Venerdì 19 Aprile 2019 | 10:29

NEWS DALLA SEZIONE

Le dichiarazioni
Ex Ilva, sindaco Taranto: «Esterrefatto da clima di semplificazione, come se problemi fossero risolti»

Ex Ilva, sindaco Taranto: «Esterrefatto da clima di semplificazione, come se problemi fossero risolti»

 
Lieto Evento
Martina, nascono 2 cavalli murgesi gemelli: Pamela e Pantaleo

Martina, nascono 2 cavalli murgesi gemelli: Pamela e Pantaleo

 
Le analisi
Studenti tarantini colti da malore a Firenze: è stato un virus

Studenti tarantini colti da malore a Firenze: è stato un virus

 
Il siderurgico
Ex Ilva, mons. Santoro: «Restano preoccupazioni per emissioni»

Ex Ilva, mons. Santoro: «Restano preoccupazioni per emissioni»

 
Lotta alla droga
Taranto, sorpreso con 100 grammi di cocaina: arrestato

Taranto, sorpreso con 100 grammi di cocaina: arrestato

 
Il provvedimento
Migranti, frode in servizi assistenza: 14 indagati a Taranto

Migranti, frode in servizi assistenza: 14 indagati a Taranto. La replica: nessun illecito

 
L'operazione dei cc
Rifiuti, sequestrato impianto compostaggio Aseco di Ginosa: 2 indagati

Rifiuti, sequestrato impianto compostaggio Aseco di Ginosa: 2 indagati
«Taranto sia liberata da veleni»

 
Erano in gita
Firenze, intossicazione alimentare: in ospedale 11 studenti di Taranto

Firenze, intossicazione alimentare: in ospedale 11 studenti di Taranto

 
Sequestri
Taranto, cozze sgusciate e confezionate in laboratori senza minima igiene: 3 denunce

Taranto, cozze sgusciate e confezionate in laboratori senza minima igiene: 3 denunce

 
Ex Ilva
Taranto, insediato Osservatorio permanente sulla Salute

Taranto, insediato Osservatorio permanente sulla Salute

 

Il Biancorosso

LE ULTIME NOTIZIE
Il Bari giocherà col 4-4-2avanti Simeri e Iadaresta

Il Bari giocherà col 4-4-2
avanti Simeri e Iadaresta

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiNel Brindisino
Fasano, GdF sequestra 570mila euro di beni a ex contrabbandiere

Fasano, GdF sequestra 570mila euro di beni a ex contrabbandiere

 
PotenzaLa curiosità
Calcio, anche il piccolo Picerno arriva in C: squadra di un paese di 5mila anime

Calcio, anche il piccolo Picerno arriva in C: aggrediti 3 calciatori del Taranto

 
LecceNel Leccese
Manifesto funebre e proiettili: minacce al candidato sindaco a Parabita

Manifesto funebre e proiettili: minacce al candidato sindaco a Parabita

 
FoggiaCriminalità
Tentata estorsione a imprenditori agricoli nel Foggiano: arrestati padre e figlio

Tentata estorsione a imprenditori agricoli: arrestati padre e figlio

 
BatAl secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
MateraLa statistica
Turismo in Basilicata, cresce solo nel Materano : al Potentino vanno le briciole

Turismo in Basilicata, cresce nel Materano: al Potentino le briciole

 

formazione

Da Taranto a Bilbao
generazione «Erasmus»

La «Renato Moro» unica scuola d'Italia nel progetto comunitario placet della comunità europea

Da Taranto a Bilbao generazione «Erasmus»

di Maristella Massari

A Taranto l’Erasmus è arrivato ben prima dell’università per gli studenti della scuola primaria e secondaria «Renato Moro». L’istituto comprensivo, diretto da Loredana Bucci, ha presentato un progetto in ambito comunitario che è stato valutato con il massimo del punteggio tra tutti quelli inviati dalle scuole di ogni regione d’Italia, aggiudicandosi l’ambito riconoscimento.

Quattro le scuole selezionate in tutta Europa: la Renato Moro di Taranto, appunto, la Gilwern Primary School in Galles, il Colegio Del Sagrado Corazon En Bermeo di Bilbao e la Angel Kanchev in Bulgaria.

Preparati adeguatamente, un gruppo di dieci studenti tarantini, di prima e seconda media, ha trascorso una settimana nei Paesi Baschi. I ragazzi, che parlano la lingua inglese in maniera piuttosto fluente, sono stati ospitati in famiglia. Ognuno di loro è stato «assegnato» ad una famiglia diversa ed ha trascorso il periodo di studio quasi «alla pari».

«Il progetto, denominato Green in Europe - ha spiegato il dirigente scolastico Loredana Bucci -, nasce dal bisogno di scambiare e divulgare, tra docenti della scuola primaria e secondaria di primo grado dei diversi paesi della Comunità Europea, buone prassi che sviluppino e diffondano iniziative didattiche per far acquisire agli allievi competenze e conoscenze fondamentali, uno spirito imprenditoriale ed un comportamento rispettoso dell’ambiente. I ragazzi conosceranno e confronteranno le buone prassi adottate dagli altri paesi partner in materia di stili di vita ecosostenibili. Inoltre i giovani studenti saranno guidati a produrre idee imprenditoriali per «esportare» oppure «importare» lo stile di vita sano ed ecocompatibile che nel paese del partenariato risulta efficace oppure innovativo. Così - spiega la preside - si allenano futuri cittadini d’Europa, a pensare e a progettare anche una Green Economy, ossia dei futuri sistemi di produzione e consumo basati su un utilizzo sostenibile delle risorse e una riduzione degli impatti negativi sull’ambiente».

Lo sviluppo e il coordinamento del progetto realizzato dalla «Renato Moro», che ha ottenuto il massimo dei punteggi assegnati dalla Comunità Europea, ha visto impegnati i docenti Assunta Carbone, Luca Battista, Gabriella Morgese e Michela Leandro, sotto la supervisione della dirigente Loredana Bucci. Le famiglie degli studenti hanno collaborato con la scuola dando anche la loro disponibilità ad ospitare i ragazzi della scuola bulgara che a breve verranno a Taranto per la loro settimana di scambio culturale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400