Venerdì 22 Marzo 2019 | 19:23

Il Biancorosso

IL REBUS
Come sostituire Hamlili?Le soluzioni di Cornacchini

Come sostituire Hamlili?
Le soluzioni di Cornacchini

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiFino al 25 marzo
Brindisi, atti vandalici in scuola media: resterà chiusa per 4 giorni

Brindisi, atti vandalici in scuola media: resterà chiusa per 4 giorni

 
HomeLa foto
Scritta shock contro il vicepremier a Lecce: «Non sparare a Salve, spara a Salvini»

Scritta shock contro il vicepremier a Lecce: «Non sparare a salve, spara a Salvini»

 
FoggiaDopo i servizi di «Striscia»
Deliceto, percolato della discarica nel fiume: accuse di Regione e Ager

Deliceto, percolato della discarica nel fiume: accuse di Regione e Ager, violato il contratto

 
BariAmbiente
Sacchetti rifiuti, in 5 comuni baresi ritiro anche con tessera sanitaria

Sacchetti rifiuti, in 5 comuni baresi si ritireranno con tessera sanitaria

 
TarantoIl siderurgico
Taranto, Arcelor Mittal condannata per comportamento antisindacale

Taranto, Arcelor Mittal condannata per comportamento antisindacale. Borraccino: «Sentenza storica»

 
PotenzaEnergia e polemiche
Basilicata, un colpo di coda sull’eolico raddoppiata la potenza

Basilicata, un colpo di coda sull’eolico raddoppiata la potenza

 
BatIl caso
Andria, vertenza Villa Gaia accuse e polemiche a colpi di carte bollate

Andria, vertenza Villa Gaia accuse e polemiche a colpi di carte bollate

 

oltre 500 chilometri

Acquedotto, una storia da scoprire pedalando

Da Caposele a Leuca, la «cicloesplorazione» di Roberto Guido

La forma e la forza dell’acqua e l’ingegno senza tempo dell’uomo. È la storia dell’Acquedotto Pugliese, realizzato tra il 1906 e il 1939, raccontata ora in maniera del tutto inedita, nella guida cicloturistica Ciclovia dell’Acquedotto Pugliese. Cicloesplorazione da Caposele a Leuca di Roberto Guido, pubblicata da Ediciclo Editore. La Ciclovia dell’Acquedotto Pugliese è stata inserita tra le quattro ciclovie di priorità nazionale finanziate dalla Legge di Stabilità 2016, un progetto che vede la Regione Puglia capofila nell’attuazione del protocollo d’intesa sottoscritto tra le Regioni coinvolte e i Ministeri dei Trasporti e dei Beni culturali. Si tratta di una ciclovia turistica di oltre 500 chilometri, che va dalle sorgenti di Caposele, in Basilicata, fino alla cascata monumentale di Santa Maria di Leuca, attraversando Alta Irpinia, Vulture, Alta Murgia, Valle d’Itria, terra d’Arneo e Salento.

Del volume si parlerà questa sera a Bari, nella libreria Laterza, e con l’autore saranno, Cosimo Chiffi, portavoce del Coordinamento dal Basso per la Ciclovia dell’Acquedotto Pugliese, e Giuseppe Dimunno, coordinatore Fiab di Puglia e Basilicata, introdotti dalla giornalista Maria Grazia Lombardi (ore 18.30).

Roberto Guido, giornalista, cicloesploratore per passione, è esponente del Coordinamento dal Basso per la Ciclovia dell’Acquedotto Pugliese, che ha richiamato l’attenzione su questo straordinario itinerario narrativo, contribuendo in maniera determinante a farlo diventare una delle quattro Ciclovie di priorità nazionale.

Guido, lei ha pedalato per 500 chilometri seguendo il percorso dell’Acquedotto pugliese. Perché ha voluto affrontare un viaggio così insolito?

«È un piccolo sogno che si realizza. Tra il 2015 e il 2016, con altri compagni di viaggio, ho percorso questi 500 chilometri con la consapevolezza di vivere una grande esperienza. Non siamo al cospetto di una ciclovia perfetta, come quelle del Nord Europa, ma si tratta di un percorso d’avventura che attraversa luoghi bellissimi, la maggior parte dei quali considerati fino a ieri aree depresse, e oggi invece, grazie all’avvento del turismo slow, esperenziale, vengono finalmente valorizzati. Pensiamo infatti a borghi come quello di Calitri, in provincia di Avellino, dove da qualche anno centinaia di persone arrivano per lo “Sponz Fest” di Vinicio Capossela, o ancora, il Vulture, l’Alta Murgia, il Basso Salento, dove ci sono posti non toccati ancora dall’urbanizzazione selvaggia. Il percorso che possiamo fare oggi racconta delle visioni lungimiranti di uomini come l’ingegnere Camillo Rosalba, che già a fine ‘800 intuì come poteva cambiare il volto del Mezzogiorno d’Italia, e dopo di Matteo Renato Imbriani, e delle sue battaglie per strappare questo Sud alla sete».

Nelle sue tappe qual è stato il momento più emozionante?

«I momenti sono stati tantissimi, ma dovendone citare uno posso senz’altro dire che è stato quando nel bel mezzo del bosco di Bucito, in Basilicata, si è improvvisamente aperta una radura e lì c’era una stele, illuminata da un raggio di sole, con inciso il nome di un operaio morto durante la realizzazione di quel tratto dell’acquedotto, nel 1912. Giuseppe Lo Pomo, si chiamava, e su quella lapide ci sono ancora fiori».

A puntellare il percorso ci sono anche tante strutture espressione di archeologia industriale.

«Sì, è proprio questa la sua peculiarità. Dagli impianti delle sorgenti di Caposele, fino alle cascate monumentali di Leuca, c’è tutta la storia dell’Acquedotto pugliese che è anche la storia della nostra regione. Si pedala non solo nella natura, ma anche nella storia, attraverso un paesaggio non fermo ma vivo, dove incontriamo anche ponti, canali, edifici di ispezione, testimonianza di quanto complessa e avveniristica sia stata l’opera, e che la guida ripercorre in un itinerario narrativo in cui la natura si fonde con l’opera dell’uomo e crea bellezza».

Il tracciato cicloturistico però non è ancora completato.

«No, siamo nella fase in cui il Ministero ha assegnato i fondi e le Regioni hanno emanato il bando per la realizzazione, ma noi riteniamo che sia possibile percorrerlo anche oggi, quindi si tratta burocraticamente di un progetto tutto in divenire, ma il percorso è possibile».

Maria Grazia Rongo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Palmese - Bari: il punto con La Voce Biancorossa

Palmese - Bari: il punto con La Voce Biancorossa

 
Molfetta, vendeva in casa abbigliamento «tarocco»: fermato falsario

Molfetta, vendeva in casa abbigliamento «tarocco»: fermato falsario

 
Graffitaro imbratta 25 pareti a Cisternino, anche pubbliche: denunciato

Graffitaro imbratta 25 pareti a Cisternino, anche pubbliche: denunciato

 
Emiliano a manifestazione Libera: «Lottiamo con i ragazzi»

Marcia Libera, Emiliano a Brindisi «Approvata legge pugliese sulla legalità» VD

 
Gentiloni a Matera per sostenere Trerotola: «Pd ha ritrovato l'unità»

Gentiloni a Matera per sostenere Trerotola: «Pd ha ritrovato l'unità»

 
Matera, protesta lavoratori all'azienda sanitaria locale: «Giù le mani dai nostri soldi»

Matera, protesta lavoratori all'azienda sanitaria locale: «Giù le mani dai nostri soldi»

 
Coralli nei fondali di Monopoli, ecco le nuove immagini: è il primo caso nel Mediterraneo

Coralli nei fondali di Monopoli, ecco le nuove immagini: è il primo caso nel Mediterraneo

 
Emiliano a Carpino per inaugurare nuovo ponte dopo dissesto idrogeologico

Emiliano a Carpino per inaugurare nuovo ponte dopo dissesto idrogeologico

 
Melfi, Salvini a contestatori: «Siete 10 sfigati, partigiani si rivolterebbero nella tomba»

Melfi, Salvini a contestatori: «Siete 10 sfigati, partigiani si rivolterebbero nella tomba»