Domenica 21 Aprile 2019 | 07:07

NEWS DALLA SEZIONE

Verso il voto
Europee, i derby tutti pugliesi per Bruxelles

Europee, i derby tutti pugliesi per Bruxelles

 
L'intervista
Caringella: «Sulle inchieste giudiziarie si è passati dall'indignazione all'indifferenza

Caringella: «Sulle inchieste giudiziarie si è passati dall'indignazione all'indifferenza

 
In città
Bari: grosso nido d'api in via Salvemini, zona messa in sicurezza

Bari: grosso nido d'api in via Salvemini, zona messa in sicurezza

 
Il caso
Bari, chiude la gioielleria Trizio Caiati in via Sparano: addio a un altro negozio storico

Bari, chiude la gioielleria Trizio Caiati in via Sparano: addio a un altro negozio storico

 
Lo scontro
Incidente stradale sulla Terlizzi - Molfetta: muore una ragazza

Incidente sulla Terlizzi-Molfetta, auto si ribalta: muore una ragazza

 
In Tv
Palazzo Poli di Molfetta in un documentario di Michele Cristallo

Palazzo Poli di Molfetta in un documentario di Michele Cristallo

 
La storia a lieto fine
Dall'Argentina al trullo di Locorotondo: anziano migrante ritrova le sue radici

Dall'Argentina al trullo di Locorotondo: anziano migrante ritrova le sue radici

 
Sgominata banda
Bari, assalivano armati furgoni portavalori: 5 in manette

Bari, assalivano armati furgoni portavalori: 5 in manette

 
Fishing for Litter
Molfetta, pescatori in prima linea contro un mare di plastica

Molfetta, pescatori in prima linea contro un mare di plastica

 
Trasporti
Pendolari, in Puglia arriva la riforma: più bus dove servono

Pendolari, in Puglia arriva la riforma: più bus dove servono

 

Il Biancorosso

IL COMMENTO
Il primo gradino di una scalache porta molto più in alto

Il primo gradino di una scala
che porta molto più in alto

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariVerso il voto
Europee, i derby tutti pugliesi per Bruxelles

Europee, i derby tutti pugliesi per Bruxelles

 
TarantoA taranto
Ex Ilva, ambientalisti Taranto: «Il 24 aprile presidio per arrivo Di Maio»

Ex Ilva, ambientalisti Taranto: «Il 24 aprile presidio per arrivo Di Maio»

 
BrindisiL'incidente
Moto contro auto sulla Monopoli-Alberobello: muore un 54enne

Moto contro auto sulla Monopoli-Alberobello: muore un 54enne

 
LecceNel Salento
Gallipoli, carabinieri portano uova di Pasqua ai bimbi ricoverati in ospedale

Gallipoli, carabinieri portano uova di Pasqua ai bimbi ricoverati in ospedale

 
HomeLe festività pasquali
Pasqua, previsto a Matera un lungo ponte da tutto esaurito

Pasqua, previsto a Matera un lungo ponte da tutto esaurito

 
BatLotta allo spaccio
Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

 
GdM.TVOperazione Ultimo Avamposto
Foggia, blitz antidroga sul Gargano: le videointercettazioni

Foggia, blitz antidroga sul Gargano: le videointercettazioni

 
PotenzaElezioni del 26 maggio
Potenza, Andretta candidata del centrosinistra: scalza De Luca

Potenza, Andretta candidata del centrosinistra: scalza De Luca

 

I 5 euro e i tornelli

«Meraviglioso Natale», Comune Polignano cerca organizzatore per gli incassi. Ma lui vuole 30mila €. Indaga la Gdf

Il sindaco del paese, Domenico Vitto, non riesce a mettersi in contatto con l'organizzatore della manifestazione

Polignano, Meraviglioso Natale: l’organizzatore è sparito. Il Comune: «Ci deve i soldi»

Tutto si è svolto all'insegna della (apparente) regolarità: delibere di Giunta, atti amministrativi, lettera del Questore, perfino un comitato provinciale in Prefettura. Per non parlare dei video trionfali in diretta e delle dichiarazioni roboanti a partire dal Governatore Emiliano «Meglio di New York». E, alle perplessità avanzate dalla Gazzetta del Mezzogiorno, non erano mancate una serie di invettive contro il nostro giornale che aveva soltanto voluto sensibilizzare l'attenzione dell'opinione pubblica su una manifestazione che presentava alcuni aspetti poco chiari, a cominciare dalla scelta di chiudere un pezzo del centro storico a fronte di un ticket di 5 euro, e per finire a colui che era ritenuto il regista, ovvero il patron, dell'operazione Meraviglioso Natale, Michele Lestingi con la sua associazione GPuglia costituita appena il 2 settembre scorso. 

Fatto sta che stamattina è arrivata l'amara sorpresa: al momento di tirare le somme, e dunque fare i conti, l'organizzatore del Meraviglioso Natale, che inizialmente sembrava si fosse dato alla macchia (ha risposto nel pomeriggio), semplicemente non ha ancora consegnato il rendiconto della manifestazione. E pare non abbia versato gli oltre 18mila euro dovuti al Comune fra tassa di occupazione di suolo pubblico e tassa rifiuti.

IL SINDACO: CI DEVE DARE I CONTEGGI - «Abbiamo spesso chiesto rendicontazioni dal primo giorno che si è insediata la manifestazione e ancora oggi non ci arrivano risposte. Poi arrivano anche notizie distorte sulle presenze»: così ha dichiarato il sindaco Vitto ai microfoni di TeleNorba (http://www.norbaonline.it/ondemand-dettaglio.php?i=63327), parlando del fatto che è dal giorno dell'Epifania che non si hanno notizie di Lestingi. 

Il responsabile dell'associazione GPuglia, insomma, non si sarebbe presentato al Comune che gli chiede i numeri degli incassi. E ha spiegato anche il perchè in una lettera del 30 novembre scorso: in qualità di associazione culturale non può ripartire gli utili tra i suoi soci ma deve reinvestire i proventi in attività sociali. Veniamo al punto: si parla di 300mila visitatori, cui corrisponderebbero 1 milione e mezzo di incassi (vi ricordate i 5 euro di ticket per superare i tornelli?) e di 7-800mila euro di spese. Cifre non ufficiali ma che circolano insistentemente in attesa di sapere qualche numero certo da Lestingi (amante delle fuoriserie, tra cui una Ferrari con una targa personalizzata Il Rosso).

In un comunicato il Comune di Polignano ha dichiarato che l'ente «è in attesa della rendicontazione che verrà verificata con molta attenzione da parte dell’Ente, attraverso gli uffici preposti».

LESTINGI: IL COMUNE MI DEVE DARE 30MILA EURO - Ma Lestingi, a quanto pare, sembra intenzionato a rilanciare pur confermando il numero di 300mila presenze ma correggendo il corrispettivo degli incassi, che secondo lui sarebbe pari a un terzo, quindi poco più di mezzo milione di euro. Sulla vicenda, intanto, si è acceso il faro della Guardia di Finanza che alcuni giorni fa è intervenuta e ha acquisito un bel po' di carte dall'associazione per fare le opportune verifiche.

Tuttavia, il clamore nazionale suscitato dalla notizia pubblicata dalla Gazzetta del Mezzogiorno.it, oltre ad aver fatto «risorgere» Lestingi che stamattina era dato per irreperibile, ha innescato una serie di ping pong di dichiarazioni che in serata hanno visto sindaco e organizzatore uno contro l'altro. «Pagare? Macchè». Lestingi sembrerebbe intenzionato a chiedere al Comune 30mila euro di contributo, come ha spiegato al telefono. E si augura che ciò avvenga rapidamente. 

IL TICKET DI INGRESSO NON ANDAVA PAGATO - Per ora resta il mistero anche se qualche sospetto che prima o poi Meraviglioso Natale avrebbe riservato qualche sorpresa, era nell'aria da tempo, come confermano i nostri ripetuti servizi. Che dire? Né più, né meno di quello che la «Gazzetta» aveva già segnalato, ovvero la singolarità di una manifestazione che si è svolta con l'avallo del Comune, probabilmente ignaro (ci auguriamo) del rischio a cui stava andando incontro. Nonostante le nostre denunce e un comitato di sicurezza in prefettura, il 22 dicembre scorso il Comune è stato costretto a diffidare l'associazione che continuava a pretendere il pagamento del ticket di ingresso anche dalle persone che non erano interessate alla manifestazione. Circostanza questa, denunciata dalla Gazzetta, e oggetto persino di una riunione del comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica.

L'OPPOSIZIONE IN COMUNE: SINDACO SI DIMETTA - Intanto la vicenda accende la polemica politica. La consigliera del M5S, Maria La Ghezza, che era stata tra le prime a sollevare dubbi sulla iniziativa, punta l'indice contro il sindaco accusandolo di non aver risposto alla sua interrogazione nella quale rappresentava tutta una serie di dubbi, cominciare dalla opportunità di ottenere una fideiussione da parte dell'organizzatore, facente parte di un «associazione» costituita un paio di mesi prima di inoltrare la domanda al Comune. Oltre a una serie di perplessità sugli spazi pubblici da sottoporre a pagamento dell'imposta e così via.

«Caro sindaco - scrive La Ghezza - che tu non abbia risposto alle istanze della sottoscritta o che peggio, da buon padre di famiglia, non abbia curato a dovere gli interessi dei polignanesi, mi sa che questa volta l'hai fatta proprio grossa, dati i rischi che stiamo correndo, per cui il mio invito è a dimetterti!».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • BIAGIO ELEFANTE

    10 Gennaio 2019 - 19:07

    nella delibera che cedeva mezzo paese si parla di contributo del comune al Lestingi, e lo si autorizza a imporre un pedaggio per conseguire un utile visti i costi da sostenere. Nè si parla di rendicontazioni. Ora si sa di 800 mila euro di utile che Lestingi sta godendosi al caldo,e nulla vuole dal comune..Vitto non faccia sceneggiate che cè già Di Maio a far ridere.

    Rispondi

  • DAMA1

    10 Gennaio 2019 - 16:04

    il seguente teorema dimostra quanto avete scritto:(ma non sono strato ascoltato,purtroppo!!) TEOREMA : la chiusura con tornelli del centro storico di Polignano a Mare è illegittima. Non solo: il sindaco è l’unico colpevole. DIMOSTRAZIONE Nei regolamenti per l’organizzazione di eventi è scritto chiaramente: 1) “ciascun evento sarà disciplinato da una convenzione tra privato e Comune”; 2) L’ob

    Rispondi

  • eleba

    10 Gennaio 2019 - 15:03

    Un BRAVO al sindaco di Polignano che ha deciso di "regalare" una strenna ad un imprenditore desideroso di rendere felici gli ospiti della cittadina adriatica.Ovviamente il BRAVO sindaco ha confidato nella onestà dell'organizzatore senza nessuna garanzia e ci mancherebbe, a natale bisogne essere buoni."Meraviglioso Natale per l'organizzatore2 sarebbe stato il titolo giusto.

    Rispondi