serve accelerazione»

Vaccini, l'appello del sindaco di Matera a Bardi: «serve accelerazione»

 
BrindisiIl ricordo
Brindisi, 30 anni fa lo sbarco degli albanesi: in teatro uno spettacolo in streaming

Brindisi, 30 anni fa lo sbarco degli albanesi: in teatro uno spettacolo in streaming

 

Regione

La crisi congela l’assessorato ai 5S in Puglia

Da 127 giorni il Welfare è senza guida. Di Bari: «Il nome? Dobbiamo farlo noi»

Regionali M5s in Puglia, candidata più votata su Rousseau è Antonella Laricchia

Antonella Laricchia

BARI - La Puglia da 127 giorni non assegna la delega dell’assessorato al Welfare, cruciale per la gestione delle provvidenze economiche legate alla pandemia, a causa della querelle legata alla annunciata confluenza - mai ratificata da Rousseau - del M5S nella maggioranza progressista che sostiene il governatore Michele Emiliano. Dopo mesi di trattative, una spaccatura all’interno del gruppo consigliare dei grillini (quattro consiglieri sono per l’intesa - Barone, Di Bari, Casili e Galante - mentre la Laricchia è contraria), l’elezione in quota centrosinistra di Casili come vicepresidente dell’assemblea regionale e di Galante come segretario della Commissione Affari istituzionali, nonché il voto da parte dei pentastellati del Bilancio, il quadro politico registra ancora questa condizione ibrida: l’accordo, infatti, prevedeva che ai cinquestelle fosse assegnato l’assessorato al Welfare (destinato alla foggiana Rosa Barone, già presidente della Commissione antimafia regionale nella passata legislatura), con il voto sulla piattaforma casaleggesca.

Il punto sul nodo politico è così descritto da Grazia Di Bari, capogruppo 5S in Via Gentile: «Non ci sono novità. La crisi del governo ha messo in secondo piano la questione pugliese - spiega - ma noi vorremmo che l’ingresso nella maggioranza passasse dal voto degli iscritti su Rousseau». L’11 dicembre scorso, però, si è votato un quesito legato agli Stati generali del Movimento che prevede la legittimità degli accordi dei grillini anche post-voto, con il via libera dei vertici nazionali: «Questa linea - aggiunge la Di Bari - merita una interpretazione del nostro capo politico Vito Crimi che potrebbe dichiarare che è applicabile anche al caso Puglia. Ora aspettiamo un momento chiarificatore». «Una nomina motu proprio da parte di Emiliano? Dobbiamo essere noi a dare il nome…», conclude la Di Bari.
Sul fronte degli antigovernisti sono schierati sia la consigliera Antonella Laricchia, sia la potente senatrice salentina Barbara Lezzi, papabile nuovo leader nazionale, che proprio alla Gazzetta ha nei giorni scorsi ribadito la sua opposizione ad una intesa con Emiliano.

«Speriamo che riescano a concludere la pratica nel tempo della raccolta dei tartufi», attacca sorridendo il consigliere Fabiano Amati (Pd), con un riferimento al discusso emendamento richiesto dai grillini in merito alla possibilità di raccogliere i tartufi in loco anche per i pugliesi residenti fuori dal parco dell’Alta Murgia. «Un assessorato strategico sguarnito? Sono contrario a questo patto - aggiunge Amati -. Francamente non ha senso. I 5S hanno giocato sul tavolo elettorale pensando a quello post-elezioni. Emiliano prosegue perché vuole spaccarli: l’ingresso dei 5S in maggioranza rappresenterebbe una esplosione dilaniante del Movimento. Ma se questa opzione è comprensibile sul posizionamento politico, è meno plausibile nell’ambito dell’attività amministrative che nella mia cultura viene prima di ogni tattica». La conclusione di Amati è sui dem: «Mi stupisce il mio partito, che lascia me a dire cose ovvie, in linea con la nostra storia recente e attuale, e non insorge nel segnalare questa anomalia».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie