Mercoledì 01 Aprile 2020 | 20:23

NEWS DALLA SEZIONE

emergenza coronavirus
Bari, alla Mater Dei mascherine «Andrà tutto bene» alle partorienti

Bari, alla Mater Dei mascherine «Andrà tutto bene» alle partorienti

 
nel barese
Rogo ad Adelfia, gli studenti mandano videomessaggio al sindaco

Rogo ad Adelfia, gli studenti mandano videomessaggio al sindaco

 
acquaviva delle fonti
Miulli, dimesso primo paziente Covid: uscita da «star», salutato con gli applausi

Miulli, dimesso primo paziente Covid: uscita da «star», salutato con gli applausi

 
il gesto
Coronavirus, rappresentante Senato Accademico UniBa devolve il compenso di un anno di lavoro per l'emergenza sanitaria

Coronavirus, rappresentante Senato Accademico UniBa devolve il compenso di un anno di lavoro per l'emergenza sanitaria

 
l'intervista all’arcivescovo
«Senza fedeli sarà una Pasqua dolorosa»: parla il vescovo di Bari

«Senza fedeli sarà una Pasqua dolorosa»: parla il vescovo di Bari

 
l'emergenza
«Smart working» anche nel sesso: ora le escort fanno affari sul web

«Smart working» anche nel sesso: ora le escort fanno affari sul web

 
la testimonianza
«Bloccata in Spagna dall’Erasmus»: la storia di una studentessa di Gioia del Colle

«Bloccata in Spagna dall’Erasmus»: la storia di una studentessa di Gioia del Colle

 
nel Barese
Putignano, 700 grammi di eroina in camera da letto: arrestato

Putignano, 700 grammi di eroina in camera da letto: arrestato

 
nel Barese
Bitritto, fiamme in ristorante in contrada San Giovanni: indagano i cc

Bitritto, fiamme in ristorante in contrada San Giovanni: indagano i cc

 
La solidarietà
Bari, la «spesa sospesa» in 7 supermercati cittadini: come aiutare chi ha bisogno

Bari, la «spesa sospesa» in 7 supermercati cittadini: come aiutare chi ha bisogno

 

Il Biancorosso

l'annuncio
Comune Bari stanzia 3,6mln per manutenzione stadio San Nicola

Comune Bari stanzia 3,6mln per manutenzione stadio San Nicola

 

NEWS DALLE PROVINCE

Potenzaemergenza coronavirus
Scuola didattica a distanza: oltre un milione per la Basilicata

Scuola didattica a distanza: oltre un milione per la Basilicata

 
Bariemergenza coronavirus
Bari, alla Mater Dei mascherine «Andrà tutto bene» alle partorienti

Bari, alla Mater Dei mascherine «Andrà tutto bene» alle partorienti

 
Materasolidarietà
Matera, 5mila mascherine donate all'ospedale Madonna delle Grazie

Matera, 5mila mascherine donate all'ospedale Madonna delle Grazie

 
Tarantola segnalazione
Mittal Taranto, «gravi carenze igieniche in Acciaieria»

Mittal Taranto, «gravi carenze igieniche in Acciaieria»

 
Foggiaraid
Foggia: bomba contro centro anziani, danni. Secondo attentato in tre mesi

Foggia: bomba contro Rsa. Secondo attentato in tre mesi
La gente dai balconi: «Basta mafia»

 
Batuniversità
Come cambia lo stile di vita al tempo del Covid-19? La risposta in una tesi di Laurea di un barlettano

Come cambia lo stile di vita al tempo del Covid-19? La risposta in una tesi di Laurea di un barlettano

 
Brindisia mesagne
Sacra Corona Unita: pentito si suicida in località protetta del Brindisino

Sacra Corona Unita: pentito si suicida in località protetta del Brindisino

 
Leccel'operazione
Lecce, cc arrestano in flagrante giovane con marijuana e 395 euro in contanti

Lecce, cc arrestano in flagrante giovane con marijuana e 395 euro in contanti

 

i più letti

la visita

Bari, messa nella cripta con cardinale Bassetti, Emiliano: «Scelti come luogo di dialogo»

In apertura dell’incontro "Mediterraneo, frontiera di pace", che si concluderà domenica con la visita di Papa Francesco a Bari e del presidente della Repubblica Sergio Mattarella

«Siamo emozionatissimi e felicissimi. Si sta compiendo una profezia, di cui si parlerà in questo sinodo di vescovi. Tanti anni fa Papa Giovanni Paolo II quando venne qui a Bari affidò un compito alla città e alla regione: quello di essere il luogo dove costruire il dialogo ecumenico e anche interreligioso tra tutte le genti del Mediterraneo. Piano piano siamo arrivati a questo evento e la giornata del 23 febbraio sarà qualcosa di straordinario: non so quante volte il presidente della Repubblica e il Papa si siano incontrati fuori da Roma». Lo ha detto il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, che con il sindaco di Bari, Antonio Decaro, ha partecipato alla messa concelebrata nella cripta della Cattedrale di Bari, alla presenza del cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Cei, in apertura dell’incontro "Mediterraneo, frontiera di pace», che si concluderà domenica con la visita di Papa Francesco a Bari e del presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

CACUCCI: RIFLESSIONE SULLA NECESSITA' DELLA PACE - «In questo grande lago di Tiberiade, come lo chiamava La Pira, il Mediterraneo, oggi i conflitti si sono moltiplicati, con guerre che ci sembrano molto lontane ma che poi verifichiamo negli effetti attraverso questi tanti che sono costretti a fuggire e vengono da noi. Quindi il Mediterraneo diventa il luogo nel quale noi abbiamo bisogno di riflettere sulla necessità della pace, soprattutto con un confronto da parte dei pastori di quelle chiese che si affacciano lungo questo grande mare». Lo ha detto monsignor Francesco Cacucci, vescovo di Bari-Bitonto,dopo la messa concelebrata nella cripta della Cattedrale di Bari, alla presenza del cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Cei, che ha aperto la cinque giorni dedicata all’incontro "Mediterraneo, frontiera di pace».

LE PAROLE DEL CARDINALE BASSETTI - «Nel Padre Nostro ho chiesto al Signore che tutti coloro che vivono sulle rive di questo immenso lago di Tiberiade allargato possano chiamare l’unico Dio come padre e questo sarebbe già un segno di pace». Lo ha detto il cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Cei,dopo la messa concelebrata nella cripta della Cattedrale di Bari nella giornata di apertura del'incontro di riflessione e spiritualità "Mediterraneo, frontiera di pace», che da oggi riunisce 60 vescovi provenienti da 20 Paesi del Mediterraneo e che culminerà domenica con la messa di Papa Francesco.
«Tutte e tre le religioni che nascono dal seme di Abramo, la religione ebraica, la religione cristiana e musulmana - ha aggiunto Bassetti - hanno questa concezione di Dio padre, di Dio provvidenza, di Dio misericordioso. Basterebbe che entrasse nel cuore questo insegnamento profondo e fosse messo in pratica e sarebbe la pace non solo nel Mediterraneo ma su tutto il mondo».
Bassetti ha poi spiegato la scelta di organizzare questo evento a Bari. «La figura di San Nicola - ha detto - ci riporta a tutto l’Oriente. Bari anche per la sua civiltà è il baricentro del Mediterraneo. Avevamo fatto anche valutazioni diverse di altre città, per esempio Palermo, Roma, Firenze, Venezia, poi abbiamo deciso Bari».

«Siamo qui per riscoprire il significato di una comune appartenenza al Mediterraneo, quindi per attingere alla bellezza e alla forza della comunione fraterna, e per mettere a fuoco una profezia di unità. Il Mediterraneo non è solo bellezza generata dall’incontro delle diversità, ma anche violenza che esplode a causa dell’incapacità di comporre i giochi di potere, gli interessi contrapposti e le paure che queste stesse diversità possono alimentare». Lo ha detto cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Cei, in apertura dei lavori nel Castello Svevo di Bari dell’incontro 'Mediterraneo frontiera di pacè.
«In prossimità del porto e della cattedrale, quindi del mare e della terra, questo castello - ha detto - testimonia che il Vangelo non giunge da alcuna parte se non incontrando la vita di persone concrete, col loro vissuto di lingue e culture, di attese e speranze. Nessuna cattedrale esisterebbe senza 'portì, nemmeno nell’Europa continentale». «La peculiarità di questo ritrovarci - ha continuato - è quella di esprimere il nostro modo più autentico di vivere ed essere Chiesa, che dà voce alle difficoltà e alle domande dei popoli che si affacciano sul Mediterraneo, in un momento che per tanti di loro è davvero drammatico. Si tratta di un incontro fraterno, tappa di un percorso più ampio; un’iniziativa che ci chiama ad accogliere quanto lo Spirito Santo saprà suscitare in un confronto e in una discussione che, ne siamo certi, avverrà con franchezza». "Siamo qui - ha concluso - per ascoltarci e porgere al Santo Padre Francesco quanto sarà emerso dallo scambio fraterno, nella speranza che il cammino intrapreso continui e si rafforzi».

«La comune appartenenza mediterranea delle nostre Chiese e la ricchezza delle nostre tradizioni ci indicano, nel rispetto e nella valorizzazione delle diversità, una vocazione comune che ci rimanda all’essere profondo della Chiesa». E’ un passaggio della relazione del presidente della Cei, cardinale Gualtiero Bassetti, letta in apertura dei lavori dell’incontro 'Mediterraneo frontiera di pacè in corso a Bari fino a domenica.
Per il cardinale Bassetti questa «comune vocazione» significa "essere Chiese che ritornano costantemente alle sorgenti della fede, per trasmettere ai giovani e alle future generazioni la bellezza e la gioia del Risorto; essere Chiese delle beatitudini, attente a far germinare una nuova cultura del Mediterraneo, che non può che essere cultura dell’incontro e dell’accoglienza, pena il disordine incontrollato, l'impoverimento diffuso e la distruzione d’intere civiltà; essere Chiese della profezia, rispetto a ogni sistema di potere e di arricchimento che genera indifferenza, paure, chiusure e, quindi, iniquità, oppressione, guerre, crimini contro l’umanità; essere Chiese dei «martiri mediterranei» che sanno riconoscere i segni dei tempi e sono capaci di dialogo per «disarmare» ogni uso blasfemo del nome di Dio in odio al fratello».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie