Martedì 01 Dicembre 2020 | 04:33

Il Biancorosso

L'ultimo saluto
Bari, addio a Michele Giura: ex ad del Bari e revisore dei conti della Figc

Bari, addio a Michele Giura: ex ad del Bari e revisore dei conti della Figc

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaLa classifica
Qualità della vita in Italia, Potenza è 41esima: il plauso di Salvini

Qualità della vita in Italia, Potenza è 41esima: il plauso di Salvini

 
Bari5° edizione
Bari, domani l'ultimo panel del Forum delle giornaliste del Mediterraneo

Bari, domani l'ultimo panel del Forum delle giornaliste del Mediterraneo

 
FoggiaLa novità
Foggia, al Riuniti un team multidisciplinare per trattamento degli aneurismi cerebrali

Foggia, al Riuniti un team multidisciplinare per trattamento degli aneurismi cerebrali

 
LecceIl ritrovamento
Salento, è stata ritrovata l'asinella Grisonda rubata qualche giorno fa

Salento, è stata ritrovata l'asinella Grisonda rubata qualche giorno fa

 
Tarantoil commento
Covid 19, il sindaco di Taranto: «Restrizioni efficaci, no al liberi tutti»

Covid 19, il sindaco di Taranto: «Restrizioni efficaci, no al liberi tutti»

 
BrindisiIl caso
Brindisi, porto e terminale gas: lettera a Conte e ai ministri

Brindisi, porto e terminale gas: lettera a Conte e ai ministri

 
Materasanità
Matera, sindacati si schierano in difesa dell'soedale

Matera, sindacati si schierano in difesa dell'ospedale. Regione: «Sì a tavolo permanente»

 
BatL'episodio
Barletta chiusura cimitero, insulti e minacce al sindaco: solidarietà a Cannito

Barletta chiusura cimitero, insulti e minacce al sindaco: solidarietà a Cannito

 

i più letti

Con il contributo di Maiora

Despar Centro sud punta sulla sostenibilità: è l'investimento del futuro

Punto di riferimento durante la pandemia, Maiora, concessionaria del marchio Despar per il Centro-Sud, ha inserito nel piano di sviluppo triennale investimenti importanti nella sostenibilità, nella formazione del personale e nel welfare. Le scelte aziendali sono state presentate con il secondo Bilancio di Sostenibilità.

Despar Centro sud punta sulla sostenibilità: è l'investimento del futuro

Attenzione, concretezza e coerenza. Sono i capisaldi con i quali Despar Centro-Sud, realtà della Grande distribuzione organizzata in netta ascesa nel Mezzogiorno d’Italia, ha garantito alle comunità in cui opera la certezza di un punto fermo, attraverso i suoi prodotti e i suoi servizi, anche durante i momenti più critici dell’emergenza sanitaria.

Una rete fatta di 472 punti vendita e di oltre 2.000 collaboratori che non si sono mai fermati, offrendo un contributo prezioso al territorio. Ma è già tempo di guardare avanti e a ciò che la pandemia lascerà in eredità: l’esigenza di progettare il futuro di ogni singolo individuo con nuovi criteri, nuove priorità. Con questo auspicio e con direttive ben precise prosegue il percorso di Maiora, che nel piano di sviluppo triennale ha destinato ingenti investimenti allo sviluppo della sua forte identità sostenibile.

La sostenibilità economica, ambientale e sociale è alla base del Bilancio di Sostenibilità 2019 di recente pubblicato, che ha l’obiettivo di comunicare in maniera trasparente a tutti gli stakeholder il legame fra i valori, le strategie e le performance ed i relativi impatti economici, sociali e ambientali.

«Il 2019 rischia di essere ricordato come l’ultimo anno di un’epoca ormai tramontata definitivamente – spiega Pippo Cannillo – Presidente e amministratore delegato di Maiora – ma sebbene durante lo scorso anno non vi fosse alcun segnale che lasciasse presagire cosa sarebbe successo nel 2020, abbiamo continuato ad impegnarci per migliorare l’efficienza dei processi ed elevare la qualità dei servizi offerti ai nostri clienti».

«Da convinto sostenitore della salvaguardia del nostro ambiente (la mia famiglia sostiene da oltre 30 anni importanti associazioni nazionali ed internazionali) - prosegue -, ho voluto con forza indirizzare le nostre scelte di business affinché avessero un impatto positivo sulla Comunità». 

 

I prodotti a marchio Despar, sono una garanzia per i consumatori circa la provenienza, la tracciabilità delle filiere (il marchio Passo dopo Passo), e il ridotto impatto ambientale (il marchio Scelta Verde). Con la stessa attenzione al territorio, Maiora investe nei fornitori del Sud Italia (43% del totale), garantendo la crescita del tessuto agricolo e industriale coinvolto in una vera e propria filiera corta.

Uno degli aspetti sui quali Maiora ha puntato è la Logistica Sostenibile, impegnandosi ad adeguare i processi e sistemi di gestione delle flotte (in ambito distributivo) e dello stoccaggio delle merci (in ambito intra-logistico) con l’obiettivo di trovare l’equilibrio “economico” ed “ecologico” che permetta all’azienda di crescere in numeri senza pesare eccessivamente sull’ambiente, favorendo l’ottimizzazione delle risorse e una particolare attenzione al riciclo.

Attenzioni e investimenti che hanno consentito alla Maiora di ottenere l’ambita certificazione ambientale ISO14001.

CANNILLO: L'ATTENZIONE AL PERSONALE

Non mancano le attenzioni verso la forza lavoro, vero motore del successo aziendale. La formazione tecnica del personale assunto nei supermercati è stata potenziata nel corso del 2019 attraverso la Scuola dei Mestieri dell’Accademia Despar: i corsi sono stati erogati ad oltre 800 addetti, per un totale di 3.900 ore formative. I percorsi formativi sono stati dedicati prioritariamente ai reparti freschi: macelleria, ortofrutta, salumi e formaggi. Non solo formazione tecnica, ma anche attenzione ai valori aziendali, al pari di una grande famiglia.

Da un’analisi interna tesa a definire il profilo, le caratteristiche e i bisogni dei propri lavoratori, è nato il progetto “Maiora, un’azienda a misura di famiglia”, dedicato alle famiglie dei propri collaboratori per accompagnarle e sostenerle nel tempo: dal matrimonio alla maternità e paternità responsabile, fino alla crescita culturale dei figli oltre che servizi a tutela della salute e al benessere dell’intera popolazione aziendale.

«Lo sforzo continuo profuso in questi anni – conclude Pippo Cannillo - è stato ripagato con risultati di bilancio ancora in crescita, sia dal punto di vista economico/finanziario che di sostenibilità. La Responsabilità Sociale per noi è l’insieme di tutti i piccoli e grandi progetti in cui siamo impegnati, ogni giorno, per i nostri clienti, collaboratori e fornitori. E’ il momento per tutti di investire in sostenibilità».

PUNTI VENDITA ALL’AVANGUARDIA E PIU’ SOSTENIBILI

Il riammodernamento della rete ha previsto numerosi interventi per una importante riduzione dell’impatto ambientale. Più tecnologia, più rispetto per l’ambiente. E’ questo l’orientamento voluto da Maiora nel piano di riammodernamento della propria rete, tra cui spiccano le recentissime riaperture in Calabria, a Scalea e Lamezia Terme e in Abruzzo, a Silvi Marina.

L’impiego della tecnologia per favorire la sostenibilità ha contribuito a digitalizzare le normali mansioni all’interno dei punti vendita: tra queste, spiccano le etichette elettroniche, che garantiscono una più esatta comunicazione digitale dei prezzi dei prodotti riducendo notevolmente la produzione di carta, nonché il margine di errore nel passaggio degli articoli dallo scaffale alla cassa. 

Le ristrutturazioni prevedono l’installazione di impianti del freddo alimentare a Co2: una tecnologia di refrigerazione di ultima generazione, finalizzata all’ottenimento di efficienze maggiori e minori costi energetici, con elevati standard di affidabilità e sicurezza. I restyling si completano con i nuovi impianti di illuminazione con tecnologia a Led.

DESPAR CENTRO-SUD CON LEGAMBIENTE PER LA XXVIII EDIZIONE DI PULIAMO IL MONDO

Despar Centro-Sud ha rinnovato il proprio impegno in favore della sostenibilità e del rispetto dell’ambiente aderendo alla XXVIII edizione di “Puliamo il Mondo”, edizione italiana di Clean up the World, organizzata da Legambiente nei weekend del 25-27 settembre e 03 -04 ottobre 2020 in tutta Italia.

Despar Centro-Sud, attraverso il coinvolgimento dei propri dipendenti e mediante una campagna di sensibilizzazione nei confronti dei clienti dei propri punti vendita ha presidiato 12 Comuni, divisi tra Puglia (Barletta, Corato, Trani e Giovinazzo), Basilicata (Policoro), Calabria (Reggio Calabria, Belvedere, Scalea, Vibo Valentia), Campania (Marigliano) e Abruzzo (Pescara, Silvi Marina), nei quali si sono svolte azioni di cittadinanza attiva finalizzate a ripulire anche le spiagge, oltre ai tradizionali spazi urbani  (piazze, strade, vie, aree verdi, giardini), per evidenziare come la grande emergenza dei rifiuti in mare dipenda dalle abitudini e modelli di produzione e consumo sulla terraferma. 

L’ultima edizione di Puliamo il Mondo 2019 ha visto il coinvolgimento di oltre 700mila volontari in tutta Italia, oltre 1.600 Comuni protagonisti, 38 associazioni laiche e cattoliche e la Rappresentanza in Italia della Commissione europea.

«La tutela dell’ambiente è per noi una sfida quotidiana - ha spiegato Pippo Cannillo, Presidente e Amministratore Delegato di Despar Centro-Sud - il risparmio energetico, l’ottimizzazione delle risorse e l’attenzione al riciclo sono parte integrante del nostro modo di essere e di fare impresa. Puliamo il Mondo rappresenta per noi una tappa di questo percorso virtuoso, racchiuso nel nostro secondo Bilancio di Sostenibilità da poco pubblicato».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie