Martedì 02 Marzo 2021 | 01:46

NEWS DALLA SEZIONE

La novità
Msc farà rotta su Taranto: da maggio al via alle crociere

Msc farà rotta su Taranto: da maggio al via alle crociere

 
Il siderurgico
A. Mittal, cede struttura refrattaria Afo2: la denuncia dei sindacati

A. Mittal, cede struttura refrattaria Afo2: la denuncia dei sindacati. Ma l'azienda smentisce

 
L'emergenza
Taranto, positivo al Covid muore ufficiale della Marina: «Non aveva altre patologie». Cordoglio ministro Guerini

Taranto, positivo al Covid muore ufficiale della Marina: «Non aveva altre patologie». Cordoglio ministro Guerini

 
controlli della ps
Taranto, rubava mei bancomat con la «tecnica della forchetta»: denunciato 31enne

Taranto, rubava mei bancomat con la «tecnica della forchetta»: denunciato 31enne

 
La decisione
Mittal Taranto, prefetto riceve sindacati: in pagamento parte fatture appalto

Mittal Taranto, prefetto riceve sindacati: in pagamento parte fatture appalto

 
marina militare
Taranto, un mare di euro per 4 nuovi sommergibili

Taranto, un mare di euro per 4 nuovi sommergibili: ecco i killer degli abissi

 
il fatto
Taranto, a Paolo VI lavori fermi e ponteggi «eterni»: 20 famiglie da tempo vivono «ingabbiate»

Taranto, a Paolo VI lavori fermi e ponteggi eterni: 20 famiglie vivono «ingabbiate»

 
Il caso
Taranto, spara per errore all'amico: 20enne si consegna in Questura, arrestato

Taranto, spara per errore all'amico: 20enne si consegna in Questura, arrestato

 
Il siderurgico
Mittal al sindaco di Taranto: bisogna attendere l'esito del Consiglio di Stato

Taranto, Mittal al sindaco: su spegnimento impianti, attendere Consiglio di Stato. Melucci: «Minacce da no comment»

 
Al Paolo VI
Taranto, gestore circolo ricreativo nascondeva fucile: arrestato 24enne

Taranto, gestore circolo ricreativo nascondeva fucile: arrestato 24enne

 

Il Biancorosso

Serie C
Nel derby di Puglia, Il Bari in 10 batte il Foggia 1-0: segna il bomber Cianci

Nel derby di Puglia, il Bari in 10 batte il Foggia 1-0: segna il bomber Cianci

 

NEWS DALLE PROVINCE

Foggiaa Lucera
Bracciante africano si suicida nel Foggiano: «Bisogna ascoltare il disagio»

Bracciante africano si suicida nel Foggiano: «Bisogna ascoltare il disagio»

 
BariLa richiesta
Vaccini anti Covid, l'appello dell'associazione disabili di Bari: «Inserirli tra priorità»

Vaccini anti Covid, l'appello dell'associazione disabili di Bari: «Inserirli tra priorità»

 
LecceLa decisione
Lecce, scomparsa 21 anni fa: il caso Martucci approda alla Camera

Lecce, scomparsa 21 anni fa: il caso Martucci approda alla Camera

 
TarantoLa novità
Msc farà rotta su Taranto: da maggio al via alle crociere

Msc farà rotta su Taranto: da maggio al via alle crociere

 
BrindisiIl caso
Brindisi, il sindaco Rossi azzera la giunta: verso nuove nomine

Brindisi, il sindaco Rossi azzera la giunta: verso nuove nomine

 
Potenzal'appello
Potenza, campagna vaccini: «Emodializzati non possono attendere tempi della politica»

Potenza, campagna vaccini: «Emodializzati non possono attendere tempi della politica»

 
MateraIl video
Matera, campagna vaccinale per 200 persone tra forze dell'ordine e personale scolastico

Matera, campagna vaccinale per 200 persone tra forze dell'ordine e personale scolastico

 
BatNella Bat
Trani, attentato al sindaco, la visita di Piemontese: «Non c'è spazio per la violenza»

Trani, attentato al sindaco, la visita di Piemontese: «Non c'è spazio per la violenza»

 

i più letti

ambiente

Mittal Taranto, anche Ilva in As presenta ricorso contro sentenza Tar Lecce

La decisione dei giudizi amministrativi intima la chiusura degli impianti dell’area a caldo del siderurgico entro il 14 aprile in ottemperanza all’ordinanza sulle emissioni del sindaco Melucci

Ilva, nel piano Mittal Marcegagliaspuntano oltre 2400 esuberi

TARANTO  Dopo ArcelorMittal anche Ilva in As ha presentato ricorso incidentale al Consiglio di Stato contro la sentenza del 13 febbraio scorso del Tar di Lecce che intima la chiusura degli impianti dell’area a caldo dello stabilimento siderurgico di Taranto entro il 14 aprile in ottemperanza all’ordinanza sulle emissioni del sindaco Rinaldo Melucci.

Ne dà notizia il Codacons, che definisce «vergognosa la decisione dei Commissari straordinari che si oppongono alla giustizia italiana e contrastano i provvedimenti del sindaco tesi a tutelare la popolazione». La Quarta Sezione del Consiglio di Stato si esprimerà l’11 marzo, in sede collegiale, sull'istanza di sospensiva dopo che è stata respinta la decisione con decreto monocratico. Per il 13 maggio è invece fissata l’udienza di merito per la discussione dell’appello.

EMISSIONI: «100MILA EURO PER DANNI A CITTADINO» - «Il nostro consulente medico legale, professor Agostino Messineo, ha quantificato i danni subiti dalla popolazione di Taranto, pari a 500 euro al mese a residente per un periodo complessivo di 15 anni, derivanti dalle lesioni subite sia in termini di esposizione ai veleni prodotti dagli impianti ex Ilva (arsenico, diossina, zinco, nichel, piombo e addirittura amianto) sia sotto il profilo del danno morale, per la lesione alla vita di relazione e ai diritti costituzionalmente riconosciuti ad ogni cittadino».

Lo afferma il Codacons, che oggi ha tenuto una conferenza stampa in modalità on line sulla questione Ilva e sul processo per disastro ambientale, dove si è costituito parte civile. I danni subiti dai cittadini, sottolinea l’associazione, «ammontano ad un totale di 100mila euro per ogni residente a Taranto, che il Codacons chiederà di risarcire, attraverso i suoi legali, nel corso del suo intervento in Corte d’Assise, il 24 febbraio». In quella sede l’associazione chiederà, al pari di quanto fatto dalla pubblica accusa, la «confisca dell’acciaieria».

Nel corso della conferenza stampa hanno preso la parola i genitori di Syria e Giorgio, bambini morti per malattie che l'associazione mette in relazione «all’inquinamento dell’aria», i quali «chiedono al Governo - puntualizza il Codacons - la chiusura definitiva dell’acciaieria senza se e senza ma, unica strada per consentire alle famiglie di far uscire serenamente i figli in strada come avviene in tutte le altre città italiane».

L’associazione ha reso noti i risultati di una ricerca relativa ai danni economici «subiti da Taranto a causa dell’Ilva che - si rileva - attestano come la città abbia subito nel corso degli anni uno spopolamento, con il numero di residenti diminuito del -18,2% tra il 1992 e il 2020, un reddito procapite inferiore oggi di quasi il 20% rispetto alla media nazionale, il prezzo delle case enormemente svalutato e un peggioramento della qualità della vita sotto ogni aspetto, dalla ricchezza ai consumi, passando per i servizi, l’ambiente e il Pil».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie