Giovedì 29 Ottobre 2020 | 15:06

NEWS DALLA SEZIONE

Giustizia
Bari, causa pandemia stop a tutti i processi con testimoni

Bari, causa pandemia stop a tutti i processi con testimoni

 
La nomina
Diocesi Bari-Bitonto, Monsignor Satriano sarà il nuovo arcivescovo

Diocesi Bari-Bitonto, Monsignor Satriano sarà il nuovo arcivescovo

 
nel Barese
Toritto, positivo al Covid va a lavorare nel negozio della moglie: denunciato

Toritto, positivo al Covid va a lavorare nel negozio della moglie: denunciato

 
Il caso
Covid 19 a Bitonto, Istituto Fornelli chiuso per 2 giorni dopo contagio

Covid 19 a Bitonto, Istituto Fornelli chiuso per 2 giorni dopo contagio

 
Il video
Protesta contro Dpcm a Bari: lanciati fumogeni su Corso Vittorio Emanuele

Protesta contro Dpcm a Bari: lanciati fumogeni su Corso Vittorio Emanuele

 
Il caso
Covid 19, sesto decesso tra gli ospiti della casa di riposo di Alberobello

Covid 19, sesto decesso tra gli ospiti della casa di riposo di Alberobello

 
La manifestazione
Proteste a Bari contro il Dpcm: in 500 scendono per strada all'urlo di «libertà»

Proteste a Bari contro il Dpcm: in 500 scendono per strada all'urlo di «libertà». Lanciati fumogeni e bombe carta FOTO/VIDEO

 
Sanità
Covid 19, in 8 ore 252 pazienti nei pronto soccorso del Barese

Covid 19, in 8 ore 252 pazienti nei pronto soccorso del Barese

 
Il virus
Emergenza Covid a Bari, il trasporto pubblico chiede le fasce orarie a scuola

Emergenza Covid a Bari, il trasporto pubblico chiede le fasce orarie a scuola

 

Il Biancorosso

Calcio
Il super derby del Barone: «Bari e Foggia, la storia»

Il super derby del Barone: «Bari e Foggia, la storia»

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaNel Potentino
Rotonda, il Comune dona kit bebè ai nuovi nati

Rotonda, il Comune dona kit bebè ai nuovi nati

 
BatLa scoperta
Barletta, lavoratori in nero in laboratorio mascherine: denunce

Barletta, lavoratori in nero in laboratorio mascherine: denunce

 
Leccenel Salento
Gallipoli, circolo ricreativo resta aperto nonostante il dpcm: multa al titolare

Gallipoli, circolo ricreativo resta aperto nonostante il dpcm: multa al titolare

 
BariGiustizia
Bari, causa pandemia stop a tutti i processi con testimoni

Bari, causa pandemia stop a tutti i processi con testimoni

 
FoggiaDalla polizia
Foggia, violenza e maltrattamenti contro moglie e figli per anni: arrestato

Foggia, violenza e maltrattamenti contro moglie e figli per anni: arrestato

 
Tarantoil siderurgico
ArcelorMittal, sindaco Melucci dopo incidente: «Fabbrica pericolosa, non può continuare»

ArcelorMittal, sindaco Melucci dopo incidente: «Fabbrica pericolosa, non può continuare»

 
BrindisiCapitaneria
Porto Brindisi, maxisequestro di prodotti ittici surgelati

Porto Brindisi, maxisequestro di prodotti ittici surgelati

 
MateraNel Materano
Bernalda, è ai domiciliari ma spaccia cocaina: in carcere

Bernalda, è ai domiciliari ma spaccia cocaina: in carcere

 

i più letti

Delitto Brescia

Bitetto, omicidio fidanzato della sua della ex: trovato su un tetto il coltello

L'omicida, un 26enne, ha detto che il coltello era impugnato dalla vittima: le impronte scioglieranno ogni dubbio

Bitetto, omicidio fidanzato della sua della ex: trovato su un tetto il coltello

E’ stata ritrovata l’arma del delitto avvenuto lo scorso 12 settembre a Bitetto (Bari), ovvero il coltello con cui un pregiudicato 26enne, reo confesso, ha ucciso il nuovo compagno della sua ex moglie 22enne, e ferito la donna e il padre della vittima davanti al figlio di 4 anni. I carabinieri, subito dopo l’omicidio avvenuto alle 3 del mattino davanti all’androne di casa della vittima, il 26enne Nicola Brescia, hanno iniziato le ricerche nei vicoli della cittadina del Barese.

Già la sera successiva hanno trovato, sul percolato di un’abitazione limitrofa a quella dell’omicida, una maglietta nera che presumibilmente l’uomo indossava al momento del delitto. Le successive ricerche sui tetti delle abitazioni vicine al luogo del rinvenimento della maglia, hanno consentito di trovare, su un altro percolato di un fabbricato disabitato, un coltello da cucina di 30 centimetri, con lama di venti, sporco di sangue. Maglietta e coltello sono stati sequestrati e saranno sottoposti ad accertamenti tecnici per rinvenire eventuali impronte digitali e analizzare le tracce ematiche.

Il killer, arrestato subito dopo il fatto, aveva dichiarato di essere andato disarmato a casa della vittima, dove sapeva avrebbe trovato la ex moglie, e che era la vittima a impugnare l’arma che lui poi avrebbe raccolto e commesso l’omicidio e il duplice tentato omicidio. La ricerca di impronte digitali riconducibili alla vittima sul coltello potrebbe chiarire questo aspetto della dinamica dei fatti. Le due persone ferite, infatti, sentite dagli investigatori, hanno dichiarato al contrario che il coltello fosse nella disponibilità dell’aggressore.

Dopo il delitto, hanno ricostruito gli investigatori, l'omicida sarebbe tornato a casa, si sarebbe cambiato la maglietta e si sarebbe disfatto di indumenti e arma lanciandoli sui tetti vicini. In carcere il 26enne ha ribadito dinanzi al gip, nell’udienza di convalida dell’arresto, la sua ricostruzione della vicenda e si trova tuttora detenuto nella casa circondariale di Bari.

I due figli della coppia, dell’omicida e della ex moglie ferita, di 4 e 7 anni, sono stati affidati ai genitori materni. Il più piccolo avrebbe assistito al delitto e subito dopo allontanato da alcuni vicini di casa. Le indagini sono coordinate dalla pm di Bari Savina Toscani che ha disposto anche verifiche sui tabulati telefonici. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie