Mercoledì 17 Luglio 2019 | 04:41

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Bari, dress code alle corsiste: al via interrogatorio dell'ex giudice Bellomo

Bari, dress code alle corsiste: dopo 9 ore di interrogatorio Bellomo nega tutto

 
La città che cambia
Bari, al San Paolo arriva la ciclofficina nella Casa delle Culture

Bari, al San Paolo arriva la ciclofficina nella Casa delle Culture

 
L'episodio
Bari, sfilò Rolex dal polso di un automobilista: arrestato dopo 3 mesi

Bari, sfilò Rolex dal polso di un automobilista: arrestato dopo 3 mesi

 
Nella zona industriale
Bari, rapinano Banca Popolare di Bari: pistole in faccia ai dipendenti

Bari, rapinano Banca Popolare in via Zippitelli: pistole in faccia ai dipendenti

 
Il progetto
Bari, Corso Italia cambia volto: arriva una nuova pista ciclabile

Bari, Corso Italia cambia volto: arriva una nuova pista ciclabile

 
Indaga la GdF
Molfetta, furbetti del cartellino in ospedale: altri 6 dipendenti sospesi

Molfetta, furbetti del cartellino in ospedale: altri 6 dipendenti sospesi

 
Nel barese
Bitonto, gestivano un fitto commercio di droga: due arresti

Bitonto, gestivano un fitto commercio di droga: due arresti

 
Arrestata in flagrante
Bari, raggira anziano e gli ruba quasi 10mila euro: in cella una 33enne

Bari, raggira anziano e gli ruba quasi 10mila euro: in cella una 33enne

 
Con il WWF
Monopoli, i pescatori diventano gli "angeli custodi" degli squali: il progetto

A Monopoli i pescatori diventano gli "angeli custodi" degli squali: ecco il progetto

 
In via Cattedrale
Giovinazzo, maltrattano la gatta di «quartiere»: la città si mobilita per Pupa

Giovinazzo, maltrattano la gatta di «quartiere»: la città si mobilita per Pupa

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, squadra parte in ritiro: non ci sarà Brienza

Bari, squadra parte in ritiro: non ci sarà Brienza

 

NEWS DALLE PROVINCE

GdM.TVIl video
San Severo, la festa del Soccorso con la corsa dei «fujenti» tra i petardi

San Severo, la festa del Carmelo con la corsa dei «fujenti» tra i petardi

 
TarantoMorti bianche
Taranto, gruista ex Ilva morto in mare: in settimana i funerali

Taranto, gruista ex Ilva morto in mare: in settimana i funerali

 
BatRifiuti
Discarica di Canosa, Stea: «In arrivo 4,2 mln per chiusura definitiva»

Discarica di Canosa, Stea: «In arrivo 4,2 mln per chiusura definitiva»

 
BrindisiUn mistero di 2000 anni fa
Brindisi, dalla Germania archeologi setacciano il mare a caccia del disco di Nebra

Brindisi, dalla Germania archeologi in mare a caccia del disco di Nebra

 
MateraL'omicidio
Pastore nel Materano, killer condannato a 26 anni di carcere

Pastore ucciso nel Materano, killer condannato a 26 anni

 
BariIl caso
Bari, dress code alle corsiste: al via interrogatorio dell'ex giudice Bellomo

Bari, dress code alle corsiste: dopo 9 ore di interrogatorio Bellomo nega tutto

 
LecceOrganizzato da Prog On
«Canterbury Tales»: Martano capitale del Prog per una sera, con il concerto di Richard Sinclair

«Canterbury Tales»: Martano capitale del Prog per una sera, con il concerto di Richard Sinclair

 
PotenzaDai carabinieri
Merce pagata e mai consegnata: 4 denunce nel Potentino per truffe online

Merce pagata e mai consegnata: 4 denunce nel Potentino per truffe online

 

i più letti

A Japigia

Bari, morti da roghi ex discarica: famiglie chiedono nuove indagini

Discussa oggi l'opposizione alla richiesta di archiviazione sul caso, Gip La Battaglia si riserva

Morti da roghi ex discarica, avvocato: «Disastro enorme»

Il gip del Tribunale di Bari Valeria La Battaglia si è riservata di decidere sulla opposizione alla richiesta di archiviazione dell’indagine sulla palazzina di via Archimede 16, nel quartiere Japigia di Bari, nella quale almeno 21 inquilini, dalla metà degli anni Novanta ad oggi, si sono ammalati, e molti di loro sono deceduti, di neoplasie rare che sarebbero state causate dai roghi di una ex discarica comunale vicina al condominio.

Questa mattina, nell’ex sezione distaccata di Bitonto, l'avvocato Michele Laforgia, che rappresenta il Comitato delle famiglia di via Archimede 16, ha chiesto al giudice che non archivi l’inchiesta e che, anzi, disponga indagini suppletive. "Ci sono morti e malattie che si stanno manifestando in questi giorni, almeno tre nuovi casi di neoplasie» ha detto il legale dopo l’udienza.
«I fatti sono vecchi ma i reati recentissimi e anzi rischiano di essere futuri, perché si tratta di tumori che hanno un periodo di incubazione anche di 30-40 anni e quindi i reati si stanno consumando tuttora». Il pm che ha coordinato le indagini, Baldo Pisani, assente oggi all’udienza, ha chiesto l'archiviazione ritenendo che sia trascorso troppo tempo per individuare i responsabili, i sindaci e i direttori Amiu del ventennio dal 1962 al 1988. Ma chi vive in quello stabile, ribattezzato 'la palazzina della mortè, ha ancora paura.

«Sarebbe assurdo - continua il legale - che in una regione come questa, devastata da problemi ambientali, proprio a Bari, dove abbiamo avuto e continuiamo ad avere una enorme emergenza ambientale correlata all’esposizione all’amianto della Fibronit, non ci fosse una indagine completa su una vicenda di questo tipo».
«Probabilmente - aggiunge - la questione non riguarda soltanto quella palazzina, ma l’intero quartiere nato a ridosso della discarica, non a caso un pezzo di periferia della città. Non è una vicenda su cui si può chiudere un fascicolo e metterlo in un archivio. Sarebbe davvero scandaloso se questo avvenisse».

IERI L'OPPOSIZIONE ALL'ARCHIVIAZIONE - «Chiediamo che si faccia luce, che l'indagine non venga archiviata e che si faccia una indagine epidemiologica più ampia, perché la questione non è circoscritta al civico 16, ma riguarda la tutela della salute pubblica dell’intero quartiere». Lo dichiara Licia Magliocchi, portavoce del Comitato delle famiglie di via Archimede 16, la palazzina nel quartiere Japigia di Bari nella quale 21 inquilini, dalla metà degli anni Novanta ad oggi si sono ammalati, e molti di loro sono deceduti, di neoplasie rare che sarebbero state causate dai roghi di una ex discarica comunale.

Domani, dinanzi al gip del Tribunale di Bari Valeria La Battaglia, nell’ex sezione distaccata di Bitonto, sarà discussa l'opposizione alla richiesta di archiviazione sul caso. All’udienza parteciperanno alcuni familiari di inquilini attualmente malati.
Secondo la Procura di Bari sono trascorsi troppi anni per perseguire penalmente i responsabili, i sindaci e i direttori Amiu del ventennio dal 1962 al 1988. Per questo il pm Baldo Pisani ha chiesto nei mesi scorsi l’archiviazione del procedimento. I familiari degli inquilini morti o in cura, però, riuniti in Comitato, hanno presentato opposizione tramite il loro legale, l’avvocato Michele Laforgia, chiedendo nuove indagini sulla base del fatto che i reati di omicidio e lesioni decorrono dal momento della morte o della insorgenza della patologia e che quindi non sono ancora prescritti. «Non possono archiviare - dice ancora Magliocchi -. Ci sono state altre diagnosi recenti e anche un decesso meno di un mese fa. Come si può ritenere il reato prescritto?».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie