Martedì 09 Agosto 2022 | 17:53

In Puglia e Basilicata

LA DISCIPLINA DELLA BUSSOLA

La Puglia col Gargano capitale mondiale dell'Orienteering

La Puglia col Gargano capitale mondiale dell'Orienteering

Mondiali Orienteering Puglia, la presentazione alla stampa

Dall'8 al 16 luglio 3mila atleti da 40 Paesi alla conquista dei titoli over 35. Un programma ricco di competizioni ed eventi collaterali tra sport e turismo

04 Luglio 2022

Redazione online

La Puglia col Gargano diventa per una settimana abbondante capitale mondiale dell'Orienteering. Oggi a Bari al presentazione della stampa della manifestazione over 35 World Masters Orienteering Championships. La kermesse, organizzata dalla International Orienteering Federation, FISO - Federazione Italiana Sport Orientamento e Comitato organizzatore WMOC in collaborazione con Sport e Salute, Regione Puglia, Pugliapromozione e ASSET Regione Puglia, ha potuto contare su una forte sinergia a livello nazionale e territoriale grazie agli illustri patrocini di Ministero del Turismo e Provincia di Foggia e al lavoro di squadra di 14 Comuni (Vieste, Peschici, Vico del Gargano, Monte Sant’Angelo, San Marco in Lamis, San Giovanni Rotondo, Carpino, Apricena, Rodi Garganico, Cagnano Varano, San Nicandro Garganico, Mattinata, Lesina, Ischitella).

I Wmoc coinvolgeranno oltre 3mila atleti da ben 40 Paesi con una presenza giornaliera prevista nel Gargano di 5mila persone, considerando anche relativi accompagnatori, pari a 50mila complessive nei dieci giorni di permanenza media. Considerando un investimento medio a persona di 100 euro gli organizzatori parlano di un indotto locale sarà pari a 5 milioni di euro, oltre all’enorme valore legato alla promozione del territorio presso un’utenza del centro-nord Europa, provenendo il 50% degli orientisti dai Paesi scandinavi. «La Puglia è una Regione che investe fortemente nello sport – ha dichiarato a margine il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano -. È quindi con particolare emozione che stiamo per accogliere e ospitare il World Masters Orienteering Championships 2022. Il Gargano, tra terra e mare, farà da sfondo alla competizione mondiale che coinvolgerà oltre tremila atleti da tutto il mondo. Sarà una vera e propria Festa dello Sport». 

«Creatività, cooperazione, biodiversità: l’orienteering si propone come una disciplina e una pratica sportiva pienamente dentro lo "spirito del tempo" che stiamo vivendo» ha commentato il vicepresidente della Regione Puglia e assessore allo Sport per Tutti, Raffaele Piemontese. «La Puglia ancora protagonista con gli eventi sportivi – ha sottolineato l’assessore al Turismo della Regione Puglia, Gianfranco Lopane -. Dopo il Campionato italiano di ciclismo su strada, ci prepariamo ad accogliere una manifestazione di portata mondiale nelle meravigliose località e nelle aree protette del Gargano. «Il nostro territorio è orgoglioso di ospitare i World Masters Orienteering Championship 2022 – ha affermato il Presidente della Provincia di Foggia, Nicola Gatta -. Per la Capitanata si tratta di un riconoscimento che contribuisce a celebrare e a rendere onore alle eccellenze ambientali e paesaggistiche di una provincia che, per le sue meravigliose caratteristiche, sembra fatto apposta per l’orienteering».

«La scelta di ospitare i Mondiali di Orienteering – ha affermato il Sindaco di Vieste, Giuseppe Nobiletti - ha un valore strategico per veicolare l’immagine di Vieste e del suo territorio nel circuito delle località di vacanza ad alta attrazione di paesaggio. Considerata la sua valenza sportivo-ambientale, un grande evento come il WMOC 2022 rappresenta la manifestazione ideale per rilanciare e ammodernare la nostra offerta turistica sulla scorta di un paesaggio ricchissimo di attrazioni naturali orientabile anche verso altre tipologie di flussi turistici».

Il calendario delle gare

Ancora una volta la Puglia accoglierà il grande sport con i comuni di Vieste, Peschici, Monte Sant’Angelo e Vico del Gargano capofila del progetto, scelti come location delle gare Sprint in programma il 10 e l’11 luglio. La suggestiva e asimmetrica struttura architettonica dei centri storici nonché gli intricati reticolati di stradine e viuzze costituiranno per gli orientisti sfidanti mappe naturali. Le distanze Middle (13-14 luglio) e Long (16 luglio), invece, avranno luogo a Riserva Falascone e Laghetto d’Umbra nella stupenda Foresta Umbra, patrimonio Unesco. Il polmone verde del Parco Nazionale del Gargano, custode di una storia millenaria a circa 800 metri sopra il livello del mare, presenta un’identità unica nel suo genere a livello tecnico data dalla presenza di faggi su terreno carsico con doline e depressioni.  

La sfida tra i più forti orientisti Over 35 del pianeta

Svezia, Finlandia, Norvegia, Repubblica Ceca e Svizzera le nazioni con il più alto numero di partecipazioni. L’evento vedrà il coinvolgimento nel ruolo di tracciatore del finlandese Janne Salmi, campione del Mondo Sprint 1997, con un oro mondiale in staffetta e tre argenti mondiali nel palmares. Tra gli orientisti partecipanti, una rappresentanza ricca di nomi illustri dalla Svizzera, a partire da Daniel Hubmann, con i suoi 8 ori mondiali in carriera accompagnati da 11 argenti e 9 bronzi, oltre a 5 ori europei. Non passerà inosservato Paolo Beltraminelli, in forza all’ASCO Lugano ma politico nella vita, in gara nella categoria M60 che vanta circa 200 iscritti. Tra gli elvetici a spiccare ci sarà anche Vroni Koenig-Salmi, con un’esperienza di 13 Mondiali con la Nazionale svizzera. È stata prima campionessa del Mondo e poi europea nella distanza Sprint, conquistando altre 2 medaglie d’oro nella staffetta ai Mondiali. Favorita anche Sarah Rollins grazie alle sue 12 partecipazioni da protagonista ai Campionati del Mondo con la maglia della Gran Bretagna.

«L’Orienteering non è solo una gara – ha affermato il presidente e Amministratore Delegato di Sport e Salute, Vito Cozzoli,  - ma è uno sport adatto a tutte le età che può essere praticato anche tutti i giorni per allenarsi, divertirsi all’aria aperta e incontrare la natura». La Federazione Italian Sport Orientamento «è lieta di vedere assegnati i WMOC 2022 alla Puglia – ha dichiarato il presidente Federazione Italiana Sport Orientamento, Sergio Anesi -. La nostra disciplina, da sempre attenta al rispetto dell'ambiente, porterà nella vostra regione una pacifica invasione di concorrenti interessati alla scoperta del territorio e delle sue eccellenze».

«Ci tengo a sottolineare – ha commentato il presidente del Comitato WMOC,  Michele Barbone – l’obiettivo raggiunto che ci siamo posti, sin dai primi giorni, individuando il Gargano e in particolare la Foresta Umbra quale sede di un Centro Federale FISO per lo sviluppo e la promozione dello sport dell’orientamento nel Centro Sud dell’Italia e nei Paesi che si affacciano nel Bacino del Mediterraneo». La partecipazione di oltre 3mila atleti, ha aggiunto il direttore generale del Comitato WMOC, Gabriele Viale, «comporterà la presenza giornaliera in Gargano di 5mila persone, compresi relativi accompagnatori, pari a 50mila complessive nei dieci giorni di permanenza media. Se consideriamo un investimento medio a persona di 100 euro l’indotto locale sarà pari a 5 milioni di euro. I WMOC saranno attivatori per il futuro di un turismo destagionalizzato perché gli atleti ne diventeranno ambasciatori nel mondo, oltre alla promozione del territorio presso un’utenza del centro-nord Europa, provenendo il 50% degli orientisti dai Paesi scandinavi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725