Mercoledì 10 Agosto 2022 | 12:31

In Puglia e Basilicata

L'evento

Torna il grande tennis a Barletta, tutto pronto per il challenger Atp

Torna il grande tennis a Barletta, tutto pronto per il challenger Atp

Giulio Zeppieri vincitore dell'edizione 2021

Sono attese grandi firme e giovani talenti al torneo internazionale in programma sulla terra rossa del circolo Simmen dall'11 al 17 aprile

31 Marzo 2022

Michele Piazzolla

BARLETTA - Riecco il torneo internazionale di tennis. L’evento, negli ultimi anni, è stato condizionato dall’emergenza Covid: l’edizione del 2020, annullata; quella del 2021, s’è svolta non nel tradizionale periodo, cioè nella settimana prima di Pasqua, ma è stata spostata ad agosto. Per l’edizione 2022, esattamente la numero 22, si torna all’antico: in campo dall’11 al 17 aprile, con la finale - appunto - la domenica di Pasqua. Si terrà sui campi in «rosso» del Circolo tennis «Hugo Simmen» di via Trani a Barletta. Quest’anno, il challenger Atp vanta un montepremi da 45.730 euro e si propone di rivestire un ruolo strategico della stagione nel passaggio dal «veloce» a quella caratterizzata dalla «terra rossa».

Spiega Enzo Ormas, direttore tecnico del torneo: «Non è un caso se vari tennisti di spessore si siano già iscritti al torneo. Molti di loro sono specialisti della terra rossa e saranno a Barletta per conquistare punti preziosi, necessari a risalire nella classifica dei top cento Atp, dove sono abituati a stazionare. Per questo il livello tecnico del torneo sarà molto alto, tutto a vantaggio dello spettacolo al quale potranno assistere del tutto gratuitamente gli spettatori».

Fra gli iscritti al challenger «made in Barletta», nella colonia francese spicca Corentin Moutet, attualmente numero 111 in classifica, era 65. Ma desta ancor più clamore la presenza del 37enne Gilles Simon (attuale 139), ex numero 6 al mondo, tredici anni fa, e vincitore di 14 titoli Atp. Nel main draw da segnalare l’argentino Juan Manuel Cerundolo (attuale 122), numero 79 fino allo scorso gennaio.

Fra gli italiani, occhi puntati su Salvatore Caruso (attuale 156), al 76mo fino ad un anno e mezzo fa. E poi c’è il biscegliese Andrea Pellegrino (n.196), quindi Franco Agamennone (n.169) e Flavio Cobolli (n.165) finalista lo scorso anno a Barletta.
Per gli organizzatori, la curiosità e l’interesse dell’edizione 2022 sarà trovare il successore di Giulio Zeppieri, ultimo vincitore del challenger barlettano, che nel suo palmares annovera anche il successo dell'allora 18enne Rafa Nadal. L’evento è organizzato dall’associazione «Ad Sport» di Barletta. Infine si rinnova la collaborazione con la Federazione Italiana Tennis e spazio ai giovani talenti nazionali del momento attraverso le wild card.
Michele Piazzolla

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725