Martedì 27 Ottobre 2020 | 07:29

NEWS DALLA SEZIONE

Il commento
Cronaca di una seconda ondata annunciata

Cronaca di una seconda ondata annunciata

 
Il commento
I comandamenti: Papa Francesco e quelle parole sulle unioni civili

I comandamenti: Papa Francesco e quelle parole sulle unioni civili

 
L'editoriale
L’ossessione delle nomine più forte anche delle emergenze

L’ossessione delle nomine più forte anche delle emergenze

 
Il commento
Se con gli eroi si coprono gli errori della politica

Se con gli eroi si coprono gli errori della politica

 
Il commento
Nell’urna il morbo Usa e getta

Nell’urna il morbo Usa e getta

 
L'ANALISI
Sveglia Italia contro il virus che sfugge al controllo

Sveglia Italia contro il virus che sfugge al controllo

 
L'analisi
Incrocio di poteri senza una direzione

Incrocio di poteri senza una direzione

 
L'editoriale
Contributo di solidarietà dai garantiti ai non garantiti

Contributo di solidarietà dai garantiti ai non garantiti

 
La riflessione
Il bello in mascherina di chi getta la maschera

Il bello in mascherina di chi getta la maschera

 
Il commento
Si vince o si perde tutti insieme

Si vince o si perde tutti insieme

 
L'editoriale
La tentazione del premier e il tandem pugliese

La tentazione del premier e il tandem pugliese

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, al San Nicola prima vittoria di stagione: battuto 4-1 il Catania

Bari, al San Nicola prima vittoria di stagione: battuto 4-1 il Catania

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariLa chiusura
Covid, il Dpcm «spegne» Bari: dall'Umbertino a Bari vecchia. Così orso Vittorio Emanuele Video

Covid, il Dpcm «spegne» Bari: dalla città vecchia all'Umbertino a corso Vittorio Emanuele Video

 
FoggiaIl contagio
Rodi, in scuola 25 bimbi e 9 insegnanti positivi. Sindaco: alunni in ottima salute

Rodi, in scuola 25 bimbi e 9 insegnanti positivi. Sindaco: alunni in ottima salute

 
LecceLa manifestazione
Lecce, nuovo Dpcm: tensioni in piazza, forzato cordone Polizia. «Meglio morire di Covid che di fame»

Lecce, nuovo Dpcm: tensioni in piazza, forzato cordone Polizia. «Meglio morire di Covid che di fame»

 
Taranto2 novembre
Taranto, ingressi contingentati al cimitero per la commemorazione dei defunti

Taranto, ingressi contingentati al cimitero per la commemorazione dei defunti

 
PotenzaControlli dei CC
Malfi, in deposito agricolo nascondeva armi e munizioni: arrestato 46enne

Melfi, in deposito agricolo nascondeva armi e munizioni: arrestato 46enne

 
Batl'intervista
Pedopornografia on line, don Fortunato: «Non si abbassi la soglia di attenzione»

Pedopornografia on line, don Fortunato: «Non si abbassi la soglia di attenzione»

 
Materacontrolli della ps
Matera, si affaccia al balcone e spaccia stupefacenti: arrestato pusher 46enne

Matera, si affaccia al balcone e spaccia stupefacenti: arrestato pusher 46enne

 
Brindisiopere pubbliche
Ceglie Messapica, lavori alla torre finalmente ripresi

Ceglie Messapica, lavori alla torre finalmente ripresi

 

i più letti

La riflessione

Giovani talenti di questa terra quanti rimpianti senza impianti

La Puglia è terra di talenti da svezzare, di piccoli fenomeni da coltivare e magari da trattenere

tennis

Il fatto che un manipolo di giovanissime tenniste, tutte nate e cresciute in Puglia sui campi del Circolo Tennis Bari, abbiano messo assieme in breve tempo una serie impressionante di risultati, sfociati poi nella conquista dello scudetto Under 14, suscita un più che legittimo interesse. È chiaro che l’atleta adolescente è una galassia tutta ancora da esplorare, un giovane pianeta da studiare e conquistare. La storia dello sport in generale è densa di fuoriclasse divenuti meteore e di meteore trasformatesi in fuoriclasse.
Ma le «quattro piccole canaglie» baresi che rispondono al nome di Vittoria Paganetti, Daria Raimondo, Greta Bucaria e Rebecca Di Giovannantonio rappresentano un po’ quelle potenzialità nascoste che animano il mondo dello sport pugliese. Da queste parti, insomma, non siamo brutti, sporchi e cattivi come qualcuno vuol dipingerci e in realtà non lo siamo mai stati. La Puglia, al contrario, è un concentrato di potenzialità non ancora espresse in maniera totale. È terra di talenti da svezzare, di piccoli fenomeni da coltivare e magari da trattenere. Nel tennis così come nel nuoto, nel calcio, nella pallavolo e in chissà in quante altre discipline sportive.

Questo piccolo grande risultato è il riassunto a lieto fine della voglia di andare avanti, di non arrendersi davanti alla pandemia.
Ma il tennis ha una fortuna e cioé i circoli. Una struttura, degli impianti. Il che spesso fa la differenza. Il calcio ha la valvola di sfogo nei campi dove allenarsi (non troppi e spesso sovraffolati). Il nuoto, che un po’ ha vissuto il tema della fuga dei talenti (qualcuno, però, continua ad allenarsi qui anche se tesserato per altre società, ma è il male minore) e attende la costruzione di un Centro Federale, se la cava aggrappandosi a piscine che registrano uno storico calo di iscritti.
E poi? L’attacco alla normalità portato avanti con crudeltà dal Coronavirus, ha rivoltato il mondo, anche quello sportivo. Facendo venire alla luce problemi di strutture, problemi di palestre, problemi di rapporti fra il mondo della scuola e lo stesso mondo sportivo. Sono trascorsi tanti mesi, è il momento di compiere dei concreti passi in avanti. Ovviamente con la solita attenzione, ma con lo scopo comune di aiutare il talento a crescere e a migliorarsi. A divertirsi. Se poi arriverà un altro scudettino, di tennis, calcio o altro che sia, la soddisfazione sarà raddoppiata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie