Sabato 22 Settembre 2018 | 09:55

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Il dietrofront

Palagiustizia Bari: Bonafede revoca sede di Via Oberdan. Penalisti: meglio tardi che mai

L'annuncio del Ministero della Giustizia che aveva individuato la sede con una ricerca di mercato

Palagiustizia di Bari: Bonafede revoca l'ok alla sede di Via Oberdan

BARI - Il Ministero della Giustizia ha revocato l’aggiudicazione della ricerca di mercato per l'individuazione di una sede per gli uffici giudiziari penali baresi in favore dell’immobile ex Inpdap in via Oberdan a Bari. Lo rende noto lo stesso Ministero. L’indagine era stata avviata il 25 maggio scorso dopo la dichiarazione di inagibilità per rischio crollo del Palagiustizia di via Nazariantz, sede di Tribunale penale e Procura, e successiva ordinanza di sgombero da parte del Comune con scadenza 31 agosto.

LA CAMERA PENALE: ERA ORA - «Meglio tardi che mai. Registriamo con piacere l’inversione di rotta del Ministero che, con la revoca della aggiudicazione dell’immobile di via Oberdan, ha finalmente recepito il giudizio di inadeguatezza di quell'immobile espresso dalla Camera penale sin da subito, per le evidenti problematiche allo stesso collegate». Lo dichiara il presidente della Camera Penale di Bari, Gaetano Sassanelli, commentando la decisione presa oggi dal Ministero della Giustizia di revocare l’aggiudicazione dell’indagine di mercato per l’individuazione di un immobile destinato agli uffici giudiziari penali baresi all’ex sede Inpdap, in via Oberdan.

«La dura lotta portata avanti da tutti gli operatori del diritto per scongiurare quella scelta - continua Sassanelli - ha fatto meritatamente conseguire i risultati auspicati. Ora però la battaglia si sposta sui tempi della scelta del nuovo immobile che deve essere quanto più rapida possibile, essendo ormai trascorso troppo tempo senza che sia ancora intervenuta la decisione definitiva».

SINDACO: SERVE PROCEDURA D'URGENZA - «Ancora una volta avevamo ragione, quando abbiamo chiesto la procedura di urgenza con dichiarazione dello stato di emergenza» per l’individuazione di una sede unica destinata ad accogliere gli uffici giudiziari penali baresi, "perché ritenevano che la procedura ordinaria non ci avrebbe consentito di trovare una soluzione in tempi rapidi». Lo dichiara il sindaco di Bari, Antonio Decaro, con riferimento alla decisione del Ministero della Giustizia di revocare l'aggiudicazione della indagine di mercato per il Palagiustizia all’immobile di via Oberdan.

«Addirittura a due settimane dalla scadenza per lo sgombero di via Nazariantz - continua il sindaco - non abbiamo l'edificio. Se l’Inail non ci chiederà la proroga, il 31 agosto si dovrà uscire da via Nazariantz e allora metteremo definitivamente in crisi e in ginocchio la giustizia penale a Bari». A sollecitare l’Inail, ente proprietario del palazzo dichiarato inagibile per rischio crollo, perché chieda al Comune una proroga dei tempi per lo sgombero è stato il procuratore, Giuseppe Volpe, sulla base di una nuova consulenza tecniche che evidenzia una riduzione del rischio di cedimento dell’immobile dopo l’alleggerimento dei carichi pesanti dai piani superiori.

«Guardando anche a quello che è successo a Genova, valuteremo con molta attenzione la perizia, - dice Decaro - e, in caso di richiesta di proroga, condivideremo la decisione con i datori di lavoro (presidente del Tribunale e procuratore, ndr) e con il ministro Bonafede». «L'unica cosa positiva della decisione del Ministero - conclude il sindaco di Bari - è che non è stato scelto un immobile che non piaceva sia agli avvocati che ai magistrati. Tutto il resto è un problema, perché a 15 giorni dallo sgombero siamo ancora senza un sede»

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Bari, arrestato senegalese: avevacirca due etti di droga in casa

Bari, arrestato senegalese: aveva
circa due etti di droga in casa

 
Acquaviva, rapinatore di marketincastrato dalla ruggine dell'auto

Acquaviva, rapinatore di market
incastrato dalla ruggine dell'auto

 
Bari, il clan minacciava commesso per i debiti della cocaina: 3 arresti

Bari, il clan minacciava commesso
per i debiti della cocaina: 3 arresti

 
«Mai con Salvini» contro Casapound, rissa sfiorata nel quartiere Libertà

Bari, aggressione a corteo antirazzista
Due feriti. Casapound:«Provocati»
L'on. Forenza: inseguiti per strada Vd

 
A Bari maxi delegazione da Mosca: incontro tra istituzioni e imprese

A Bari maxi delegazione da Mosca: incontro tra istituzioni e imprese

 
Scuola di Medicina Uniba, Al Bano alla cerimonia di inaugurazione

Scuola di Medicina Uniba
Al Bano alla cerimonia di inaugurazione

 
Bitonto, tentano furto in un centro deposito d'abbigliamento: tre arresti

Bitonto, tentano furto in un magazzino d'abbigliamento: tre arresti

 

GDM.TV

Acquaviva, rapinatore di marketincastrato dalla ruggine dell'auto

Acquaviva, rapinatore di market
incastrato dalla ruggine dell'auto

 
Razzismo, mazze e cinghie in scontri corteo: ferita eurodeputata

Razzismo, mazze e cinghie in scontri a corteo: ferita eurodeputata

 
Tuffi dalla scogliera, la finale a Polignano: lo spot è virale

Tuffi dalla scogliera, la finale a Polignano: lo spot è virale VD

 
Bari, arsenale d'armi sepolto nel terreno :sequestrate 6 pistole e 100 munizioni

Bari, scoperto arsenale sepolto in un terreno sulla statale 100 VIDEO

 
Palagiustizia, l'affondo di Bonafede«Falsità le accuse contro di me»

Palagiustizia, l'affondo di Bonafede
«Falsità le accuse contro di me»

 
Gli studenti del Poliba creano la PC5 2018 EVO: ecco la monoposto da corsa

Bari, la nuova monoposto da corsa
creata dagli studenti del Politecnico

 
I campioni di tuffi si sfidano a Polignano: in arrivo la Red Bull Cliff Diving

I campioni di tuffi si sfidano a Polignano: ecco la Red Bull Cliff Diving

 
La droga dal Marocco a Pisa per lo spaccio in tutta Italia fino a Bari

La droga dal Marocco a Pisa per lo spaccio in tutta Italia fino a Bari

 

PHOTONEWS