Domenica 08 Dicembre 2019 | 19:00

NEWS DALLA SEZIONE

Il siderurgico
Cantiere Taranto, a studio sgravi del 100% per chi assume lavoratori ex Ilva

Cantiere Taranto, a studio sgravi del 100% per chi assume lavoratori ex Ilva

 
Ambiente
Taranto, 145 ex dipendenti «Isolaverde» impiegati per la bonifica della città

Taranto, 145 ex dipendenti «Isolaverde» impiegati per la bonifica della città

 
La denuncia
Mittal  “precetta” i lavoratori in vista dello sciopero di martedì. Operaio: «Perché dovremmo farlo?»

Mittal «precetta» i lavoratori in vista dello sciopero di martedì. Operaio: «Perché dovremmo farlo?» AUDIO

 
La rissa
Taranto, 30enne ubriaco aggredisce con una scopa commerciante e poliziotti

Taranto, 30enne ubriaco aggredisce con una scopa commerciante e poliziotti

 
Il siderurgico
Taranto, ex Ilva: attesa per il piano del ministro Patuanelli che punta all'ecosostenibilità

Ex Ilva: attesa per piano Patuanelli che punta all'ecosostenibilità

 
L'indagine
Taranto, genitori picchiano e lanciano sedia contro maestra: «Atto ignobile»

Taranto, genitori picchiano e lanciano sedia contro maestra: «Atto ignobile»

 
La decisione
Sava, baby gang vessava disabile: Riesame conferma misure cautelari

Sava, baby gang vessava disabile: Riesame conferma misure cautelari

 
A Crispiano
Beccato dal proprietario mentre ruba arance, tenta di investirlo: arrestato nel Tarantino

Beccato da contadino mentre ruba arance, tenta di investirlo: arrestato nel Tarantino

 
Il folle gesto
Taranto, minaccia di gettarsi dal cornicione del lungomare: salvata dalla polizia

Taranto, minaccia di gettarsi dal cornicione del lungomare: salvata dalla polizia

 
il siderurgico
Arcelor Mittal, Fim Taranto e Brindisi: «Martedì a Roma contro esuberi»

Mittal, Fim: «Martedì a Roma contro esuberi». Stop anche ai servizi in appalto

 
La decisione
Manduria, anziano picchiato a morte: la baby gang non andrà in carcere

Manduria, anziano picchiato a morte: la baby gang non andrà in carcere

 

Il Biancorosso

Al San Nicola
Bari, operazioni aggancio al Potenza. Segui la diretta dalle 17.30

Bari, operazione aggancio al Potenza. Segui la diretta dalle 17.30

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaL'arresto
Preparavano assalto ad un bancomat a Chieti: in manette 4 foggiani

Preparavano assalto ad un bancomat a Chieti: in manette 4 foggiani

 
PotenzaL'intervista
Cappelli: «Il Capodanno Rai ci ha fatto scoprire Potenza»

Cappelli: «Il Capodanno Rai ci ha fatto scoprire Potenza»

 
HomeIl siderurgico
Cantiere Taranto, a studio sgravi del 100% per chi assume lavoratori ex Ilva

Cantiere Taranto, a studio sgravi del 100% per chi assume lavoratori ex Ilva

 
BrindisiPub Ciporti
Fasano, incendio a un pub: terzo attentato in pochi mesi

Fasano, incendio a un pub: terzo attentato in pochi mesi

 
LecceL'analisi
Lecce, il boom della grande distribuzione: in provincia ci sono 402 strutture

Lecce, il boom della grande distribuzione: in provincia ci sono 402 strutture

 
MateraOperazione dei Cc
Pisticci, sorpresi in garage con 800 grammi di marijuana: in cella due 21enni

Pisticci, sorpresi in garage con 800 grammi di marijuana: in cella due 21enni

 
BatIl caso
A Barletta la ruota panoramica c'è ma... non gira

A Barletta la ruota panoramica c'è ma... non gira

 

i più letti

nel Tarantino

Sava, i bulli: «Nessuna minaccia. L'anziano ci dava soldi perché eravamo amici»

La difesa di alcuni dei ragazzi accusati di stalking ed estorsione a un disabile 61enne

Sava, tormentano disabile per estorcergli denaro: 20 misure cautelari, coinvolti anche minori

«Quei soldi? Erano solo regali. Eravamo amici, non ho mai fatto alcuna minaccia per averli». Si difendono così alcuni dei “bad boys” finiti in carcere e ai domiciliari, in tutto dieci ascoltati ieri dal magistrato Benedetto Ruberto, accusati di stalking e estorsione ai danni di un 61enne disabile di Sava (Ta). Gli altri hanno preferito restare in silenzio. In silenzio anche i tre minori coinvolti nel caso e finiti nell’istituto penitenziario di Bari. Solo uno ha parlato, non per rispondere alle domande del giudice per i minori Paola Morelli ma per dire «se ho sbagliato chiedo scusa, sono stato dieci mesi in comunità e ho capito che la vita precedente non mi appartiene più», riferendosi a una misura cautelare precedente al caso di Sava, per tentativo di furto. Altri due maggiorenni, sottoposti al divieto di avvicinamento (devono mantenersi almeno a 150 metri dalla vittima) e cinque minori affidati in comunità saranno sentiti dai magistrati nei prossimi giorni.

Oltre ai venti sottoposti a misura cautelare, ci sono altri indagati a piede libero sui quali la magistratura sta cercando di fare chiarezza. «Molti in paese mi insultano perché sono omosessuale», ha raccontato la vittima ai carabinieri che erano arriati a casa sua per un incendio. «Da un pò di tempo subisco continue richieste di denaro da parte di alcuni ragazzi del luogo, circa una ventina. Sono una persona molto fragile e quindi questi giovani si approfittano di me. Vengono a trovarmi a casa, anche in gruppi, e mi chiedono continuamente soldi». Così i militari hanno scoperto che nonostante la modestissima pensione di invalidità, 515 euro al mese e i pochi spiccioli rimediati trasportando rifiuti sull’Ape all’isola ecologica, il 61enne era diventato una specie di bancomat per balordi di ogni età. Bastava alzare la voce o minacciarlo un po’ per scucirgli cinque, dieci o venti euro. L’uomo ha raccontato che il vicino di casa da quasi vent’anni pretendeva con fare minaccioso cinque euro alla settimana e venti euro fissi al mese.

«Me li regalava perché siamo amici di famiglia e sa che sono senza lavoro e con una famiglia a carico», si è difeso così ieri l’indagato. Molti, anche tra i minori indagati, hanno precedenti, chi per droga, chi per rapina o lesioni. Si presentavano a casa, prendevano a calci la porta, insultavano e minacciavano. In un’occasione, ha raccontato la vittima, anche impugnando una pistola. Oppure agitavano l’accendino minacciando di bruciare l’Ape. I militari, appostati, hanno osservato due minori che chiedevano soldi. Gli altri li ha riconosciuti in foto la stessa vittima. «Questo qui mi chiede soldi da anni, questo è molto fastidioso, viene con due amici ogni settimana, se non gli do i soldi non se ne va di casa», ha raccontato sfogliando l’album dei presunti aguzzini. «Questo è uno dei boss, un diavolo, mi minaccia, non mi lascia stare finché non ha i soldi».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie