Giovedì 23 Gennaio 2020 | 20:19

NEWS DALLA SEZIONE

La decisione
Ex Ilva, Ministero del Lavoro: autorizzata Cig fino a fine 2020

Ex Ilva, Ministero del Lavoro: autorizzata Cig fino a fine 2020

 
controlli dei cc
Taranto, spaccia hashish in un circolo ricreativo: arrestato 22enne

Taranto, spaccia hashish in un circolo ricreativo: arrestato 22enne

 
i fatti a dicembre scorso
Preparavano scontri con la curva del Taranto: 66 Daspo a tifosi della Nocerina

Preparavano scontri con la curva del Taranto: 66 Daspo a tifosi della Nocerina

 
L'incidente nel 2008
Taranto, operaio morì dopo volo da ponteggio Altoforno 4 Ilva: una condanna

Taranto, operaio morì dopo volo da ponteggio Altoforno 4 Ilva: una condanna

 
L'evento
Taranto, Giochi del Mediterraneo 2026, il sindaco incontra ministro Spadafora

Taranto, Giochi del Mediterraneo 2026, il sindaco incontra ministro Spadafora

 
Tragedia sfiorata
Taranto, ArcelorMittal, tre esplosioni in Acciaeria 2, nessun ferito

Taranto, ad ArcelorMittal tre esplosioni in Acciaeria 2: nessun ferito

 
La sentenza
Caso Scazzi, processo ai falsi testimoni: 4 anni a Ivano Russo, 5 anni a Michele Misseri

Caso Scazzi, 11 condanne per le bugie al processo: 5 anni a Ivano Russo, 4 anni a Michele Misseri

 
strade
Taranto, folle inseguimento per sfuggire all'alt: cc arrestano 18enne, non aveva mai preso la patente

Taranto, folle inseguimento per sfuggire all'alt: cc arrestano 18enne, non aveva mai preso la patente

 
il siderurgico
Ex Ilva, memoria commissari: «Venuti meno argomenti Mittal, su 'scudo' falsità»

Ex Ilva, memoria commissari: «Venuti meno argomenti Mittal». Da addio impatto da 3,5 mld su Pil

 
l'inchiesta
Taranto, datteri di mare in ristoranti e pescherie: 46 indagati

Taranto, datteri di mare in ristoranti e pescherie: 46 indagati

 

Il Biancorosso

contro la Reggina
Bari, Vivarini già guarda alla trasferta calabrese: «Testa alla partita di domenica»

Bari, Vivarini già guarda alla trasferta calabrese: «Testa alla partita di domenica»

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoLa decisione
Ex Ilva, Ministero del Lavoro: autorizzata Cig fino a fine 2020

Ex Ilva, Ministero del Lavoro: autorizzata Cig fino a fine 2020

 
BariAmbiente
La birra Peroni taglia le emissioni di CO2 del 30%

La birra Peroni taglia le emissioni di CO2 del 30%

 
FoggiaIl procedimento
Foggia, pioggia di interdittive antimafia: nel mirino 10 tra imprenditori e commercianti

Foggia, pioggia di interdittive antimafia: nel mirino 10 tra imprenditori e commercianti

 
PotenzaI dati del 2019
Potenza, allarme inquinamento: per 50 giorni superato il limite dello smog

Potenza, allarme inquinamento: per 50 giorni superato il limite dello smog

 
Batnel nordbarese
Andria, sorpresi mentre cannibalizzano un Suv rubato poco prima: arrestati in 2

Andria, sorpresi mentre cannibalizzano un Suv rubato poco prima: arrestati in 2

 
BrindisiIl caso
Brindisi, Pd moroso: udienza di sfratto per sede del Pd

Brindisi, Pd moroso: udienza di sfratto per sede del Pd

 
Leccenel Leccese
Nardò, 91enne trovata a casa nel sangue, muore in ospedale: è giallo

Nardò, 91enne trovata a casa nel sangue, muore in ospedale: è giallo

 
MateraOperazione di CC e Gdf
Matera, truffa e riciclaggio: in cella ex direttore banca. Sequestrato noto ristorante

Matera, truffa e autoriciclaggio: in cella ex direttore di banca. Sequestrato noto ristorante nei Sassi (VD)

 

i più letti

nel Tarantino

Sava, i bulli: «Nessuna minaccia. L'anziano ci dava soldi perché eravamo amici»

La difesa di alcuni dei ragazzi accusati di stalking ed estorsione a un disabile 61enne

Sava, tormentano disabile per estorcergli denaro: 20 misure cautelari, coinvolti anche minori

«Quei soldi? Erano solo regali. Eravamo amici, non ho mai fatto alcuna minaccia per averli». Si difendono così alcuni dei “bad boys” finiti in carcere e ai domiciliari, in tutto dieci ascoltati ieri dal magistrato Benedetto Ruberto, accusati di stalking e estorsione ai danni di un 61enne disabile di Sava (Ta). Gli altri hanno preferito restare in silenzio. In silenzio anche i tre minori coinvolti nel caso e finiti nell’istituto penitenziario di Bari. Solo uno ha parlato, non per rispondere alle domande del giudice per i minori Paola Morelli ma per dire «se ho sbagliato chiedo scusa, sono stato dieci mesi in comunità e ho capito che la vita precedente non mi appartiene più», riferendosi a una misura cautelare precedente al caso di Sava, per tentativo di furto. Altri due maggiorenni, sottoposti al divieto di avvicinamento (devono mantenersi almeno a 150 metri dalla vittima) e cinque minori affidati in comunità saranno sentiti dai magistrati nei prossimi giorni.

Oltre ai venti sottoposti a misura cautelare, ci sono altri indagati a piede libero sui quali la magistratura sta cercando di fare chiarezza. «Molti in paese mi insultano perché sono omosessuale», ha raccontato la vittima ai carabinieri che erano arriati a casa sua per un incendio. «Da un pò di tempo subisco continue richieste di denaro da parte di alcuni ragazzi del luogo, circa una ventina. Sono una persona molto fragile e quindi questi giovani si approfittano di me. Vengono a trovarmi a casa, anche in gruppi, e mi chiedono continuamente soldi». Così i militari hanno scoperto che nonostante la modestissima pensione di invalidità, 515 euro al mese e i pochi spiccioli rimediati trasportando rifiuti sull’Ape all’isola ecologica, il 61enne era diventato una specie di bancomat per balordi di ogni età. Bastava alzare la voce o minacciarlo un po’ per scucirgli cinque, dieci o venti euro. L’uomo ha raccontato che il vicino di casa da quasi vent’anni pretendeva con fare minaccioso cinque euro alla settimana e venti euro fissi al mese.

«Me li regalava perché siamo amici di famiglia e sa che sono senza lavoro e con una famiglia a carico», si è difeso così ieri l’indagato. Molti, anche tra i minori indagati, hanno precedenti, chi per droga, chi per rapina o lesioni. Si presentavano a casa, prendevano a calci la porta, insultavano e minacciavano. In un’occasione, ha raccontato la vittima, anche impugnando una pistola. Oppure agitavano l’accendino minacciando di bruciare l’Ape. I militari, appostati, hanno osservato due minori che chiedevano soldi. Gli altri li ha riconosciuti in foto la stessa vittima. «Questo qui mi chiede soldi da anni, questo è molto fastidioso, viene con due amici ogni settimana, se non gli do i soldi non se ne va di casa», ha raccontato sfogliando l’album dei presunti aguzzini. «Questo è uno dei boss, un diavolo, mi minaccia, non mi lascia stare finché non ha i soldi».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie