Sabato 21 Maggio 2022 | 10:17

In Puglia e Basilicata

Tutti i dettagli

Il Giro d'Italia arriva in Basilicata: i luoghi, la gara, la festa

Il Giro d'Italia arriva in Basilicata: i luoghi, la gara, la festa

Da Monte Sirino a Potenza: la tappa più dura per gli atleti

06 Maggio 2022

Sandro Maiorella

La lunga attesa è finita. L’edizione numero 105 del Giro d’Italia può finalmente iniziare il suo lungo percorso (ventuno tappe per complessivi 3445 chilometri ) che la porterà da Budapest (sede di partenza della prima tappa) fino all’Arena di Verona ultimo traguardo della corsa «rosa» domenica 29 maggio. Da oggi dunque, si comincia a fare sul serio, a faticare (e sudare) sui pedali, lungo le strade non solo della nostra penisola, con l’unico obiettivo di indossare la mitica e gloriosa maglia «rosa».

Anche la Basilicata avrà uno spazio importante all’interno della più famosa e affascinante kermesse ciclistica del Belpaese. Il prossimo 13 maggio Potenza farà da scenario all’arrivo della settima tappa (la Diamante-Potenza di 196 km). Una tappa che si snoderà quasi totalmente in territorio lucano dal mare di Maratea ai monti dell’Appennino. Un percorso particolarmente impegnativo con un dislivello di tutto rispetto (4510 metri) . «È sicuramente - conferma il delegato regionale della Federciclismo Vincenzo Sileo - la tappa più dura della prima parte del giro. Non una tappa decisiva intendiamoci, per quello si aspettano le grandi montagne, ma di certo una tappa che potrà creare più di un problema agli atleti viste le tante asperità che troveranno sul percorso e magari la condizione non ancora al massimo di molti corridori anche di classifica». Una tappa movimentata dunque, con tante salite da dover affrontare, dopo un inizio pianeggiante ma comunque insidioso. Dopo Maratea infatti si dovrà scalare il passo della Colla che porta a Lauria, dove si dovrà fare i conti con il Monte Sirino, ascesa di 28 chilometri con una pendenza media del 3,5 per cento per proseguire verso Viggiano dove i «girini» dovranno affrontare la «secca» salita della Montagna Grande di Viggiano prima dell’ultima impegnativa ascesa alla Sellata, la montagna cara ai potentini, che poi lancerà tutti verso il capoluogo di regione. «Attraverseremo un pezzo di territorio meraviglioso - spiega Sileo - sia sotto l’aspetto paesaggistico e naturale che storico. Un territorio che merita tanto e che attraverso il Giro potrà essere conosciuto dal grande pubblico ed avere anche delle ricadute a livello turistico ed economico. Speriamo che la spinta del Giro possa essere di stimolo anche al movimento ciclistico lucano molto vivo nelle zone che saranno attraversate dalla carovana». Il finale di tappa avrà come scenario il capoluogo di regione, 11 chilometri nell’anello cittadino con tante sorprese sul percorso di gara. Le strade interessate all'arrivo saranno il nodo complesso del Gallitello, via Vaccaro, corso XVIII Agosto, corso Umberto, via Mazzini, via Ciccotti, via Lazio, via Di Giura, viale Firenze (in direzione piazza Don Bosco e poi piazza Bologna), viale dell'Unicef, galleria Unità d'Italia, via del Gallitello e viale Verrastro, dove è previsto l'arrivo in salita. «Un percorso cittadino per nulla semplice - dice ancora Sileo - soprattutto per atleti che arrivano con 190 chilometri nelle gambe. Salite, discese, rotonde, sono tutte insidie sulle quali fare conto. Bisognerà fare la massima attenzione per non sbagliare. Spero nel coinvolgimento totale della gente, il Giro è una festa popolare, è sempre stato così, Del resto le iniziative poste in campo dal Comitato Tappa nei giorni che precedono l’arrivo sono tantissime e tutti di grande effetto. Serve il contributo di tutti per offrire una bella immagine del territorio e del capoluogo. Una Potenza di “rosa” vestita, che sia la “città del giro” in ogni sua piazza, in ogni sua strada».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 

TARANTO

Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725