Lunedì 03 Ottobre 2022 | 23:56

In Puglia e Basilicata

lavori

Presto la manutenzione dei canali delle gravine

dissesto idrogeologico massafra

La ripartizione Lavori Pubblici del Comune di Massafra ha concluso le procedure di gara per due interventi, necessari ed urgenti. Si tratta della manutenzione straordinaria dei canali delle gravine che attraversano da nord a sud l’abitato

24 Giugno 2018

Antonello Piccolo

MASSAFRA - Presto inizieranno i lavori di manutenzione straordinaria dei canali delle gravine. Nel territorio provinciale di Taranto si sono verificati, tra il 1995 e il 2005, dopo diversi anni di siccità, successivi e notevoli eventi di pioggia, favorendo il verificarsi di eventi calamitosi. In particolare Massafra, negli anni 2003 e 2005 è stata colpiti da alluvioni riconducibili a piogge mai verificatesi in precedenza. Gli eventi calamitosi verificatisi, esondazioni, diffusi allagamenti, vere e proprie alluvioni, fenomeni franosi, intense erosioni e danni gravi alle infrastrutture di trasporto ed idrauliche, sono stati condizionati dal succedersi di eventi idrologici diversi per durata e intensità. I dissesti idrogeologici non sono stati causati soltanto dalla straordinaria quantità di acqua fluente in superficie. Infatti, anche i corpi idrici sotterranei hanno incrementato le portate sorgive e, a luoghi, hanno assunto un comportamento artesiano, aggravando la già difficile emergenza idrogeologica. Il complesso dei fenomeni verificatisi è stato caratterizzato mediante lo studio delle lunghe serie di dati di pioggia giornaliera e di temperatura, inquadrando la calamità idrogeologica studiata in un contesto temporalmente ampio, in cui appare anche il ruolo svolto dalla siccità, solo di recente terminata, sul grado di efficienza del reticolo idrografico e sulla fragilità del territorio.

La ripartizione Lavori Pubblici del Comune di Massafra ha concluso le procedure di gara per due interventi, necessari ed urgenti. Si tratta della manutenzione straordinaria dei canali delle gravine che attraversano da nord a sud l’abitato: Gravina San Marco e Gravina Madonna della Scala. L’impegno economico delle due opere ammonta complessivamente a 160 mila euro, a carico del bilancio comunale. Le gare, con importi a base d’asta di 62mila e di 80mila euro, sono state aggiudicate con procedura al massimo ribasso a due ditte di Ginosa. L’intervento nella Gravina San Marco sarà realizzato dalla cooperativa Coger per l’importo di circa 37mila euro, seconda classificata la ditta Moviter di Palagiano. L’opera nella Gravina Madonna della Scala è stata invece affidata alla ditta Alg per l’importo di circa 47mila euro, seconda classificata la ditta Siam Sud di Massafra. Notevoli i ribassi offerti dai due aggiudicatari, rispettivamente del 41 per cento e del 42 per cento, il che genera considerevoli economie di gara e, di conseguenza, con le somme a disposizione re-impegnate con successive varianti nell’appalto, una maggiore entità dei lavori da effettuarsi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725