Martedì 28 Giugno 2022 | 17:04

In Puglia e Basilicata

Dalla polizia

Cozze e pesce venduti senza certificazione: denunciati due titolari di pescherie nel Tarantino

Cozze e pesce venduti senza certificazione: denunciati due titolari di pescherie nel Tarantino

A Monteiasi e nel centro del capoluogo jonico riscontrate irregolarità

25 Aprile 2022

Redazione online

TARANTO - La polizia di Taranto, del Commissariato Borgo, in collaborazione con il personale specializzato della A.S.L., ha controllato alcune pescherie del luogo, in due delle quali sono state riscontrate irregolarità. A Monteiasi sono stati sequestrati 20 kg di cozze sgusciate già suddivise in vaschette e pronte alla vendita e 5 kg di pesce, privi del certificato di tracciabilità che ne attesti l’esatta provenienza. Gli agenti hanno monitorato il titolare della pescheria il quale, a bordo del suo furgone, si recava nel capoluogo e nei pressi del Mercato rionale di via Machiavelli, al quartiere Tamburi, caricando sul mezzo gli alimenti poi trovati nell’esercizio commerciale. I prodotti ittici posti sotto sequestro sono stati distrutti con il compattatore di una ditta specializzata.

Stessa sorte per una pescheria del capoluogo, in cui dopo alcune segnalazioni i poliziotti hanno sequestrato una trentina di vaschette di mitili privi di qualsiasi certificazione che ne attestasse la provenienza. A nulla sono valse le flebili giustificazioni del titolare del locale il quale ha dichiarato di averle confezionate personalmente qualche ora prima: nel locale i poliziotti non hanno rinvenuto gusci o altro materiale necessario. Entrambi i titolari coinvolti sono stati denunciati in quanto presunti responsabili del reato di vendita di alimenti nocivi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725