Martedì 04 Ottobre 2022 | 02:08

In Puglia e Basilicata

#VinciamoNoi

Coronavirus, abito Pignatelli per Achille Lauro all'asta web

Lo smoking realizzato da Carlo Pignatelli e indossato da Achille Lauro a Sanremo 2019 viene messo all'asta online come simbolo dell’impegno contro il Coronavirus

20 Marzo 2020

CORONAVIRUS - Lo smoking bianco realizzato dalla maison Carlo Pignatelli e indossato da Achille Lauro a Sanremo 2019 viene messo all’asta online come simbolo dell’impegno dello stilista torinese contro il Coronavirus. Pignatelli fa sapere in una nota che bisogna essere «Tutti uniti nella lotta contro il Covid-19 e nel sostegno alle strutture sanitarie che lo combattono in prima linea e stanno affrontando un’emergenza senza precedenti: un impegno al quale ogni singolo cittadino è chiamato a dare il suo contributo» e al quale lo stilista torinese non ha fatto mancare il suo. Per farlo ha aderito all’asta organizzata da Charity Stars con la campagna #VinciamoNoi nata per raccogliere fondi da destinare al sistema sanitario nazionale per la creazione di posti in terapia intensiva, per finanziare l’acquisto di apparecchiature di ventilazione e per fornire concrete risorse alle unità di soccorso impegnate nell’emergenza quotidiana. Pignatelli ha scelto di mettere all’asta, che ha inizio il 19 marzo e terminerà il 1 aprile, il total look indossato da Achille Lauro sul palco del Festival di Sanremo nel 2019: uno smoking in luminoso shantung di seta bianco, in pendant con il gilet doppiopetto e la camicia in raso di seta con le punte sfilate.

La campagna #Vinciamonoi promossa da Charity Stars si propone di supportare quattro grandi realtà italiane che si sono distinte nell’impegno a fronteggiare l’emergenza coronavirus: Croce Rossa Italiana, Ospedale Luigi Sacco di Milano, Ospedale Spallanzani di Roma e Policlinico San Matteo di Pavia. Data la rapidità con cui evolve la situazione sanitaria odierna e il repentino mutare delle esigenze medico-sanitarie, non si esclude che i fondi raccolti tramite la campagna debbano essere diversamente allocati dagli enti beneficiari. Sarà quindi loro facoltà indirizzare l’uso dei fondi verso la finalità che riterranno più appropriata, fermo restando il principio di trasparenza e di rendicontazione che permetterà la totale tracciabilità dei fondi raccolti mediante questa campagna e destinati a fronteggiare l’emergenza coronavirus.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725