Lunedì 22 Ottobre 2018 | 22:28

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

Rinati liberi, dall'Osservatorio di Bitetto di nuovo verso la natura

È la prima liberazione dell'anno e gli appassionati e due scolaresche presenti hanno potuto ammirare falchi grillai, gheppi, poiane, gufi, civette e i due ricci

Accolti feriti o in difficoltà oggi rinascono a nuova vita tornando liberi. È stata una mattina di festa all'Osservatorio faunistico regionale di Bitetto dove sono stati liberati alcuni esemplari di uccelli e due ricci di terra che sono stati ospitati e curati nella struttura nel corso dell'inverno.

È la prima liberazione dell'anno e gli appassionati e due scolaresche presenti hanno potuto ammirare falchi grillai, gheppi, poiane, gufi, civette e i due ricci curati dai veterinari del Dipartimento di Veterinaria dell'Università di Bari.

L'Osservatorio regionale è un'oasi speciale, un autentico fiore all'occhiello nella cura dei rapaci e non solo a livello nazionale. La scorsa estate grazie ad un protocollo d'intesa il centro rimase aperto tutti i giorni accogliendo oltre 2.000 animali selvatici che associazioni o gente comune trovava in difficoltà. Sarebbe bello bissare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400