Mercoledì 22 Maggio 2019 | 00:36

NEWS DALLA SEZIONE

La decisione
Bari, figlio di 2 donne: giudice dà l'ok alla trascrizione dell'atto di nascita

Bari, figlio di 2 donne, i giudici: «Ok a trascrizione atto di nascita»

 
Il naufragio
Norman Atlantic: gup Tribunale Bari ammette 100 nuove parti civili

Norman Atlantic: gup Tribunale Bari ammette 61 nuove parti civili

 
Era partito da Pisa
Si imbarca per Cagliari, si ritrova a Bari: l'ira di un turista contro Ryanair

Si imbarca per Cagliari, si ritrova a Bari: l'ira di un turista contro Ryanair

 
La sentenza
di cosola

Bari, 27 condanne definitive per il clan Di Cosola: 21 anni al fratello del boss

 
Sanità
Politecnico Bari, scacco matto a ictus e infarti: ecco l'app per i consulti a distanza

Policlinico Bari, scacco matto a ictus e infarti: ecco l'app per i consulti a distanza

 
L'ecomostro
Bari, sì al salvataggio Sud Fondi: «Punta Perotti verrà venduta»

Bari, sì al salvataggio Sud Fondi: «Punta Perotti verrà venduta»

 
La protesta
«Fascista!»: a Lecce cori e proteste contro il comizio di Salvini

I cori contro Salvini: a Lecce «Fascista!» e a Bari: «Vaff...»

 
Dopo una lite
Conversano, ha problemi economici e tenta di uccidere figlio neonato: in cella 40enne

Conversano, ha problemi economici e tenta di uccidere figlio neonato: in cella 40enne

 
Alle 10.14
Nordbarese: due scosse di terremoto, sisma avvertito anche a Bari

Terremoto in Puglia, trema la Bat. Paura e scuole chiuse FOTO
Trani, crolla timpano chiesa FOTO

 
Turismo
Guida Lonely Planet inserisce Bari in top 10 mete più belle d'Europa

Guida Lonely Planet inserisce Bari in top 10 mete più belle d'Europa

 

Il Biancorosso

IL PAGELLONE
Di Cesare e Floriano campionato topPiovanello l'under più in palla

Di Cesare e Floriano campionato top
Piovanello l'under più in palla

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceIngenti danni
Lecce, a fuoco villa di candidato Lega gestore di una spiaggia

Lecce, a fuoco villa di candidato Lega gestore di una spiaggia

 
MateraL'incidente
Montescaglioso, contro tra auto e moto: un morto

Montescaglioso, scontro tra auto e moto: muore un 30enne

 
HomeLa decisione
Bari, figlio di 2 donne: giudice dà l'ok alla trascrizione dell'atto di nascita

Bari, figlio di 2 donne, i giudici: «Ok a trascrizione atto di nascita»

 
TarantoI tubi scambiati
Morirono in 8 per scambio tubi in ospedale: reato va in prescrizione

Castellaneta, 8 morti in ospedale: il reato va in prescrizione

 
BrindisiIl comizio
Ostuni, botta e risposta tra Salvini e i contestatori: «Torna a casa» «Voi fischiate noi lavoriamo»

Ostuni, botta e risposta tra Salvini e contestatori: «Torna a casa» «Voi fischiate noi lavoriamo»

 
PotenzaComando provinciale
Controlli dei Carabinieri, sei denunciati nel Potentino

Controlli dei Carabinieri, sei denunciati nel Potentino

 
HomeLa visita
Cagnano Varano, Trenta balla la tarantella con le ballerine del Gargano

Cagnano Varano, Trenta balla la tarantella con le ballerine del Gargano

 

i più letti

le proposte dell’anas

Tangenziale da «liberare» tre opzioni da Bari a Mola

Una bretella tutta nuova oppure l’allargamento della Ss 16

Rallentamenti e code a Bari sulla tangenziale

BARI - Un percorso alternativo o l’allargamento a sei corsie dell’attuale carreggiata: la proposta interessa il tratto a sud della tangenziale di Bari per poi arrivare fino a Mola. Si tratta, in sostanza delle soluzioni prospettate qualche giorno fa dall’Anas alla Regione Puglia e ai Comuni interessati, con l’obiettivo di trovare un rimedio per decongestionare la trafficatissima strada Statale 16, unico punto di snodo della dorsale adriatica sia verso il Salento sia verso la costa ionica e il resto del Sud Italia

L’Anas ha altresì illustrato per ciascuna soluzione sia i costi, sia vantaggi e svantaggi relativi ad espropri e lavori dell’opera finanziata dal Cipe (la delibera risale al 2016) con risorse del Fondo sviluppo e coesione 2016-2020 con 250 milioni di euro.
In particolare, per la variante alla tangenziale di Bari, l’Ente nazionale per le strade ha illustrato tre possibili soluzioni per alleggerire la tangenziale di Bari dal carico abnorme di centinaia di migliaia di automobili e mezzi pesanti, con tutto il loro insalubre carico di smog e inquinamento che si riverbera sul territorio. Uno scenario simil apocalittico che si concretizza ormai quotidianamente in code interminabili nelle ore di punta in corrispondenza di alcuni svincoli, ingorghi in caso di incidenti anche lievi, con il clou nei weekend della bella stagione, quando per percorrere alcuni chilometri verso Torre a Mare possono volerci ore.
All’incontro hanno presenziato i Comuni di Triggiano, Mola, Noicattaro e Bari, direttamente interessati alla realizzazione dell’opera.

Prima opzione La prima soluzione prevede l’allargamento in sede dell’attuale carreggiata che passerebbe da quattro a sei corsie di percorrenza. Il progetto prende in considerazione un breve tratto in variante tra lo svincolo di via Caldarola (Japigia) e l’uscita per Triggiano-San Giorgio, per poi passare al cosiddetto adeguamento in sede tra lo svincolo di Triggiano-San Giorgio e quello per Mola-Rutigliano. Il tracciato, lungo 16 km, comporta la realizzazione di 5 svincoli e 12 opere maggiori (ponti, sottopassi).

Prima alternativa Il tracciato è completamente in variante rispetto al percorso attuale della Statale 16 (che coincide con la tangenziale) a partire dallo svincolo per via Caldarola (Japigia) fino all’uscita Mola-Rutigliano. Lunghezza 16 km, previsti 3 svincoli e 6 opere complementari.

Terza via Si tratta di realizzare una bretella completamente in variante rispetto alla strada esistente: parte dallo svincolo per Mungivacca-SS 100 e si riaggancia alla Statale 16 in corrispondenza con lo svincolo per Mola-Rutigliano. Lunghezza 17,5 km con 5 svincoli e 8 ulteriori opere tra ponti e sottopassi.
«Il termine per formalizzare l’appalto è fissato a dicembre 2021, ma non bisogna perdere tempo», ammonisce l’assessore regionale alle Infrastrutture, Giovanni Giannini. Le amministrazioni comunali dovrebbero far pervenire in Regione le loro osservazioni entro la metà di maggio. «La SS 16 è la strada a più alta densità di traffico d’Italia, urge intervenire per decongestionare l’attuale arteria e rendere più fluidi i collegamenti nord-sud e viceversa, in particolare per le merci e i turisti oltre che per garantire maggiori livelli di sicurezza della circolazione», dice ancora l’assessore Giannini, al lavoro da mesi sulla soluzione che possa mettere tutti d’accordo. «L’obiettivo è migliorare la vivibilità di tutta l'area metropolitana attraverso una soluzione condivisa», ribadisce.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400