Lunedì 01 Giugno 2020 | 11:04

NEWS DALLA SEZIONE

Il Biancorosso

Serie C
Bari, servirà un’estate di fuoco. I playoff con tante mine vaganti

Bari, servirà un’estate di fuoco. I play-off con tante mine vaganti

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariCassa integrazione
Bari, l’Inps accelera boccata d’ossigeno per i lavoratori

Bari, l’Inps accelera: boccata d’ossigeno per i lavoratori

 
PotenzaVIOLENZA
Lagonegro, tentò di violentare la figlia dell'amante, condannato

Lagonegro, tentò di violentare la figlia dell'amante, condannato

 
BrindisiFASE 2
Brindisi, contrordine, ordinanza sospesa: locali aperti anche dopo mezzanotte

Brindisi, contrordine, ordinanza sospesa: locali aperti anche dopo mezzanotte

 
LecceIL DIBATTITO
Lecce, su rete 5g esperti al lavoro

Lecce, su rete 5g esperti al lavoro

 
BatLA PROTESTA
Borgovilla, ancora chiuso il mercato settimanale

Barletta Borgovilla, ancora chiuso il mercato settimanale

 
MateraArte
Fase 2 a Matera, riaprono i siti delle chiese rupestri nei Sassi

Fase 2 a Matera, riaprono i siti delle chiese rupestri nei Sassi

 
TarantoIl siderurgico
Arcelor Mittal, parlamentari M5s: «Chiarire rinvio prescrizione Aia»

Arcelor Mittal, parlamentari M5s: «Chiarire rinvio prescrizione Aia»

 

i più letti

L'avvistamento

La danza dei capodogli nel Golfo di Taranto: è il quarto avvistamento in un anno

A darne notizia è la Jonian dolphin conservation che ha avvistato lo scorso 17 agosto ben quattro esemplari durante una delle escursioni

TARANTO - I capodogli tornano a popolare il Golfo di Taranto: si tratta del quarto avvistamento in un anno. A darne notizia è la Jonian dolphin conservation che ha beccato lo scorso 17 agosto questi magnifici quattro cetacei durante una delle escursioni, con turisti e bambini, a bordo di uno dei catamarani dell'associazione dedita alla ricerca.

L'avvistamento conferma la presenza stabile di colonie di questi grandi esemplari nelle acque dello Ionio. «I capodogli -  spiegano su Facebook i ricercatori della Jonian - utilizzano la ecolocazione per individuare le loro prede e, proprio l'inquinamento acustico, può essere una grande minaccia per la loro, già precaria, sopravvivenza. Questa è la nostra missione. Osservare, con rispetto, raccogliendo dati scientifici utili alla tutela delle specie di cetacei del Golfo di Taranto, proteggendo così, l'intero bacino».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie