Mercoledì 19 Dicembre 2018 | 00:23

gay pride

Un'onda arcobaleno invade Barletta contro tutti i pregiudizi

L’evento, che si era tenuto in città già cinque anni fa, è organizzato, fra gli altri, dall’Arcigay bat «Le mine vaganti», dai centri Anti violenza di Barletta e Trani e da altre associazioni, contro tutti i pregiudizi

Colorata, allegra, un'onda arcobaleno invade Barletta, il gay pride sfila per le strade e sotto lo sguardo di Eraclio. Madrina Vladimir Luxuria che non ha mancato l'occasione per lanciare una stilettata al neo ministro della famiglia. «Caro ministro tu sei Fontana ma noi siamo marea!», ha sottolineato dalla Puglia la madrina del Barletta Pride. Oltre un migliaio di persone sono partite dal lungomare Mennea di Barletta per sfilare nel centro della città, chiuso al traffico e affollato da cittadini oltre che dai manifestanti.
L’evento, che si era tenuto in città già cinque anni fa, è organizzato, fra gli altri, dall’Arcigay bat «Le mine vaganti», dai centri Anti violenza di Barletta e Trani e da altre associazioni.
«Barletta è una città senza pregiudizi e auguro a tutti la buona riuscita di questa manifestazione», ha detto il neo sindaco Cosimo Cannito in un messaggio inviato agli organizzatori che ha incontrato nei giorni scorsi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400