Venerdì 14 Agosto 2020 | 21:12

NEWS DALLA SEZIONE

a lido azzurro
Taranto, paura in spiaggia: due ragazzini scomparsi, ritrovati da polizia locale

Taranto, paura in spiaggia: due ragazzini scomparsi, ritrovati da polizia locale

 
nel tarantino
Marina di Ginosa, moto contro auto: muore centauro 26enne

Marina di Ginosa, moto contro auto: muore centauro 26enne

 
nel Tarantino
Manduria, offese sessiste sul web a coordinatrice Lega: solidarietà di Chiarelli

Manduria, offese sessiste sul web a coordinatrice Lega: solidarietà di Chiarelli

 
nel Tarantino
Manduria, rapina donna in chiesa e scappa: acchiappato da sottufficiale Marina Militare

Manduria, rapina donna in chiesa e scappa: acchiappato da sottufficiale Marina Militare

 
la decisione
Taranto, case a 1 euro per ripopolare l'Isola Madre

Taranto, case a 1 euro per ripopolare l'Isola Madre

 
Il caso
Acqua a Taranto, Autorità bacino: ok a più metri cubi per irrigare

Acqua a Taranto, Autorità bacino: ok a più metri cubi per irrigare

 
La denuncia
Arcelor Mittal, Usb: «Non ha pagato l'affitto all'Ilva, serve una colletta?»

Arcelor Mittal, Usb: «Non ha pagato l'affitto all'Ilva, serve una colletta?»

 
guardia costiera e polizia
Taranto, 2 tonnellate di cozze con etichette contraffatte: sequestro e una denuncia

Taranto, 2 tonnellate di cozze con etichette contraffatte: sequestro e una denuncia

 
IL CASO
Taranto, unità di terapia intensiva neonatale: trovata la tregua sindacati-Emiliano

Taranto, unità di terapia intensiva neonatale: trovata la tregua sindacati-Emiliano

 
IL RICORDO
Un anno fa ci ha lasciato Nadia Toffa: il suo amore per Taranto in uno speciale tv

Un anno fa ci lasciava Nadia Toffa: il suo amore per Taranto in uno speciale tv

 
Orgoglio tarantino
Al Sette Colli è Benny Pilato show: record italiano nei 100 rana

Al Sette Colli è Benny Pilato show: record italiano nei 50 rana

 

Il Biancorosso

serie c
Bari, squadra ancora senza allenatore né ds

Bari, squadra ancora senza allenatore né ds

 

NEWS DALLE PROVINCE

Tarantoa lido azzurro
Taranto, paura in spiaggia: due ragazzini scomparsi, ritrovati da polizia locale

Taranto, paura in spiaggia: due ragazzini scomparsi, ritrovati da polizia locale

 
Brindisil'evento
Fasano, il 22 agosto arriva Daniele Silvestri con «La cosa giusta» tour

Fasano, il 22 agosto arriva Daniele Silvestri con «La cosa giusta» tour

 
Foggiaestate
Troppe barche alle Tremiti, il sindaco: «Non tutti rispettano le regole»

Troppe barche alle Tremiti, il sindaco: «Non tutti rispettano le regole»

 
Barimobilità
Bari, furti e danni ai monopattini elettrici, Decaro: «Vi scoveremo»

Bari, furti e danni ai monopattini elettrici, Decaro: «Vi scoveremo»

 
Batdipendente amiu
Trani, colpito da macchina compattatrice mentre raccoglie rifiuti: in Rianimazione

Trani, colpito da macchina compattatrice mentre raccoglie rifiuti: in Rianimazione

 
Materaa 38 anni
Matera, minaccia di morte la nonna con una catena per avere soldi: arrestato

Matera, minaccia di morte la nonna con una catena per avere soldi: arrestato

 
PotenzaIl fenomeno
Nonni senza nipoti e sposano la politica

Nonni lucani lasciati senza nipoti, sposano la politica

 
LecceIl fatto
Nardò: «Augurate la morte ai profughi, vergogna»

Nardò, il parroco tuona: «Augurate la morte ai bimbi profughi, vergogna»

 

i più letti

nel Tarantino

Sava, i bulli: «Nessuna minaccia. L'anziano ci dava soldi perché eravamo amici»

La difesa di alcuni dei ragazzi accusati di stalking ed estorsione a un disabile 61enne

Sava, tormentano disabile per estorcergli denaro: 20 misure cautelari, coinvolti anche minori

«Quei soldi? Erano solo regali. Eravamo amici, non ho mai fatto alcuna minaccia per averli». Si difendono così alcuni dei “bad boys” finiti in carcere e ai domiciliari, in tutto dieci ascoltati ieri dal magistrato Benedetto Ruberto, accusati di stalking e estorsione ai danni di un 61enne disabile di Sava (Ta). Gli altri hanno preferito restare in silenzio. In silenzio anche i tre minori coinvolti nel caso e finiti nell’istituto penitenziario di Bari. Solo uno ha parlato, non per rispondere alle domande del giudice per i minori Paola Morelli ma per dire «se ho sbagliato chiedo scusa, sono stato dieci mesi in comunità e ho capito che la vita precedente non mi appartiene più», riferendosi a una misura cautelare precedente al caso di Sava, per tentativo di furto. Altri due maggiorenni, sottoposti al divieto di avvicinamento (devono mantenersi almeno a 150 metri dalla vittima) e cinque minori affidati in comunità saranno sentiti dai magistrati nei prossimi giorni.

Oltre ai venti sottoposti a misura cautelare, ci sono altri indagati a piede libero sui quali la magistratura sta cercando di fare chiarezza. «Molti in paese mi insultano perché sono omosessuale», ha raccontato la vittima ai carabinieri che erano arriati a casa sua per un incendio. «Da un pò di tempo subisco continue richieste di denaro da parte di alcuni ragazzi del luogo, circa una ventina. Sono una persona molto fragile e quindi questi giovani si approfittano di me. Vengono a trovarmi a casa, anche in gruppi, e mi chiedono continuamente soldi». Così i militari hanno scoperto che nonostante la modestissima pensione di invalidità, 515 euro al mese e i pochi spiccioli rimediati trasportando rifiuti sull’Ape all’isola ecologica, il 61enne era diventato una specie di bancomat per balordi di ogni età. Bastava alzare la voce o minacciarlo un po’ per scucirgli cinque, dieci o venti euro. L’uomo ha raccontato che il vicino di casa da quasi vent’anni pretendeva con fare minaccioso cinque euro alla settimana e venti euro fissi al mese.

«Me li regalava perché siamo amici di famiglia e sa che sono senza lavoro e con una famiglia a carico», si è difeso così ieri l’indagato. Molti, anche tra i minori indagati, hanno precedenti, chi per droga, chi per rapina o lesioni. Si presentavano a casa, prendevano a calci la porta, insultavano e minacciavano. In un’occasione, ha raccontato la vittima, anche impugnando una pistola. Oppure agitavano l’accendino minacciando di bruciare l’Ape. I militari, appostati, hanno osservato due minori che chiedevano soldi. Gli altri li ha riconosciuti in foto la stessa vittima. «Questo qui mi chiede soldi da anni, questo è molto fastidioso, viene con due amici ogni settimana, se non gli do i soldi non se ne va di casa», ha raccontato sfogliando l’album dei presunti aguzzini. «Questo è uno dei boss, un diavolo, mi minaccia, non mi lascia stare finché non ha i soldi».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie