Giovedì 03 Dicembre 2020 | 12:26

NEWS DALLA SEZIONE

La manifestazione
Bari, festa senza brindisi per i ristoratori: «Situazione drammatica, ora è tragica»

Bari, festa senza brindisi per i ristoratori: «Situazione drammatica, ora è tragica»

 
L'intervento
Bari, rimosso grosso tumore alla tiroide: paziente rischiava di soffocare

Bari, rimosso grosso tumore alla tiroide: paziente rischiava di soffocare

 
nel Barese
Bitonto, in strada dopo coprifuoco danneggia auto in sosta per sfuggire ai cc: arrestato

Bitonto, in strada dopo coprifuoco danneggia auto in sosta per sfuggire ai cc: arrestato

 
L'iniziativa
Ecco Spazi Aperti: il progetto per la Notte dei ricercatori nei Poli Penitenziari

Ecco Spazi Aperti: il progetto per la Notte dei ricercatori nei Poli Penitenziari

 
Il virus
Bari, sarà un San Nicola diverso. Decaro: «Resistiamo e rispettiamo restrizioni»

Bari, sarà un San Nicola diverso. Decaro: «Resistiamo e rispettiamo restrizioni»

 
L'iniziativa
In ricordo di Dino Clavica: ad un anno dalla scomparsa una serie di eventi online

In ricordo di Dino Clavica: ad un anno dalla scomparsa una serie di eventi online

 
Il virus
Conversano, focolaio di Covid 19 in casa di riposo: 47 contagi

Conversano, focolaio di Covid 19 in casa di riposo: 47 contagi

 
La città che cambia
Via Amendola

Bari, via Amendola lavori agli sgoccioli: 4 mesi al taglio del nastro

 
I numeri
Coronavirus, a Bari 118 in affanno: contagiati 15 dipendenti su 30

Coronavirus, a Bari 118 in affanno: contagiati 15 dipendenti su 30

 

Il Biancorosso

Biancorossi
Bari pronto a calare il poker: dicembre mese della verità

Bari pronto a calare il poker: dicembre mese della verità

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaA Potenza
Cura con anticorpi monoclonali, sperimentazione al «San Carlo»

Cura con anticorpi monoclonali, sperimentazione al «San Carlo»

 
BariLa manifestazione
Bari, festa senza brindisi per i ristoratori: «Situazione drammatica, ora è tragica»

Bari, festa senza brindisi per i ristoratori: «Situazione drammatica, ora è tragica»

 
Tarantoil siderurgico
Mittal-Governo, nozze pronte. Taranto prepara le barricate

Mittal-Governo, nozze pronte. Taranto prepara le barricate

 
BatL'opinione
I diversamente abili dimenticati durante il Covid

I diversamente abili dimenticati durante il Covid

 
FoggiaIl caso nel Foggiano
Omicidio Manfredonia, aperto fascicolo contro ignoti: coinvolto anche minore

Omicidio Manfredonia, aperto fascicolo contro ignoti: coinvolto anche minore

 
LecceCultura
Bricks4City, a Lecce i mattoncini Lego per ripensare il rapporto tra città e Museo Castromediano

Bricks4City, a Lecce i mattoncini Lego per ripensare il rapporto tra città e Museo Castromediano

 
MateraNel Materano
Montescaglioso, ruba energia elettrica per oltre 6mila euro: ai domiciliari

Montescaglioso, ruba energia elettrica per oltre 6mila euro: ai domiciliari

 
BrindisiL'iniziativa
Brindisi, al Perrino sostegno psicologico ai parenti dei degenti

Brindisi, al Perrino sostegno psicologico ai parenti dei degenti

 

i più letti

Coronavirus

Bari, al Di Venere una sola infermiera per tamponi a 80 alunni. L'ospedale: «Molti senza prenotazione»

Lunghe code, bambini di scuola elementare in fila per il tampone per ricercare la presenza del Covid. La denuncia del consigliere regionale della Lega Davide Bellomo

«Ottanta bambini di scuola elementare in fila da ore all’ospedale Di Venere di Bari per effettuare un tampone. Con l’impiego, pensate, di una sola infermiera. Questa immagine della nostra sanità regionale non ci piace per niente perché è la palese dimostrazione di un percorso organizzativo e metodologico evidentemente sbagliato. Nel pieno della seconda ondata di Covid è impensabile, ma soprattutto inaccettabile, che una sola unità ospedaliera possa occuparsi dei test di 80 bambini e di gestire psicologicamente le legittime apprensioni e istanze dei genitori. Lo afferma il consigliere regionale della Lega Davide Bellomo che allega ad una nota foto e video di una lunga coda di genitori e bambini dinanzi all’ospedale.

«In un’emergenza come questa - aggiunge - ci saremmo aspettati l’impiego di più risorse, sia finanziarie e sia umane, per far fronte all’inevitabile mole di lavoro che sta interessando tutto il comparto sanitario. Ecco perché diventa quanto mai urgente migliorare, soprattutto in questa fase, l'organizzazione dei nostri ospedali. Occorre non solo un tracciamento più rapido dei possibili contagi ma anche l’impiego di più unità ospedaliere, proprio per evitare quelle lunghe code che abbiamo visto, ieri pomeriggio, al Di Venere».
«Come Lega - conclude - siamo pronti a dare il nostro contributo, senza inutili e sterili polemiche politiche, facendo proposte che mettano sempre al centro i bisogni dei cittadini e il loro diritto alla salute».

LA REPLICA DELL'OSPEDALE: ALCUNI SENZA PRENOTAZIONE - In riferimento alla denuncia mossa dal consigliere regionale della Lega Bellomo su code e assembramenti all’esterno dell’ambulatorio Covid free dell’ospedale Di Venere e riportata da alcune testate locali, il Dipartimento di prevenzione della Asl Bari precisa che erano 48 gli alunni appartenenti a due classi di una scuola elementare di Bari prenotati ieri pomeriggio per essere sottoposti a tampone, e non 80 come riportato dalla denuncia. Gli utenti in sovrannumero si sono presentati spontaneamente senza alcuna prenotazione.

A questo proposito si ricorda all’utenza che l’accesso all’ambulatorio del Di Venere – come nelle altre sedi del Dipartimento di prevenzione della ASL - non è libero e diretto. L’organizzazione prevede che i tamponi vengano eseguiti sempre su prenotazione e/o indicazione degli operatori impegnati nella sorveglianza epidemiologica per evitare lunghe attese, code e assembramenti e nel rispetto delle misure anti Covid a tutela delle persone.

Una situazione emergenziale improvvisa sopraggiunta ieri pomeriggio all’interno del pronto soccorso ha reso necessario il trasferimento temporaneo di due infermieri dedicati alla esecuzione dei tamponi. Attualmente sono operativi 5 infermieri a disposizione per i test molecolari presso l’ospedale di Carbonara, salvo in caso di urgenze territoriali.

Il Dipartimento di Prevenzione e la direzione medica dell’ospedale – nel prendere atto di quanto accaduto - si scusano con genitori e bambini per le ragioni sopra esposte.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie